Giornalismo / Sardegna

Ganau, la Dinamo, loghi uguali e fidanzatini dentro un fiume: perché? Ce lo spiega Janis

dinamo

I quattro mori! 

“De minimis non curat praetor”: figuriamoci un blogger. Però se ci sono tre notizie che nelle ultime ore mi frullano per la testa fra le tante che ogni giorno sono costretto (con piacere) a smazzarmi, un motivo ci sarà. Poi ci rifletto e capisco che un filo conduttore c’è, eccome se c’è.

Il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau ha scritto una lettera al direttore di Rai Sport Carlo Paris per protestare contro la regia televisiva vista nel corso della partita della finale di Coppa Italia di basket giocata dalla Dinamo Sassari contro l’Olimpia Milano. Una lettera marziana, che vi consiglio di leggere e che testimonia la distanza tra la nostra classe politica e la realtà. Domanda: ma non c’era nessuno tra i tanti collaboratori del presidente in grado di dirgli che una lettera del genere rischiava di esporlo al ridicolo e di squalificare l’istituzione che rappresenta?

Le pagine interne dei quotidiani regalano sempre tante sorprese. Ieri sull’Unione Sarda chissà in quanti hanno letto della disavventura di due fidanzatini in cerca di intimità e che sono finiti con l’auto dentro un fiume. Il titolo cattura e fa anche sorridere, poi uno si legge il pezzo e scopre che dei ragazzi il giornale dà anche c’è nome, cognome e paese di provenienza. Oggi il quotidiano torna sulla vicenda perché i due affermano di non essere fidanzati e che non erano per niente in cerca di intimità.
Domanda: ma nella catena di comando del giornale non c’è stato nessuno che abbia obiettato sull’opportunità di pubblicare i nomi dei protagonisti di questa vicenda?

Mi scrive l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Cagliari e mi informa che i cittadini possono votare il nuovo logo, il marchio sarà scelto fra quattro bozze proposte on line. Andiamo a vedere (mi occupo di comunicazione e queste cose mi interessano), e scopro che il logo più interessante è praticamente uguale a quello usato per anni dalla Asl 8 di Cagliari. Oggi l’AOU mi informa che i cittadini hanno scelto il logo. Indovinate quale?
Domanda: è mai possibile che all’Azienda Ospedaliero Universitaria non si siano accorti che il loro nuovo logo è praticamente identico l quello della Asl 8 di Cagliari (e in realtà di tutte le altre Asl della Sardegna)?

Ecco allora qual è il filo che unisce le tre notizie: quando stiamo per prendere una decisione importante, ci confrontiamo con qualcuno? C’è qualcuno che controlla il nostro lavoro?

Nei tre casi citati forse ciò è anche avvenuto, ma evidentemente non è servito: come mai?

Ricordo di avere letto qualcosa, tiro fuori un libro e trovo velocemente il riferimento al lavoro di Irving L. Janis e la sua “sindrome del gruppo-pensiero”. Praticamente si dimostra come in determinate condizioni le decisioni di gruppo sortiscono esiti pessimi. E questo quando avviene? Quando il gruppo è fortemente coeso, con una interdipendenza centrata su un sentimento di appartenenza molto accentuato; quando i suoi membri si autocensurano perché temono di non essere più considerati sufficientemente affidabili; quando i componenti del gruppo condividono lo stesso retroterra culturale; quando si è in presenza di un leader che favorisce o inibisce la partecipazione a seconda se un membro è in linea o dissidente.

L’obiettivo di questi gruppi è quello di proteggersi dal dissenso interno e “in nome dell’armonia interna, si cerca in consenso unanime e acriticamente accettato. La tolleranza per qualsiasi tipo di disaccordo è scarsa: chi non si sottomette rischia l’emarginazione”.

La conseguenza è che “non esistono altre opinioni oltre le proprie”. E soprattutto in “ambito politico, sovente scattano meccanismi di questa natura, che possono portare a sottovalutare le ragioni degli altri, a isolarsi dalla realtà, considerando il problema da una visuale parziale” (tratto da “La comunicazione nei processi sociali e organizzativi”, di Quadrio e Venini, Franco Angeli editore).

Irving L. Janis: ora ho capito! (E’ una citazione, chi la riconosce?).

 

Nuovo Logo Aou Cagliari

 

Asl Cagliari

 

8 Commenti

  1. Gianfranco Carboni says:

    Deu votu I fidanzatini, anzi i forse fidanzatini, anzi i non fidanzatini. Oliooooooooooooooooo

    • La politica sarda e veramente di basso livello, GANAU ha perso tempo prezioso e con tutti i problemi seri che ci sono in Sardegna, scrive alla regia televisiva ? ma vuoi vedere che ha chiesto consiglio al sindaco di Monserrato, insieme sono una bella coppia .

  2. Caro Vito, tempo fa lessi nel giornale Rockerilla un articolo inatteso – per il target di quel giornale – sui Pet Shop Boys: l’autore, per spiegare l’attenzione a un gruppo come questo, diceva che non mangiamo soltanto pasta, carne e cibi ‘seri’, ma ogni tanto ci concediamo anche le sottilette e le patatine.
    Di fronte a problemi ben più importanti, quello sollevato da Ganau pare ed è una cosa piccola: io penso però che non abbia perso troppo tempo a scrivere quella lettera, e abbia fatto bene a scriverla, perché ha descritto quello che è successo e che in molti abbiamo notato, chi con fastidio, chi con imbarazzo, chi con divertimento.
    Del resto, tu stesso qui scrivi di cose importanti, meno importanti e di importanza zero, senza che nessuna di queste tolga minimamente qualcosa alle altre.
    Pensaci, Vito, come Giacomino.

    • Il punto è che Ganau ascolta solo i Pet Shop Boys. Altre lettere così indignate su temi ben più importanti (prendine tu uno a caso dal mazzo) non me ne ricordo.

  3. su bixinu says:

    Questo post mi è piaciuto proprio.

  4. Supresidenti says:

    Ciao Vito, ottimo articolo.. Bravu.

  5. Ganau ridicolo. Sarebbe stato più utile se l’avesse presa con ironia (ma non troppa) dicendo che era giusto che durante l’inno ITALIANO non venisse inquadrata una squadra SARDA. Avrebbe perlomeno mostrato un attaccamento alla terra che rappresenta e un orgoglio tutto sardo…ma si sa che la sinistra è succube del governo centrale più della destra…

    Notizia dell’Unione incommentabile e vergognosa…

    Sulla ASL-AOL chiedo: sono due entità completamente separate? Perchè se non lo fosse sarebbe anche quasi “scusabile” la similarità tra i loghi. Però in effetti gia chiedendotelo Vito in effetti capisco che la scelta possa creare confusione…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.