Video

“Senza garanzie”, un video per ricordare il caso Manuella: una storia di malagiustizia nella Cagliari degli anni ‘80

[vimeo http://vimeo.com/56809742]

 

“Il caso Is Arenas è assurdo. Nella mia lunga storia professionale c’è un solo precedente che lo richiama: è la vicenda Manuella“. Quella dell’avvocato Luigi Concas è stata una vera e propria “sparata”, che lui stesso poi ha cercato di ridimensionare. Perché il caso che ha sconvolto la Cagliari degli anni ‘80 è nato da un mistero vero: la sparizione dell’avvocato Gianfranco Manuella. E attorno, un omicidio e soprattutto l’accusa, avanzata da diversi pentiti e fatta propria dalla Procura, a quattro stimatissimi avvocati cagliaritani di essere dei killer e dei trafficanti di droga. I professionisti si fecero due anni di carcere preventivo prima di essere totalmente scagionati da ogni accusa.

La storia del caso Manuella l’ha ripercorsa in questo video Federico De Virgiliis, che, su commissione della Camera Penale, ha attinto dall’archivio della Rai e di Videolina le immagini d’epoca per ricostruire in “Senza garanzie” uno dei casi italiani più clamorosi di malagiustizia. E il servizio di Andrea Frailis subito dopo la liberazione dei tre avvocati fa ancora venire la pelle d’oca.

“Senza garanzie” è stato proiettato lo scorso mese di novembre a Cagliari nel corso di una iniziativa che ha ricordato Aldo Marongiu, uno dei quattro avvocati ingiustamente accusati.

Per chi volesse approfondire il caso Manuella segnalo due libri: “Vite devastate” del giornalista Ottavio Olita (edizioni Edes) e “Il mistero di mangiabarche”, noir di Massimo Carlotto (edizioni e/o).

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

15 Comments

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.