Antifascismo / Cagliari / Sardegna

Cittadini, lunedì 16 a Cagliari si riunisce il Comitato 25 Aprile! Intanto le Brigate Niccolai…

Cagliari_antifascista

Cagliari, zona stadio Sant’Elia (foto Olliera) 

“Il fascismo del futuro non ha alcun bisogno di somigliare perfettamente al fascismo classico”. Lo afferma lo storico americano Robert O. Paxton, citato dalla filosofa Michela Marzano nel suo volume “Gli assassini del pensiero: manipolazioni fasciste di ieri e di oggi” (Erickson, 2012), da stamattina sulla mia scrivania. Il fronte su cui siamo chiamati ad impegnarci è dunque doppio: perché c’è un fascismo che vuole assomigliare al fascismo classico (Salvini & Co.) ed un altro, a mio avviso non meno temibile, che entra direttamente nelle istituzioni celandosi all’interno di ben più presentabili formazioni politiche.

Insomma, c’è lavoro per tutti ed anche di più, visto che c’è chi gioca a rendersi la vita difficile (ieri a Cagliari una quindicina di “antifascisti” per l’Unione Sarda, “anarchici” per la Nuova Sardegna, ha aggredito quattro militanti della destra che volantinavano in via Dante a favore di Salvini; in realtà si trattava di ben noti componenti delle “Brigate Niccolai”, dal nome del calciatore del Cagliari divenuto famoso per i suoi autogol; come del mitico Comunardo, anche di questi ragazzi sentiremo ancora parlare).

In ogni caso, se il fascismo non passa mai di moda figuratevi l’antifascismo. Per questo siete tutti invitati, singoli ed associazioni, alla riunione che il Comitato 25 Aprile di Cagliari ha convocato per lunedì prossimo 16 marzo, a partire dalle 17 nella sede di Domukratica, in via Tempio 22 (quartiere Villanova, zona piazza Garibaldi).

Si cercherà di coordinare le numerose iniziative che caratterizzeranno il mese di aprile, per allestire un programma unico che verrà presentato fra qualche settimana. Le associazioni che costituiscono il comitato (presieduto da Franco Boi) sono tantissime e ovviamente le porte sono aperte a tutti, la struttura del comitato è snella, perché l’obiettivo è quello di invadere Cagliari (e non solo) di iniziative nel segno dell’antifascismo, della Resistenza, della Liberazione.

Per cui venite, partecipate, portate idee (magari da condividere con altri gruppi). Ci vuole poco a dare un dispiacere a Salvini.

 

5 Commenti

  1. così è says:

    ecco quelli democratici e garantisti dei diritti… sì dei loro! banna banna se la cosa ti diverte!

  2. cosìè says:

    patetici.

  3. Supresidenti says:

    Bravo Vito, e tu sai il perché..

  4. Marco Cadinu says:

    E’ vero, e mentre in giro per l’Italia sembra maggiormente vivo il neofasciemo dei nostalgici – e dei nuovi costruttori di palesi noefascismi – in Sardegna sembra davvero più preoccupante il fascismo latente, quello che germoglia e alligna dentro chi perde progressivamente i valori della solidarietà, dell’amore per la democrazia, per l’aperto e leale dibattito nel rispetto dell’altro. Da oltremare sarò con voi, per una pacifica risposta democratica.

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: