Video

Crowdfunding per “Balentes” della regista sardo-australiana Lisa Camillo Satta

“Balentes”, il teaser

Diciamo la verità: la parola “balentes” ultimamente aveva assunto un’accezione soprattutto negativa. Con il candore di chi arriva dall’altra parte del mondo, la regista sardo-australiana Lisa Camillo Satta ne ha recuperato il significato originario, facendone il titolo di un coraggioso documentario sulle contraddizioni della Sardegna di oggi.

Nasce così “Balentes: alla ricerca dei nuovi eroi”, il viaggio personale di una giovane donna che torna dopo 14 anni nella terra che l’aveva vista bambina e non la riconosce più.

Il trailer del documentario verrà presentato venerdì 27 febbraio a partire dalle 19.30 nello studio LI-XI in via Ada Negri 21 a Cagliari. Sarà anche un’occasione per raccogliere i fondi necessari al completamento dell’opera che si avvale della bellissima fotografia di un altro professionista sardo-australiano, Viv Scanu.

Al crowdfunding si può contribuire anche on line attraverso il sito www.balentesfilm.com.

Sono curioso di vedere l’opera, alla quale ho dato il mio modesto contributo. Immagino che “Balentes” sarà un bel mosaico di voci e di immagini, capace di rappresentare le contraddizioni nelle quali in Sardegna ci dibattiamo da tempo. Un’opera che ci racconterà al mondo ma anche a noi stessi. Magari indicandoci la via d’uscita da questa crisi (economica e di senso) sempre più simile ad un labirinto.

 

 

Un Commento

  1. La signora Camillo Satta ha anche organizzato una raccolta fondi su kickstarter, che però non è stata probabilmente pubblicizzata a sufficienza (io stesso l’ho scoperta 2 giorni fa), ed è, ancora, in alto mare, anche se mancano poco più di una cinquantina di ore alla scadenza. Signor Biolchini, non è che potrebbe pubblicare qualcosa a riguardo? Credo che sarà difficile farla arrivare a buon fine ora, ma non si sa mai!

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: