Cagliari / Sardegna

Francesca Barracciu come Armandino! “Altro che video sui trapianti: Emanuele Sanna, Garau e Mondino Ibba, compassi e un occhio solo”! Ceeh, la Massoneria al Brotzu! Memorabile!

Chi dice Brotzu dice potere. A volte non so se sia Armandino (il noto personaggio di Buongiorno Cagliari) ad essere un fedele interprete della realtà cagliaritana, o se la realtà cagliaritana ogni tanto si fa influenzare da Armandino.

Breve riassunto delle puntate precedenti.

Dopo il contestato video sui trapianti girato al Brotzu, infuria la polemica. La consigliera regionale e vicesegretario regionale del Pd, Francesca Barracciu, chiede le dimissioni del direttore generale del Brotzu, Antonio Garau. In difesa di Garau e contro la Barracciu interviene Emanuele Sanna, esponente storico del Pci-Pds-Ds-Pd, da sempre attento alle logiche del potere sanitario (il Brotzu l’ha inaugurato lui, per intenderci, e ancora si favoleggia su di un ufficio fino a poco tempo fa a disposizione all’interno dell’ospedale che lo ha visto esercitare la professione di medico pediatra).

A favore del primario, Mauro Frongia, interviene invece il presidente dell’Ordine dei Medici di Cagliari, Mondino Ibba (storico esponente socialista).

E la Barracciu, che fa? Ci crava un comunicato stampa mitologico! Le righe iniziali entrano nella storia dei comunicati stampa a sfondo esoterico. E’ ovvio che sta parlando di Massoneria e di solidarietà tra “fratelli”: quanti giornali domani lo diranno chiaramente?

Ecco il testo del comunicato stampa:

“Grottesche e disarmanti sono le sortite del Sanna compagno di partito di lungo corso a cui non voglio prestare il fianco perché capisco essere indotte da un’affinata pratica, comune anche a Garau, a misurare le questioni con un compasso discrezionale e un solo occhio e lo stesso dicasi per il Presidente dell’ordine dei medici di Cagliari.
Non è il costo sopportato per la realizzazione del video, in questione; né ho mai messo in discussione la professionalità degli operatori sanitari che, al contrario, stimo ed ammiro.
Il fatto è che il Brotzu è un’azienda pubblica e non può divulgare una rappresentazione falsa della realtà in cui opera e dei problemi ad essa connessi; tantomeno è ammissibile che, per tale scopo, un intero reparto e parti dell’ospedale siano stati trasformati in set cinematografico e i dipendenti pubblici in ballerini e ballerine.
La realtà, come testimoniano le numerose lettere di indignazione che ho ricevuto, è che alla gioia di chi rivive dopo un trapianto si affianca sempre il dramma di chi muore. Molte persone sono state offese dalla facile ed ingiustificata euforia ispirata da un incondivisibile edonismo d’oltreoceano la cui efficacia, quanto all’opera di sensibilizzazione, è tutta da provare.
La questione che io pongo è squisitamente politica e il solo titolato a rispondere è l’Assessore alla sanità anche perché, come noto, Garau non possiede i titoli per fare il direttore generale, al massimo sa organizzare cene con Verdini e Carboni a Suelli”. 

Francesca Barracciu, vicesegretaria del PD regionale

 

69 Commenti

  1. Pingback: Top rated laser printers

  2. Pingback: Rybnik

  3. Pingback: My Homepage

  4. MARIATERESA says:

    La barracciu assetata di potere cerca ogni pretesto per farsi pubblicita’.In questo caso speculando su un video. MIA CARA VISTO CHE LE MANCANO CONTENUTI POLITICI TORNI A FARE IL SUO MESTIERE SE NE HA UNO

  5. Credo che questo video meriti la giusta contestualizzazione, e vada quindi giudicato per quello che voleva essere: uno scherzoso saluto ai partecipanti al congresso da parte degli organizzatori della S.C. di Urologia. Ai quali va peraltro riconosciuto di aver sempre lavorato tantissimo, con grande umiltà, e di non aver mai cercato una particolare esposizione mediatica pur agendo in un settore, quello dei trapianti d’organo, che può rappresentare un formidabile strumento di autopromozione. A me il video non è piaciuto, perchè fare un video che non sia un’accozzaglia di stereotipi è materia difficilissima, e non a caso spesso vengono scomodati registi da premio Oscar per filmare pochi minuti. Il rischio è esattamente quello che (a mio personalissimo giudizio) si è verificato: una musica banale che connette fra loro una lunga teoria di stereotipi, dal trenino ai balletti pseudo-seduttivi. Si rischia di banalizzare un argomento importante e allo spettatore non rimane in mente un’idea, una sensazione, un retrogusto, che ne possa stimolare la riflessione sull’argomento. E’ questa, per me, la reale fragilità del video.
    Diverso è il discorso sul ruolo di certi poteri nel mondo della sanità, sulla durata delle carriere politiche (l’ordine dei medici provinciale non cambia presidente da 30 anni, etc etc), e magari sulle priorità in campo di pianificazione sanitaria, specie in un’epoca di enormi ristrettezze economiche. E’ materia che andrebbe affrontata con assoluta onestà intelletuale e senza beceri arroccamenti in difesa di posizioni che, se Dio vuole, l’aumentata consapevolezza dell’opinione pubblica renderà sempre meno difendibili.

  6. Annamaria Deidda says:

    Ritengo che vivere da vicino l’angoscia per l’attesa di un terribile evento (quale è la morte di una persona), per riuscire a salvarne un’altra,sia talmente delicato, importante e “unico” da non poter essere derubricato a mero spot, ancorchè spinto dalle migliori intenzioni!…. Provate a pensare a chi “aspetta un organo: vive con l’ angoscia di non riuscire ad arrivare in sala operatoria per essere trapiantato…. vive con il dolore terribile nell’attesa che un’altra persona muoia per poter continuare a vivere….. Infine giunge quel momento, l’organo è disponibile e, se tutto procede per il meglio, si assiste ad una rinascita. Ma a questo punto si pensa soltanto a chi ,con la sua morte ,ha permesso tutto ciò….e si prova ad immaginare come era fatto….quanti anni aveva ….di che colore era la sua pelle….. e si insinua uno sdoppiamento terribile….si vorrebbe essere felici, ma ci si sente in colpa per esserlo….
    Questi stati d’animo sono fuori da ogni logica e chi li vive rimane segnato per il resto dei suoi giorni. Chi sta vicino ad un paziente trapiantato vive anch’esso questo sdoppiamento con,talvolta anche la conoscenza dell’identità del donatore.
    Nel vedere il discusso spot ,inizialmente ho quasi sorriso conoscendo la felicità di chi ritorna a vivere……..ma poi ho pensato a chi non aveva più accanto a sè un fratello…un amico …un genitore…… Queste ,innanzi tutto sono le persone da rispettare e ammirare per il loro gesto encomiabile e proprio per questo non devono essere sottoposte all’ oltraggio di uno spot . Anche qui la questione diventa culturale : perchè dobbiamo ricorrere a stereotipi così superficiali per un messaggio così alto rischiando peraltro interpretazioni improvvisate ? Non credo che la cultura della donazione si insinui meglio se la si ridicolizza…anzi, il rischio è proprio quello di essere spacciato per una televendita, e come tale essere vissuto .
    Ritengo pertanto l’intervento dell’On. Barracciu più che giusto poiché ha voluto affrontare l’argomento senza ipocrisie come finora è accaduto. Inoltre mi pare che una persona “eletta “ con il voto dei cittadini abbia il DOVERE di intervenire laddove si riscontrano errori fatti , invece dai soliti nominati : non credo dunque che ci si possa scagliare in modo così rozzo e volgare contro chi,in questo momento non fa che difendere i diritti dei sardi. Mi limito a questo………il prossimo capitolo potrebbe essere dedicato agli interessi della Sanità in Sardegna troppo a lungo gestita e guidata da poteri familistici e non proprio cristallini!

  7. quella della Barracciu è una polemica davvero sterile, degna della mediocrità della classe politica sarda.

    L’autogoal della Barracciu sul video del Brotzu

    • luigi s says:

      Egregio sgrz, mediocre è lo spot e coloro che lo hanno voluto e realizato. Mediocri eticamente dire. Non sempre sono d’accordo con le posizioni di francesca barracciu, che comunque stimo per il suo impegno e determinazione, ma questa volta ha ragione da vendere.Il video è a dir poco imbarazzante e dè giusto farne un caso politicoperchè si tratta di una azienda della regone. Peraltro, come dice (qui sotto) la signora Brai, francesca barracciu non solo e’ titolata dai voti a prendere posizione su tutto ciò che ritiene ma, secondo me, ha il dovere di farlo proprio in virtù di quella marea di voti. peraltro che la sanità sarda e il brotzu in particolare siano gestiti dalla massoneria è cosa nota!

      • egregio Luigi, Chi vuole perdere tempo dietro a queste sterili polemiche faccia pure. A me interessano i fatti rappresentati dell’enorme e positivo lavoro che fanno al Brotzu per promuovere la cultura dei trapianti.
        L’onorevole Barracciu è titolata a prendere quelle posizioni perchè ha preso 5000 voti? Non lo metto in dubbio: sono molti i politici che vengono eletti a tutti i livelli perchè dicono e fanno sciocchezze. D’altronde essendo un rappresenta di un assemblea eletta democraticamente, i cittadini elettori hanno ugualmente titolo per criticarla.

    • ZunkBuster says:

      Ciao, Emanuele 🙂

    • Anonimo says:

      Grande Barracciu! Perché negare che al Brotzu come in altre strutture sanitarie vivono ‘fratelli’. E perché negare il compasso nelle tasche di sanna e tutti gli altri. E tu biolchini? Ma perché i massoni sardi nn fanno outing così si smette di parlare di cavolate e pubblicamente si parla di massoneria come vuole la tradizione

  8. Tecla Brai says:

    Eliseo Spiga dedicò il suo ultimo libro a suo figlio Lucio, morto a soli 42 anni, in attesa di un trapianto di fegato e non di un trapianto di felicità. Lucio felice lo era già!

    La dedica è questa: “A mio figlio Lucio, Abbattuto dalla società, Finito nel potere sanitario”.
    Potere sanitario che Eliseo Spiga ex massone conosceva bene, e che senza ombra di dubbio conoscono bene sia Emanuele Sanna che il Dottor Garau.

    Il Dottor Garau che ha permesso la proiezione di un video orribile, farebbe cosa gradita se andasse a dirigere un circo equestre!
    Francesca Barracciu eletta dal popolo sardo con 5800 voti, la consigliera più votata del PD e del centro-sinistra, la sesta in tutto il Consiglio Regionale può intervenire a pieno titolo su ciò che ritiene opportuno.

    Il video è indecente, chi come me e i miei figli, ha avuto un lutto familiare, di un proprio caro, in attesa di trapianto, non sorride guardando il video!

    Felici lo siamo sempre stati.

    • Massimo says:

      Domanda (senza ironia, seriamente): sei sicura che se il tuo familiare avesse ricevuto il trapianto e se la fosse cavata avrebbe poi criticato l’iniziativa di Garau? Permittimi di dubitarne.

  9. Pingback: Altro che video sui trapianti: Emanuele Sanna, Garau e Mondino Ibba, compassi e un occhio solo”! Ceeh, la Massoneria al Brotzu! Memorabile!

  10. andrea s says:

    Sono il papà (quello che indico è uno pseudonimo) di un ragazzo che ha perso la vita qualche anno fa e che ha consentito ad un’altra persona di ricominciare a vivere. Il dolore non ci abbandona mai così come il ricordo di nostro figlio sempre presente nella nostra vita, nella nostra casa, ovunque ci giriamo. Ma è di un certo sollievo sapere che una parte di lui vive ancora in un altro corpo. Come dice bene l’onorevole Barracciu il trapianto è di fatto una medaglia a due facce: una porta il dolore cupo, l’altra una certa gioia (grande per il trapiantato e i suoi famigliari). Per questo motivo concordo con Barracciu, per questa duplice implicazione infatti il video spot che ho visto mi ha fatto inorridire e profondamente indignato avendo, con quello spettacolo squallido, offeso innanzitutto la memoria di mio figlio. Credo che sia utile solo ai medici e agli infermieri che (dio li benedica) ogni giorno hanno a che fare con i trapianti ed hanno bisogno di esorcizzare la complessità ed il dolore che accompagna inevitabilmente il loro lavoro. Forse è anche utile al direttore generale per differenziarsi dagli altri. Peccato che penso sia totalmente inutile per l’obiettivo che è stato invece ufficialmente dichiarato: sensibilizzare l’opinione pubblica sui trapianti! Come si può pensare di sensibilizzare le persone ad un percorso così complesso con due balleti pietosi? Si sensibilizza informando correttamente e capillarmente, non con messaggi mistificatori e che non tengono conto di chi non c’è più e dei loro famigliari. Non siamo più sicuri di mantenere i nostri impegni nell’AIDO e come noi ce ne sono tanti altri che speriamo si facciano sentire e facciano di tutto perchè quel video venga ritirato dalla circolazione. Siamo disposti a chiudere un occhio su questo scivolone del Brotzu, di chi lo ha ideato e autorizzato nella speranza che non capiti mai più. Un grazie di cuore all’onorevole Barracciu per aver sollevato il problema.
    Prego la redazione di pubblicare questo mio messaggio. Grazie

  11. ZunkBuster says:

    Stiamo allegri eh … qual’è il quadro attuale del PD regionale (quello provinciale e cittadino non ho capito se litighi poco per armonia o per totale sfinimento)?:
    Mister Fadda e mister Ladu, che sono riusciti a dare vita alla peggiore riedizione della stravecchia DC, quella che intrallazzava a destra e a manca all’insegna dell’andreottiana teoria dei due forni, facendo diventare verdi d’invidia Oppi e Mariolino Floris, per non parlare del derelitto Fantolas;
    Il dottor Emanuele Sanna, detto “Il Panda”, che non poteva che trovare affinità elettive coi primi due, giacché oltre trent’anni di militanza comunista e postcomunista non sono bastati a farlo diventare un vero compagno … casomai un “fratello”, direbbe quella malalingua di Francesca Barracciu;
    Antonello Cabras, ancora così stontonato per l’uppercut ricevuto da Massimeddu Zedda (e non si sa se sia stata più dolorosa per il baffetto di Sant’Antioco la vittoria di Zedda alle primarie o quella alle elezioni vere …) che ormai da ben pochi segni di vita, e quando li da puntualmente spara cazzate memorabili (vedasi questione radar);
    Renato Soru che faceva la morale a tutti e pare abbia qualche problemino di evasione fiscale;
    Grazianeddu Milia, imperdonabile responsabile morale della riesumazione del bollitissimo Emanuele Sanna, che il carisma ce l’avrebbe ma non si sa per fare cosa se non per le proprie personali aspettative di carriera;
    Gianvalerio Sanna che, novello Buck, ha puntualmente sentito il richiamo della foresta democristiana, sentendo stretto l’abito di moralista soriano;
    Silvio Lai … vabbeh che c’è da dire di Silvio Lai? E’ semplicemente il nulla.
    Si salvano, forse, solo la Barracciu e i lettiani. Un po’ poco per un partito delle dimensioni e delle ambizioni del PD.
    Qualcuno faccia qualcosa … AIUTOOOOOOOOOOOOOO!

  12. Sullo spot dico questo: è stato girato con soldi non pubblici. In merito agli operatori-attori, possono avere partecipato anche in orario extra-lavorativo.E se anche fosse? Andiamo a fare demagogia solo perche’la stessa idea non è venuta all’epoca della Dirindin?.Premetto che quest’ultima, per me, è stato un ottimo assessore della Sanità. Il problema del Partito Democratico, soprattutto a livello dirigenziale, è quello di assicurarsi un posto in politica. Emanuele Sanna,a mio avviso, dovrebbe semplicemente ritirarsi ed a mio avviso, non vedo nel PD elementi in grado di raccogliere attorno a se grande successo. La Barracciu cavalca l’onda per risolvere i suoi problemi con la dirigenza. In merito all’elezione di Maurizio Chessa, quest’ultimo e’solo il cavallino di una parte politica. C’e’quello di Fadda, quello di Sanna, quello di Pacifico, ecc..Per cui, e’una spartizione del potere.

  13. confusion says:

    questo PD in nevrosi isterica sarebbe l’alternativa all’attuale governo regionale?( lo stesso si dica a livello nazionale). Aggittoriu!!!!!!!

  14. Ascò oh Soviet, arrogante lo sei ed anche presuntuosetto! Ma che mi puoi insegnare tu? Ma che ragionamenti non vale la pena fare con me? Ma lo vedi che sei tu che non vuoi capire, continua così mi raccomando. Se speri nelle disgrazie degli altri partiti, anzichè darti da fare per costruire un centrosinistra forte, ebbene continua pure. I fondamentali (così li definiamo in gergo calcistico!) mi mancano? Bah, dopo le Frattocchie e successivamente Ariccia, forse hai ragione tu, un po di scuola politica mi ci vuole! Comunque ai tempi della Congera non eri così…
    Massoni, mattoni, medici e…. crobu cun crobu non s’indi tiranta s’ogu!

    • Soviet says:

      Finalmente una cosa su cui siamo d’accordo: non sono proprio in grado di insegnarti niente. Non ci perderò il sonno…

  15. antonella murgia says:

    per quell’ignavo che parla di cose che non sa. Francesca Barracciu è tra le poche dirigenti regionali del pd ad avere fatto lealmente la campagna elettorale per zedda senza risparmiare tempo e fatica. d’altronde basta chiederlo a zedda stesso. ha fatto, insieme a tanti di noi, volantinaggio, porta a porta e iniziative pubbliche. il risultato non solo è aver contribuito all’elezione di zedda ma anche aver eletto un consigliere comunale pd che si chiama maurizio chessa. detto questo, sono certa che gli intendimenti di coloro che hanno girato il video fossero positivi ma non per questo è accettabile. Anzi credo proprio che sia di cattivo gusto e offensivo per chi ha sofferto e sicuramente soffre ancora e soffre anche se prova gioia per chi, grazie al trapianto, vive una vita migliore. Quindi barracciu ha ragione da vendere e fa bene ad approfondire la questione d’altronde è suo dovere di consigliere regionale sapere cosa succede nelle aziende pubbliche regionali. Io stessa come cittadina che paga le tasse voglio sapere e capire come sia possibile che in un ospedale pubblico ad un certo punto si interrompe di lavorare per girare uno spot ridicolo ed anche patetico. e voglio sapere se un certo garau pagato profumatamente per fare il direttore è all’altezza del suo compito e se ha i titoli. Tra l’altro in mezzo a tutta quella opposizione che siede in regione è l’unica che fa sentire la propria voce con determinazione senza timore che la destra possa risentirsi. La maggior parte di quella opposizione ci pensa due volte prima di attaccare la destra che governa non sia mai che poi Cappellacci e compagni neghino le marchette che in tanti continuano a chiedere.
    Francesca Presidente della Regione!

    • Anonimo says:

      Siccome Soru sarà costretto a lasciare il PD per candidarsi alle primarie del centrosinistra, vista la condanna tributaria, la Barracciu sta già eseguendo gli ordini del suo padrone, come tutti fanno nel PD abituato alla lotta fra bande. Non c’è nulla di eroico in questo gesto solo pubblicitario, fintamente coraggioso e sostanzialmente di bassissimo profilo.

  16. che differenza c’e tra emaunele sanna ,un muratore e un carpentiere ? niente a parte il fatto che tutti questi lavorano per la stessa societa’la massoneria negli ospedali esiste, dentro ci sono persone di destra e purtoppo anche di sinistra

  17. Rispettabili le opinioni di tutti. Del tutto estraneo alle tematiche del partito democratico, ricordo solo la data delle elezioni comunali stravinte da Massimo Zedda. Essendo un rappresentante di lsita del Pd, quando gia’si sapeva chi avesse vinto, mi reco in via Emila per portare i dati della mia sezione. Dopo 18 anni, il centrosinistra strappava il Comune alla destra. Mi aspettavo champagne, feste, cannonau, ecc. Invece, la onorevole Barracciu se se stava tranquillamente seduta in scrivania a guardare il tg3 che diffondeva i risultati elettorali..Cazzarola..dico io..abbiamo vinto..casino. Puoi essere glaciale o no ma la sensazione che ho avuto è che quasi le dispiacesse che un esponente di Sel avesse vinto le elezioni. E poi…tutta pomposa vederla abbracciare il neo sindaco in piazza del Carmine.
    Come ha detto qualcuno, cerca visibilità e lo spot del Brotzu, a mio avviso, è abbastanza carino. A chi dice che la realtà non è come quella che si vede, rispondo che nemmeno il Pd e’come lo si vuole mostrare. Lo spot ha un messaggio inequivocabile: la vita riprende a sorridere dopo il trapianto. Certo. Le persone che hanno perso un parente o amico, conoscono il dolore ma credo che se decidono per l’espianto, sanno di compiere un gesto che possa restituire il sorriso ai trapiantati. Dovremo sempre incutere il buio, la rassegnazione, la tristezza?
    La Barracciu e’sempre presente ai comizi, agli scioperi ma rappresenta comunque solo una frangia del Partito Democratico..Se poi utilizza il Brotzu ed il suo video, per scornarsi con Emanuele Sanna, sono affari loro. Dico una cosa. Mi avete deluso.

  18. Indignati e basta says:

    Intanto il video ha lo stemma istituzionale della Regione Sardegna e come rappresentante del consiglio la Barracciu ha fatto bene. Se poi il video avesse avuto il solo scopo di utilizzo in un convegno perchè renderlo pubblico? Ma la damanda è un’altra.. chi ha sponsorizzato economicamente il video ? quale casa farmaceutica lo ha fatto ? era legittimo ? il personale che ha partecipato al ballo ed al trenino era in ferie ?. E’ consuetudine durante la giornata di lavoro in un ospedale pubblico che il manager ogni mattina si faccia un balletto con il personale? Non credo che la Barracciu abbia voluto mettere in discussione l’operato dei medici e del personale sanitario , quanto porre un problema politico serio . Quale rispetto al buon gusto e la sensibilità delle persone e di coloro che in questo video si sentono offese o rivivono tragicamente un proprio dolore?. Credo che l’On barracciu abbia fatto una cosa giustissima porre un problema politico . Lo ha fatto direttamente rivolgendosi al referente politico che ancora non ha risposto !!! , mentre, putroppo, hanno risposto personaggi di cui tutti sappiamo la provenienza e le frequentazioni (vedi verdini). Che dire di Sanna poi ? la sua storia poitica credo sia nota a tutti i Sardi e credo abbiano anche una certa stanchezza nel sentirlo parlare e scrivere. Certamente non ho visto i suoi interventi sulla stampa contro i suoi amici di partito a proposito di quello squallore che è stata la vicenda dell’ANCI. Tantomeno si è risentito quando gli è stato affidato per grandi meriti politici IL CASIC. Che si preoccupi di questo !! On.le Barracciu vada avanti così, sempre ,senza peli sulla lingua e portando avanti battaglie giuste, facendo una giusta opposizione come ha sempre fatto. non si lasci intimorire da nessuno tanto meno dai suoi veteri compagni di partito , avrà sempre il nostro sostegno

  19. Anonimo says:

    La solita guerra tra bande nel PD. Uno spettacolo indegno.

  20. sardinian observer says:

    Non capisco una cosa. Se Emanuele Sanna e quell’altro, Garau mi se non sbaglio, si offendono e minacciano querele se accostati alla Massoneria, allora ritengono tale accostamento indegno?
    Vito mi aiuti a capire?
    P. S. Carboni e Verdini? Cosa hanno in comune con questo Garau? Ma questo Garau che cosa fa nella vita?

    • ZunkBuster says:

      Non vedo perché essere tacciati di appartenenza alla massoneria debba ritenersi diffamatorio: fino a prova contraria le logge massoniche sono lecite nel nostro Paese e che possano essere centri di malaffare va dimostrato prove alla mano (che alcuni massoni siano oltremodo maneggioni è un altro discorso).
      Personalmente conosco massoni che sono autentici furfanti ed altri che sono squisiti gentiluomini.
      In ogni caso Emanuele Sanna, che sia massone o dell’Opus Dei, che sia rotariano o Cavaliere di Malta, non mi è mai piaciuto e non credo proprio di essere il solo … girano tante leggende metropolitane secondo cui Massimo Zedda avrebbe pianificato passo passo ogni gradino della sua carriera politica, manco fosse l’imperatore Augusto, ma voci dal sen sfuggite dicono ad esempio che l’attuale sindaco di Cagliari, mai transitato per rifondazione, abbia iniziato a trovarsi male nei DS proprio a causa di qualche mazziere dell’uomo di Samugheo …

  21. Come se il presidente di una società che gestisce un inceneritore dissertasse di “salute”: grottesco.

  22. anna laura says:

    barracciu è grande e come sempre dice quello che pensa. Quel video è una vergogna perchè offende la memoria di coloro che hanno perso la vita e donato i loro organi in favore di un’altra vita in difficoltà. Il dr emanuele sanna ha perso un’occasione per stare zitto e sdarebbe ora che si ritirasse a vita privata, perchè no si dedicasse anche alle sue riunioni segrete, ma smetta di occuparsi della cosa pubblica! francesca vai avanti così…non ti curar di loro ma guarda e passa…

  23. ZunkBuster says:

    Articolo 1. Emanuele Sanna ha torto. Articolo 2. Emanuele Sanna ha sempre torto. Articolo 3. Nel caso eccezionale che Emanuele Sanna abbia ragione entreranno immediatamente in vigore gli articoli 1 e 2.
    Brava Barracciu!!!
    Ma quelli che s’indignano qui? Tutti della corrente di Emanuele o tutti difensori del Grande Oriente?

  24. Soviet says:

    Concordo con Vito, quello della Barracciu è un comunicato mitologico. Non so se l’ha scritto lei oppure no, però è un siluro perfetto. Ma i siluri perfetti possono essere anche sparati verso il niente: restano perfetti nella forma, nella letalità, nella traiettoria, ma inutili di fatto…un esercizio di stile (e che stile! Ci sono passaggi che avrei voluto scrivere io…) che potrebbe avere ripercussioni pesanti all’interno del PD e di tutto il centrosinistra. La Barracciu ha valutato, da politica ormai esperta, le conseguenze di questo suo passaggio? Cioè è in atto una redde rationem tra vecchi e nuovi leader del PD sul modello dei giovani turchi democristiani (quando un tipino come Cossiga, almeno così mi raccontano, fece letteralmente fuori dal punto di vista politico suo suocero…). Se così fosse il tutto potrebbe pure essere positivo, perché avrebbe un senso politico di ricambio, anche brusco della classe dirigente. Se invece non è lo squillo di tromba che segnala l’ora X, ma semplicemente uno scambio dovuto a stizza o antipatia personale o qualsiasi altra cosa che non abbia un disegno politico dietro, siamo alla guerra per una secchia rapita…

    • Neo Anderthal says:

      Se non stanno un po’ attenti potrebbero essere squilli di tomba, però.
      Mi rincresce davvero che la Barracciu, che stimo, adoperi un pretesto così esile per lanciare i suoi strali.
      In una contesa interna al PD finiscono non solo le direzioni sanitarie ma anche gli operatori -che andrebbero lasciati fuori ad ogni costo- di un servizio meritevole di encomio.
      Il fatto poi che “dice come sempre quello che pensa”, come affermato più sopra da Anna Laura, mi allarma.
      Come prima cosa potrebbe invertire l’ordine della procedura, e pensare sempre a quello che dice -ma probabilmente lo ha fatto, e questo è il frutto-, ma ancora mi potrei stupire per l’avverbio “sempre”. La Onorevole Barracciu scopre solo ora certe aderenze o certe visioni e valutazioni monocole e compassate? Se le conosce da molto e pensa che facciano scandalo o siano comunque improprie perché lo dice solo ora? Vorrà questo significare che non dice “sempre” quello che pensa, ma che dice quello che pensa solo in particolari occasioni?

  25. “Pitticca puru!” Certo Barracciu non le ha mandate a dire.

  26. stato@libero.it says:

    Continuano ad annientarsi da soli. Chiamate l’Onu.

    PROVINCIA NUORO: PRESIDENTE DERIU QUERELA ARBAU PER DIFFAMAZIONE
    (AGI) – Nuoro, 12 ott. – Il presidente della Provincia di Nuoro, Roberto Deriu, ha annunciato di aver querelato per diffamazione stamane il consigliere provinciale Efisio Arbau, gia’ compagno di partito nel Pd e suo rivale alle elezioni per la presidenza nel maggio 2010, con il quale e’ in corso da tempo una pesante diabtriba politica. “Non sono disponibile a subire contumelie e aggressioni verbali che nulla hanno a che fare con il confronto politico, anche acceso, ma che deve pur sempre mantenersi nei limiti della civile contrapposizione”, afferma Deriu, in riferimento a dichiarazioni del rivale, avvocato ed ex sindaco di Ollolai, pubblicate sul suo blog http://www.efisioarbau.it.

  27. vicino di casa says:

    purtroppo la Barracciu riesce per l’ennesima volta a parlare di una questione (presumibilmente) non capendone nulla.
    io sospetto solo che ruoli abbia in ballo alle prossime regionali,visto la fama di visibilità che famelica la fà salire su ogni palco e comparire in tv con ritmi berlusconiani.
    vogliamo parlare della sparata sulla decadenza universitaria?
    la povera franceschina dovrebbe preoccuparsi di dare più attenzione al suo “colleggio elettorale” visto la batosta clamorosa alle comunali di Sorgono.
    veramente……di personaggi cosi a sinistra non ce ne facciamo nulla

  28. Ah! le lotte fratricide! Lo sport più diffuso nel PD: creare fratture per affossare i propri compagnucci. Oh Yeah!

  29. Solitamente i soriani non mi aggradano, ma questa volta un applauso a scena aperta a Checca. La missiva è bellissima, dal punto di vista tecnico stilistico-testuale. Il riferimento a Suelli come massonico “obsculum mundi” è un tocco di classe.

  30. la Barracciu ci è rimasta male. Si aspettava un bel brava per la nuova brillante polemica politica escogitata, con tanto di richiesta di dimissioni a tappeto.. E non poteva mancare l’elegante riferimento alle alcove berlusconiane. Ma è proprio la delicatezza del tema trattato per cui si indigna così tanto a nome dei sardi, a non accettare, da parte dei sardi stessi, strumentalità politica da quattro soldi, in luogo di un pacato confronto quele quello che ha avuto luogo su queste pagine. La sua reazione scomposta è parsa inappropriata, tanto da non trovare seguito neppure nel suo partito.
    Ora ha la bava alla bocca.. e infila in mezzo complottismi, massoneria e altri temi ad altro potenziale di indignazione. Si copre di ridicolo.

  31. Daniele G says:

    Niente di nuovo.. basta farsi una passeggiata in piazza Indipendenza verso le sette e mezza, oppure scaricare da internet l’elenco dei massoni chiagliaritani: sono tutti lì.

  32. certo che siamo messi davvero male ..il pdl gestisce il potere e accomoda le leggi, il pd si scanna ,tra vecchi e nuovi, le correnti sono le stesse della vecchia balena bianca ma molto meno capaci politicamente parlando ..o da qualche parte viene fuori una figura che compatti tutti o andremo pure al governo regionale ma solo per alternanza crollando come è crollato soru…DESOLATION!!!

  33. Brava Compagna! Così bisogna essere!!! Per carità legittimo il messaggio del video, pieno rispetto per i Medici tutti. C’è però una questione politica: il Brotzu non è il Feudo di nessuno! E Sel dov’è???? Quando si parla di Massoni, sempre nascosti eh? Ajò questo è un caso da prendere con le pinze lo sò, ma voglio conoscere il vostro pensiero su questa vicenda! Eh non è che sulle cazzate facciamo le pinniche e sulle cose macroscopiche, che meritano, lassausu perdi? Ajò compagni facciamoci sentire!

    • Soviet says:

      Ma tu non sei Zorro, tu sei la reincarnazione della buon’anima di Gabriella Ferri che canta “dove sta Zazà”… Credo che SEL reputi altre le priorità, che intervenire su un filmino proiettato su Youtube, per esempio stabilizzare precari per un pugno di voti. Meglio massacrarsi in casa, in effetti…

      • Il filmino? Lo sto preparando ma tu Soviet promettimi che non scapperai durante la proiezione! La ” Corazzata Potyonki (tu che sei esperto così si scrive?) è pronta e servita!!!
        Il massacro in casa? No no credimi abbiamo di meglio da fare, con la gente. Hai presente la gente, il popolo, mì quelle persone che qualche volta ci votano, proprio quelle che non frequentano i salotti della cagliari-bene o qualche birreria di qua e di là! Dove stà Zazà? No no dove stà Michè…!!!
        Perdiamo le primarie? Ah ti riferisci a Cagliari! Le perdiamo quando c’è da perderle (ed io sono contento di averle perse!) le vinciamo quando c’è da vincerle!

        • Neo Anderthal says:

          Si scrive: “La corazzata Potëmkin”, in russo Бронено́сец Потёмкин, Bronenosets Potëmkin.
          E come in ogni Kolossal che si rispetti lo affolla un “cast of thousands”.
          Sicuro di poter radunare migliaia di persone, anche se fossero solo comparse?

        • Soviet says:

          Ma allora tu abbondi di zafferano!

        • Neo Anderthal says:

          Ebbene sì.
          Vado nel Medio Campidano -quasi- tutti i maledetti giorni!

        • Soviet says:

          Cioè, Michele Piras sarebbe dovuto intervenire per dire che ha ragione la Barracciu contro Emanuele Sanna o Emanuele Sanna nei confronti della Barracciu? Magari starà aspettando che si pronunci Silvio Lai su qualcosa che riguardi SEL. Comunque, se non vi state massacrando, buon per voi. Diciamo che a leggere i comunicati che si scambiano il vice presidente del PD (che si firma usando questa carica) e un autorevole (può piacere o non piacere, ma così è) esponente dello stesso partito non si direbbe. Ma non e cane tu sei il mio commilitone Porcu, quello che aveva come motto: “negadì sempri!” ? Se sei tu, tanti saluti!

        • Soviet says:

          Leggo sul giornale di oggi della sortita di Gian Valerio Sanna che segnala “vecchie pulsioni egemoniche e piccole storie da signorotti di quartiere”, “errori, limiti e inadeguatezze di chi ha le più alte responsabilità di guida”, della risposta di Mario Bruno – “Il partito democratico è a un bivio, deve decidere se confrontarsi su una diversa idea di Sardegna e sul programma per tornare alla guida della regione, oppure disintegrarsi nelle guerre intestine tra clan”. Tutte affermazioni riportate col virgolettato. Quindi c’è Zorro che che il PD che ha meglio da fare che massacrarsi in casa (tipo vincere dove vince e perdere dove perde…geniale!), mentre l’ex capogruppo in consiglio regionale denuncia il rischio di disgregazione per guerre intestine tra clan. Chi avrà ragione? E soprattutto cosa starà facendo Michele Piras per evitare tutto questo?

        • Io lo sò che fa il buon Michè! Nulla o quasi, mentre invece autorevolezza vuole che per fare un grande centrosinistra Sardo, quando sente che si parla di massoni o Suelli, zacchettè intervengo!!!!

        • Soviet says:

          Certo che tu sarai una volpe, ma non certo un’aquila! Comunque, mi arrendo, discutere con te è solo una perdita di tempo. Sarò anche politicamente scorretto, antipatico, presuntuoso, ma tu non sei proprio all’altezza di un ragionamento minimamente argomentato. Perciò adios, impara i rudimenti e poi si vedrà.

  34. poi la gente si chiede perché hanno perso le primarie

  35. Luigi Zorcolo says:

    Qualcuno dovrebbe dire alla Barracciu che la cacca piu’ la rigiri e piu’ puzza!!!!

    Ha fatto una pessima figura a voler a tutti i costi dare una valenza politica ad un innocente video, che puo’ piacere o meno, ma che non ha fini occulti, e si e’ ampiamente meritata la “tirata di orecchie” di Emanuele Sanna.
    Ora tira in ballo la Massoneria, perche’ quella ci sta sempre bene. Quando si dice avere argoment…..

    Non se ne e’ accorta che e’ stata criticata perfino da il Fatto Quotidiano, giornale certamente lontano da compassi e grembiulini?

    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/10/09/caro-pd-cantando-ballando-che-male-ti-fo/162634/

  36. Massimo says:

    Richiamo l’attenzione su come si è firmata la Barracciu, impegnando così il partito. Che non è un particolare di poco conto. Si annienteranno da soli, basta lasciarli fare.

  37. luca pinna says:

    BESTIALE !!

  38. Sono basito.
    Francamente, l’intervento – da medico e da politico – di Emanuele Sanna mi è sembrato abbondantemente nelle righe, e non tale da scatenare questa furia.
    Lo rileggerò…

  39. Daniele Addis says:

    Mah, a me sembra che la Barracciu abbia reagito in maniera esagerata a questo video. Poi, una volta accortasene ha preferito la vecchia tattica Berlusconiana di rilanciare invece di fare un passo indietro che sarebbe stato molto più dignitoso.

  40. gentarrubia says:

    …anche il finale con Garau PR a Suelli non è affatto male

  41. Aemilius says:

    Se, anzichè sbizzarrirsi a evocare massonerie e poteri occulti, i dirigenti del PD – soprattutto quelli che si presentano come duri&puri – avessero una volta la sincerità di ammettere con quale tipo di personale politico condividono appartenenza, militanza, tessera, fortune elettorali e governative……..
    Giustamente dice De Andrè:
    “Se fossi stato al vostro posto…
    ma al vostro posto non ci so stare.”

  42. Stefano reloaded says:

    In allegato al comunicato stampa, una pratica griglia di Cardano per i più turrati.

    • Neo Anderthal says:

      E una griglia per Cardanche, per quelle più pericolose, da poltrona, la vogliamo allegare?

      • Stefano reloaded says:

        Alleghiamo…
        e alleghiamone (per i partecipanti alla discussione residenti fuori dal Campidano di Cagliari).

  43. supresidenti says:

    bestiale..

  44. Antonio says:

    Mah, probabilmente Garau non possiede i titoli per fare il Direttore Generale. Peraltro non sono pochissimi i sardi che si chiedono quali titoli possegga l’Onorevole Barracciu per fare il consigliere regionale. Io non so quanto, e se, c’entri la Massoneria nello spot del Brotzu. Conosco però, molti degli “attori” che compaiono nel video (per disgrazia faccio il medico: spero che questo non mi valga un avviso di garanzia… o di massoneria da parte della Barracciu). Ebbene, eticissimo onorevole, quei medici sono, da anni, medici in prima linea non solo sul fronte dei trapianti (Mauro Frongia – senza che il suo nome comparisse mai in prima pagina – ne ha effettuato centinaia), ma con professionalità e umiltà esemplari, erogano, giorno per giorno, prestazioni sanitarie oltremodo qualificate e di assoluta eccellenza. Parliamo di sanità pubblica, onorevole!. Lo spot sui trapianti è gentile, educato, discreto, buono. Spot pensato e voluto – da quel che si legge – dai medici dell’Urologia, non dal Direttore Generale del Brotzu. Probabilmente non sarebbe piaciuto al venerabile Jorge, che – come noto – pensava che “il riso e cosa assai vicina alla morte e alla corruzione del corpo”- Magari…ad Almodovar, ecco, ad Amodovar sarebbe piaciuto.Comunque, pazienza. E pazienza se non è piaciuto a lei, onorevole Barracciu. D’altra parte, la capisco: in un modo o in un altro, bisogna pure che qualcuno si ricordi della sua onorevole esistenza. Forse non è un regalo che si addice ad una vera “indignada” come lei, epperò un un regalo mi sento proprio di farglielo: vada a riascoltarsi (o magari ad ascoltarsi per la prima volta in vita sua) “Libera nos Domine” di Francesco Guccini”. Una generazione intera si è formata, un pò, anche su quella canzone. Una generazione, forse meno onorevole, ma certamente non peggiore della sua.
    Senza asprezza ma con grande amarezza
    Wertheimer

  45. Neo Anderthal says:

    Tra le dichiarazioMi che “capisco essere indotte da un’affinata pratica, comune anche a Garau, a misurare le questioni con un compasso discrezionale e un solo occhio”…
    e la “professionalità degli operatori sanitari che, al contrario, stimo ed ammiro”…
    manca soltanto un accenno ad Anubi, la nota divinità “a conch’e cani”, che probabilNente ha sorvegliato il rito della compilazioMe degli interveMti di Ibba & Sanna e poi siaNo a posto.

    Simpatico anche lo “stimo e ammiro”. Metaforicamente la Barracciu li “prencia”, ovvero li stira – anche se il verbo è adoperato più spesso nell’accezione traslata di “investire con la macchina” prenciare vuol dire stirare- anche se li ammira, come usasse il celebre appretto spray.
    Trovo ancora una volta sproporzionata la reazione e l’intervento della Barracciu, però mi ha davvero strappato un sorriso.

  46. Giovanni says:

    Povera Barracciu….ormai sola, accusa chiunque, chissà per quale motivo…..tutti colpevoli Sanna, Garau, Ibba, le associazioni, i medici, gli infermieri, tutto il personale, i trapiantati, gli organi di stampa……
    Peccato che il bagaglino abbia chiuso, solo in un contesto simile potrebbe far politica anche se invece che ridere farebbe piangere……

  47. Botero says:

    Silvio Lai ti prego prenditi questa e riportala sulla terra. Spiegale con parole semplici che si tratta di video realizzato per essere proiettato alla fine di un congresso per medici, quando dopo una giornata di presentazioni e slides non proprio ilari, si proietta un video leggero, simpatico e divertente (mi rendo conto, concetti difficili per una che sembra uscita dalla Famiglia Addams) mentre i medici si scambiano biglietti da visita e pacche sulle spalle. Poi qualcuno fa la fesseria di mandarlo su YT, ma questa è un’altra storia…

  48. Gianluca says:

    Il delirio del PD

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: