Cagliari / Sardegna

A Cagliari una iniziativa di accoglienza straordinaria per i profughi eritrei, ecco cosa serve! E buon Ferragosto a tutti

Profughi

I profughi eritrei di fronte al municipio di Cagliari (foto Cagliaripad)

“Ma il Comune di Cagliari non può fare niente, proprio niente, per i migranti che dormono in piazza Matteotti?” ci chiedevamo tre giorni fa. La domanda non era evidentemente strumentale o campata per aria se stamattina il Comune stesso ha annunciato una iniziativa di “Accoglienza straordinaria dei profughi eritrei”, organizzata insieme alla Diocesi di Cagliari e in collaborazione con la Prefettura e la Questura.

Sollecitato da più parti, ieri sera il sindaco Zedda aveva provato a metterci una pezza, pubblicando su Facebook una supercazzola di Ferragosto con cui, di fatto, il Comune lasciava di cose come stavano. È bastata qualche ora per far capire a qualcuno che quella del primo cittadino era una posizione inverosimile e che bisognava metterci una pezza: stavolta vera però.

Questo è l’appello lanciato dalla Diocesi e dal Comune. Sono sicuro che Cagliari risponderà con la consueta generosità che la contraddistingue.

Buon Ferragosto a tutti.

***

ACCOGLIENZA STRAORDINARIA PROFUGHI ERITREI

La Diocesi e il Comune di Cagliari organizzano, in stretta collaborazione con la Prefettura e la Questura, un servizio di accoglienza straordinaria e temporanea dei profughi eritrei presenti in città.

Referente Caritas per il servizio: Alessandro Cao (alessandrocao@caritascagliari.it  – 340-9092612).

Collabora per il sevizio d’ordine e la logistica l’Agesci.

A partire dalle ore 9.30 di oggi, venerdì 14 agosto, i volontari possono recarsi presso la sede operativa della Caritas diocesana in viale Fra’ Ignazio 88.

Per fronteggiare al meglio il servizio di accoglienza la Caritas accoglie beni di primo conforto come

  • vestiario (uomo e donna e poco bambino)
  • scarpe
  • infradito
  • asciugamani
  • bagnoschiuma
  • occorrente per la barba.

Consegna presso sede operativa della Caritas diocesana in viale Fra’ Ignazio 88, a Cagliari, che resterà aperta per raccogliere i beni di primo conforto anche il giorno di Ferragosto e nei giorni seguenti.

Ulteriori informazioni saranno diramate tramite il sito internet della diocesi www.chiesadicagliari.it e tramite il profilo Facebook www.facebook.com/diocesicagliari

 

Tags: , , , , ,

13 Comments

  1. Pingback: Quella strana insofferenza del sindaco di Cagliari per i migranti accampati sotto il suo ufficio - vitobiolchini

Rispondi a Antonello Pabis Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.