Cagliari / Politica / Sardegna

Ecco i nomi della nuova Giunta di Cagliari scelti dal sindaco Zedda!

Volevate i nomi della nuova Giunta di Cagliari? Eccoli, in anteprima per voi.

Massimo Zedda – Sindaco

Paola Piras – Vicesindaco, Assessorato agli Affari Generali
Preside della facoltà di Scienze Politiche

Paolo Frau – Assessorato all’Urbanistica
Già capogruppo dei Ds in consiglio comunale negli anni ’90, ora in quota Sel

Mauro Coni – Assessorato ai Trasporti

Gabor Pinna – Assessorato al Bilancio
Già segretario regionale della Fgci, è stato consulente dell’assessore regionale ai Trasporti Broccia (giunta Soru)

Pierluigi Leo – assessorato ai Servizi Tecnologici
Direttore generale della presidenza della Regione con Federico Palomba

Maria Luisa Marras – Assessorato ai Lavori Pubblici
Già direttore generale dell’assessorato regionale alla Pubblica Istruzione, ora dirigente regionale agli Enti Locali

Luisa Sassu – Assessorato al Personale
Area Cgil

Barbara Argiolas – Assessorato alle Attività Produttive e al Turismo
Area Soru

Enrica Puggioni – Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione

Susanna Orrù – Assessorato alle Politiche Sociali
Area Sel

Presidente del Consiglio Comunale sarà Ninni Depau (Pd)
Vicepresidenti Sandro Vargiu (Riformatori) e Giuseppe Andreozzi (Rossomori)

71 Commenti

  1. non si capisce perchè una persona istruita, colta, laureata non possa essere di sinistra! Abbiamo forse deciso che quelli di sinistra oltre ad essere sporchi devono anche essere ignoranti? complimenti all’assessore Puggioni. Possiamo solo chiederle (pretendere?) che metta in pratica tutte le sue conoscenze ed attendere di vedere i risultati. Io ci sto.

  2. Sasuke says:

    In effetti leggo un po’ troppa ingerenza di Soru nella formazione… Spero che Massimo non si faccia fregare dal Soru-mantide.

  3. kaliffo says:

    mi sembrano persone per bene, d’altronde io sono uno di quegli elettori moderati che piuttosto che vedere i giagoni, farris,anselmi piras assessori ho votato zedda. e’ questo il problema del pdl, ha una classe politica impresentabile.e il futuro mi sembra molto grigio….

  4. Alessandro Mongili says:

    Beh, almeno lasciamoli lavorare, vediamo che cosa hanno fatto ma soprattutto quello che faranno, e speriamo che migliorino questa città, insieme a noi. >Poi, certo, il parto è stato faticoso, ma le condizioni non erano delle migliori.

  5. l’unica cosa strana , e per me’ fuori luogo e che i nuovi assessori nelle ultime elezioni non si sono candidati, gente semi sconosciuta e credo che la maggior parte degli elettori non conosce o sbaglio?

    • p. nicola simeone says:

      perché si parte dal presupposto che un assessore debba essere un candidato? e gli elettori chi conoscono? il politico di quartiere cui ci si rivolge per …oppure quello cui viene dato spazio dalla stampa locale?…magari gli elettori che si muovono, si danno da fare in qualche settore conoscono qualche nome attivo negli stessi; ma gli altri?

  6. Francesca says:

    grazie Paola. Il curriculum è molto incentrato sulle lingue…speriamo che se la cavi anche dal punto di vista manageriale!!!

  7. Però piccioccusu….
    a me sta bene Ninni De Pau Presidente del Consiglio ma, se è vero quello che scrive Pubusa, mi pare davvero molto grave.
    Pare che fosse già stato nominato Dore dell’IDV e che il suo nome sia stato depennato nelle tenebre della notte in quanto, senza la Presidenza del Consiglio, il PD abbia minacciato l’appoggio esterno.
    ESAGERAUSU.
    Sarà anche una nomina di peso e di prestigio ma rimane il fatto che sicuramente il PD ha avuto la sua parte di merito nella campagna elettorale ma, nel caso specifico, quello che ha vinto le elezioni è Zedda e nessuno mi toglie dalla testa che abbia vinto proprio perchè rappresentava un modello e una linea di tendenza forse perfino e anche un po distinta e distante da certi modi di proporsi e di presentarsi.
    SI YES
    Un po esagerato ci sembra…. si tratta del Presidente del Consiglio di Cagliari mica di Papi, il Presidente del Consglio migliore delle galassie, migliore di De Gasperi e comunque il migliore degli ultimi 150 anni e dei secoli dei secoli (quello solo lui può essere).
    Se la notizia è vera non ci piace, ecco, insomma.
    E questo a prescindere da Ninni De Pau che ci auguriamo sia un bravissimo Presidente del Consiglio.
    Mellus de Papi de siguru!!!

    • ZunkBuster says:

      Il sindaco doveva scegliere innanzitutto PERSONE COMPETENTI e sembra che l’abbia fatto, anche se i profili di alcuni assessori poco conosciuti andranno approfonditi. Non ci sarebbe stato il problema delle forze minore se non si fosse posto il problema del PD, con tutte le correnti, compresa perfino quella di Paolo Fadda, precipitatesi a partecipare al banchetto. Purtroppo ci sono piccoli burocrati di partito che sanno bene che non riusciranno mai a vincere un’elezione, visto che oggigiorno non usano più le preferenze bloccate e zonizzate del vecchio PCI (peraltro già nella Rifondazione del 1992 venivano ampiamente disattese, doveva andare in parlamento Walter Piludu e invece ci finì Gianni Sarritzu) e hanno cercato di entrare nel banchetto, magari travestendosi da tecnici. Le regole della democrazia sono diverse, almeno sotto il centrosinistra e non sotto il PDL dove imperano i Farris e gli Anselmi Piras: o ti fai eleggere o, se cerchi di fare comunque l’assessore, devi avere un curriculum coi controcoglioni. Inizialmente si rischiava la Valentina di Crepax vicesindaco, abbiamo la professoressa Piras, scusate se è poco. GRAZIE MASSIMO!!!!

    • Soviet says:

      E’ la legge del karma…deriva dal fatto che Federico Palomba, leader dell’IDV sardo, si fece dare il nome di un assessore con un bigliettino per quella che poi divenne famosa appunto come la giunta di bigliettino…chi la fa l’aspetti! 🙂

  8. Ottavio says:

    Una giunta senza assessorato all’ ambiente, guidata da un sindaco di sinistra ECOLOGIA e libertà….mi fa sorridere…..aree umide, gestione rifiuti, aree dismesse….non mi sembrano argomenti per i quali basti una delega….brutta mossa!!!

    • valentina says:

      In effetti lascia un po’ perplessi. Spero che Zedda abbia in mente qualcosa di alternativo e di valido.

      • Matteo says:

        E’ noto che l’ambiente sia accorpato con Urbanistica: l’assessorato di Paolo Frau comprende Urbanistica, Edilizia privata, Ambiente, Verde pubblico e scolastico, Parchi.
        E’ altrettanto noto che la gestione rifiuti non sia assolutamente una delega dell’eventuale assessorato all’ambiente ma semmai dei servizi tecnologici. A Leo sono assegnate le deleghe a Servizi Tecnologici, Rete idrica, fogne e gas, Illuminazione pubblica, Ambiente Nettezza Urbana, Ambiente controllo inquinamento.

        Ogni assessorato non è altro che l’accorpamento di deleghe. Non capisco la critica e la proposta alternativa: fare un Assessorato all’ambiente con delega aree umide, gestione rifiuti, e aree dismesse?

  9. Enrica Puggioni: Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione
    32 anni, diploma al Collegio del mondo unito (trieste), laurea in Filosofia alla Ca’Foscari di Venezia, dottorato in Letteratura comparata, post-dottorato in Italianista a Stoccarda, grazie al programma Master and Back. Ultima occupazione all’European Patent Academy, Monaco di Baviera.
    Scrittrice e poetessa.
    Direi che le premesse sono ottime

    • Benissimo per la cultura… la pubblica istruzione magari è un’altra cosa.
      Forse era migliore la scelta precedente di tenere distinti i due assessorati.

      • p. nicola simeone says:

        magari con una dozzina e mezza di assessori ce la potevamo pure fare; sono convinto che la diminuizione degli assessorati sia un fatto importante non solo di forma…
        …per criticare perché non aspettiamo, almeno, di vederli operativi? trovo la critica preventiva un inutile esercizio

    • spigolo says:

      Mah, non la conosco, dicono tutti che è una giovane studiosa molto brillante… Ho sentito una sua dichiarazione dove parla di Monaco di Baviera come modello per Cagliari, e ho avuto un brivido. Spero soprattutto non intenda il suo incarico come una “direzione artistica” della città. Alla Giorgio Pellegrini per intenderci…

      • Anonimo says:

        dimentichi di dire che è figlia di due docenti universitari. allamfaccia delle pari opportunità. Non ti sembra che questa giunta non ha niente di sinistra ma sia piena di figli di persone note e radical chic.

        • Soviet says:

          Quindi per il fatto di essere figlia di due professori universitari non dovrebbe fare l’assessore? E cosa c’entrano le pari opportunità? Forse, a dirla col presidente Mao, la situazione è ottima quando c’è grande confusione sotto il cielo. Quando invece la confusione è da qualche parte sarei più prudente nelle valutazioni…

        • Neo Anderthal says:

          Caro anonimo, ma allora le colpe -colpe?- dei padri devono ricadere sui figli?
          E se una giovane brillante -e Enrica Puggioni lo è senza dubbio- ha la sventura di avere padre e madre che occupano un ruolo visibile, deve allora essere caricata di una qualche tara ereditaria?
          A quanto sembra il nuovo Assessore alla cultura viene da incarichi di un certo rilevo, ricoperti a Monaco di Baviera. Pensi che in Germania valga la spinta anche indiretta di un pur valido professore di statistica di una università periferica italiana, tra l’altro in materie e ambiti completamente diversi? O non è invece molto più probabile che la Puggioni, che ha un percorso di studi di grande livello, si sia semplicemente fatta un pochino di strada da sola?
          E è andata avanti benissimo, fino a che non ha ricevuto una proposta da Cagliari, per un prendere un impegno che certamente le farà perdere più di qualche treno, di qualche posizione e di diverse possibilità e nell’ambito e nel percorso che aveva scelto.
          Nonostante questo ha accettato, si è messa in gioco, riceverà critiche e farà le sue scelte e i suoi sbagli, e non so se davvero le convenga, e credo invece che abbia accettato con l’intenzione di mettersi al servizio degli interessi comuni, con l’ambizione magari di far vivere qualche idea sua, raccogliendone altre da chi ad ogni titolo si occupa del settore, sul miglioramento della vita sociale e culturale di Cagliari.
          Non sarebbe quindi meglio aspettare e vedere cosa fa, invece di sparare pregiudizi genealogici “al contrario”?

  10. Francesca says:

    chi mi sa dire qualcosa in più sull’assessore alla cultura Enrica Puggioni? Esperienza lavorativa precedente? Grazie e speriamo che la squadra lavori al meglio!!!

    • Enrica Puggioni: Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione
      32 anni, diploma al Collegio del mondo unito (trieste), laurea in Filosofia alla Ca’Foscari di Venezia, dottorato in Letteratura comparata, post-dottorato in Italianista a Stoccarda, grazie al programma Master and Back. Ultima occupazione all’European Patent Academy, Monaco di Baviera.
      Scrittrice e poetessa.

  11. Anonimo says:

    Chi mi sa dire qualcosa in più sull’Assessore alla cultura? Esperienza lavorativa precedente? Grazie!

  12. ZunkBuster says:

    Molto SEL, molto Soru, un pizzico di IDV e di Pubusa – Gruppo Fondazione Raggio (Paola Piras, già assistente di Pubusa, peraltro molto ma molto brava oltre che bellissima donna). Qualcun altro nel PD sarà scornato, ma forse i problemi maggiori li avrà Silvio Lai, a cui qualche nomina “a pera” (tipo Marcialis e Valentina) avrebbe risolto qualche residuo problemino interno.

  13. Aldo Vanini says:

    A me pare una giunta equilibrata e che possa fare bene. Continuiamo con il vizio della sinistra che ognuno di noi é allenatore della nazionale e avrebbe fatto meglio? Il meglio, come diceva qualcuno é nemico del bene. Lasciamoli lavorare, che ce n’é un gran bisogno e non pensiamo che un assessore, anche il migliore, possa fare, da solo miracoli. Che lavori bene la squadra e che tutti diamo una mano. Questa città ne ha un bisogno disperato…

  14. Radio Londra (nonostante er ciccio) says:

    Non mi pare così male e trovo positivo che non ci siano certi nomi ventilati, di cui alcuni sembravano quasi nominati direttamente da Antonello Cabras e da Fantola.
    Le critiche possono essere infinite e la perfezione non è di questo mondo e tuttavia la ventata di aria fresca tutto sommato si avverte e, con la calura che fra un po ci investirà prepotentemente, è da considerarsi abbastanza attesa e anche salutare.
    Positivo non intravedere troppi papaveri e troppi papion e la cosa non guasta per niente.
    Debbo dire che, in modo particolare, mi piacciono le donne (arr’azze spantu!!!!) e vedo bene alcune figure, come ad esempio la vicesindaca, l’assessora alle attività produttive, quella alla cultura.
    Personalmente conosco Luisella Marras ed è persona molto seria e preparata.
    Qualcuno storcerà il naso per l’assegnazione ai Lavori Pubblici ma io ci trovo un filo conduttore: L’anfiteatro.
    Cussa chi (mischinedda) anti trattau peusu esti Luisa Sassu alla quale hanno assegnato Il Personale.
    Non la conosco e spero che sia una con le palle e contropalle perchè… gi no d’aspetta nudda!!!

    • Massimo (quello di sempre) says:

      Parlando da sindacalista, e non della CGIL, ti posso dire che Luisa Sassu mi sembra una con palle e contropalle. Oltretutto, occupandosi o essendosi occupata di funzione pubblica conosce bene i polli con cui avrà a che fare. le riconosco grande competenza e carattere. Grande scelta così come quella di Paola Piras, bravissima professoresssa e preside di SP, che niente ha a che vedere con la parente di cui qualcuno straparla nel blog. Altra stoffa!

  15. Gianni Fresu says:

    Si può condividere il metodo adottato o meno, possono piacere alcuni nomi e altri no, in ogni caso è una buona notizia che venga varato il governo della città a cui va ora dato il massimo sostegno per l’inizio di un lavoro per nulla facile. Faccio i migliori auguri di buon lavoro al Sindaco, alla Giunta e al Consiglio, Cagliari si merita una svolta e sono sicuro che riuscirete a imprimerla.

  16. ho seri dubbi che le decisioni in merito ai nuovi assessori siano farina del suo sacco. detto questo,metterne 10 di cui 5 femmine e 5 maschi di per sé non significa nulla: cosa c’entrerà mai il sesso con la valorizzazione di un gruppo di amministratori proprio non so. io penso che debbano essere innanzi tutto preparati e motivati.
    il 5 donne & 5 uomini giusto per fare un pareggio (aleatorio dal momento che contando Zedda pareggio non é) non ha senso. sei bravo/a? sei la persona + degna? well vieni dentro senza però questo “sessismo” che trovo molto di facciata e poco di sostanza

    • enrico says:

      Curiosità, i dubbi su cosa son fondati?

    • Stefano reloaded says:

      C’hai ragione “metterne 10 di cui 5 femmine e 5 maschi di per sé non significa nulla”, “il 5 donne & 5 uomini giusto per fare un pareggio (aleatorio dal momento che contando Zedda pareggio non é) non ha senso”.
      Infatti le donne sono 6 e gli uomini 4.

      OT Grande Ninni Depau, commozione contagiosa.

  17. Anonimo says:

    Susanna Orrù fa parte dell’Assemblea Nazionale di SEL e ha ben poco a vedere con le politiche sociali….

  18. Alessandro Mongili says:

    Depression au dessus du jardin

  19. felicissima per Enrica Puggioni, brillante giovane di grande cultura
    In bocca al lupo!

  20. alcuni nomi sono ottimi, altri meno, su tutti vorrei un commento di biolchini 🙂

  21. Ora tocca a chi? says:

    Rosica sicuramente il PD, si nota nei nomi una evidente partecipazione di SEL e della nuova politica promossa della poesia e della prosa. Accontentato l’IDV con un assessorino, così magari il PD si accontenta con la Presidenza del Consiglio e per ora stà buono. Fuori la sinistra comunista e autonomista sarda. Che giudizi dare????

  22. Anonimo says:

    ma tutti signor e signore? nemmusu dottori?

  23. La giunta Zedda e Piras c’è

  24. florestano says:

    presumo che maria luisa marras sia anna luisa marras già assessore a carbonia, è così ? e quali sono le credenziali di puggioni alla cultura e di frau all’urbanistica ?
    mah …

  25. Per la precisione... says:

    Pierluigi Leo era direttore generale della Presidenza e non capo di gabinetto di Palomba, Gabor Pinna era segretario della FGCI e non dei Giovani Comunisti, che sono le giovanili di Rifondazione

  26. Lorenzo says:

    E’ grave non conoscerne almeno la metà? 🙂

  27. Le cognate si trovano, non si scelgono. E possono anche stare sulle scatole

  28. Anonimo says:

    Le cognate non si scelgono, si trovano.
    Forza Paola

  29. Bravo, Massimo! Ha mantenuto la promessa di garantire la quota maschile del 40%! Una bella giunta, con qualche vera perla, sapranno fare splendide cose per Cagliari. Auguri a tutte/i e buon lavoro!

  30. Bravo, Massimo! Ha mantenuto la promessa di garantire il 40% di quota maschile in giunta! Un bel gruppo, con qualche vera perla, potranno fare splendide cose per Cagliari. Auguri a tutte/i e buon lavoro.

  31. gentarrubia says:

    Vito, facci anche un profilo anagrafico dei nuovi Assessori…

  32. Ragazzi ma non ci sono più i dati sulle lezioni comunali? non li trovo più..

  33. Massimo says:

    Noi siamo figli (nipoti, cognati, cugini, etc etc) delle stelle, figli della notte che ci gira intorno, noi siamo figli (nipoti, cognati, cugini, etc etc) delle stelle non ci fermeremo mai per niente al mondo…….

  34. arrogutottu says:

    enrica puggioni la poetessa?

  35. Insider says:

    Per la precisione, Pierluigi Leo é stato direttore generale della presidenza della Regione non capo di gabinetto. Detto questo é comunque legato politicamente a Idv.

  36. Paolo Frau all’urbanistica? boh, per me scelta discutibile poi non so. Ottima persona senza dubbio ma l’avrei visto meglio alla cultura anche se la Puggioni è una ragazza davvero in gamba.

    • Paolo Frau, oltre che ottima persona – come giustamente evidenziato – ha seguito molto da vicino i lavori di urbanistica nel corso della prima giunta Floris, partecipando attivamente e con grande competenza alla Commissione Urbanistica.
      A mio modesto avviso, farà molto bene.
      I miei migliori auguri.

  37. Pietro F. says:

    Bo? E chi sono??

  38. povero massimo…ci dispiace tantissimo ma concordo con medardo …ada lai de s’atra parti il vero sindaco pitticca s’arpia!!!

  39. Anonimo says:

    Gabor Pinna era solo un consulente di Broccia, non il capo di Gabinetto.

  40. Non vedo molti “tecnici politicizzati”, nonostante le affermazioni di Zedda…

  41. medardo di terralba says:

    Mi sposto che altrimenti non mi vedi o soviet … la cognata della megadirigente prestata a sa regioni, filla del giometro sorcio della negropoli assessora! Pitticco il rinnovamento! Soviet, ce la spieghi anche questa?

    • arrogutottu says:

      chi è costei?

    • Soviet says:

      Ascolta Medardo, te lo spiego una volta sola: Massimo Zedda ha preso più di 40mila voti al primo turno, tutta la coalizione 27mila o poco più. Questo significa che i cittadini hanno chiaramente detto che è lui che deve governare, altrimenti avrebbero eletto me sindaco…
      Poi, la cognata della megadirigente è notorio che non ha alcun rapporto con la potente dirigente: io la giudicherei per quello che fa più che per la sorella della buon’anima del marito, la figlia del geometra della necropoli non la conosco, non so se è brava o meno…ma tutti siamo figli di qualcuno o no?
      Poi, io non devo spiegare niente a nessuno e neppure giustificare scelte che non sono mie. Posso solo dire che la responsabilità dell’azione amministrativa ce l’ha Massimo Zedda perché così ha voluto hanno voluto le cittadine e i cittadini di Cagliari e quindi è giusto che si scelga la squadra che reputa più adatta a svolgerla
      Io avrei messo altri nomi, che forse a te non sarebbero piaciuti. E tu avresti messo nomi che magari non sarebbero piaciuti a me. Ma io in questo caso ho la stessa voce in capitalo che hai tu.
      Quindi non spiego nulla. Semplicemente mi aspetto che questa giunta faccia le cose per poi giudicarla.

  42. ma sbaglio o stamattina Vito ha detto che il controllo della polizia municipale in questa giunta è di competenza del Sindaco Zedda?

  43. Gianfranco Carboni says:

    essere o non essere questo è il dilemma che voi………

  44. ZunkBuster says:

    O Biolchini tui chi scisi tottu … ma anche Gabor Pinna è vicino a Soru? Non di seu prus cumprendendi nudda ….

  45. ma sicuro che da qui alle 18 non cambi ancora?

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: