Politica / Sardegna

Cinquestelle Sardegna, ecco i nomi dei primi sedici aspiranti candidati alla presidenza della Regione!

(Vincenzo Migaleddu parteciperà alle primarie che decideranno quale sarà il candidato
alla presidenza della Regione del M5S Sardegna)

Saranno pure nel caos i grillini sardi, ma la voglia di candidarsi ce l’hanno, eccome se ce l’hanno! In quattro giorni sono già 97 le autocandidature per le prossime elezioni regionali, avanzate sul sito , e di queste ben 16 riguardano aspiranti presidenti. Chi sono? Adesso ve lo dico, però voi dovete mantenere il segreto. Di sicuro altre candidature arriveranno nei prossimi due giorni, perché le autocandidature vanno presentate entro fine mese nel sito http://www.meetup.com/MoVimento-Cinque-Stelle-In-Sardegna/.

Ben undici aspiranti presidenti arrivano dalla provincia di Cagliari, tre da quella di Sassari e due dal Medio Campidano.

Allora vediamoli questi aspiranti presidenti, nell’ordine in cui si sono registrati nella piattaforma messa loro a disposizione dal movimento di Beppe Grillo.

Il primo è stato Priamo Melis, e forse il nome non vi dice nulla. Ma se vi dico Mimmo Melis allora per molti che stanno a Cagliari le cose cambiano, essendo egli un dipendente regionale che da lunghi anni ha sempre coltivato un interesse culturale per i fatti politici.

Dalmazio Ranieri Davide Sillitti da Cagliari, chi era costui? Urgono informazioni sull’aspirante candidato presidente pentastellato.

Da Cagliari arriva anche Franco Fozzi, classe 1951: questo nome non mi è nuovo.

Sempre dal capoluogo si propone Giovanni Pianta, che dichiara avere un “diploma di Tecnico delle Industrie Elettriche ed Elettroniche, al’IPSIA “Antonio Meucci” di Cagliari, nel 1984 e studi universitari presso la Facoltà di Economia e Commercio di Cagliari”.

Spostiamoci nel Medio Campidano. Daniele Tatti vanta una laurea in Ingegneria Civile all’Università di Cagliari nel febbraio 2000 con votazione di 110 su 110 con Lode. Dal 2000 è iscritto all’Albo degli Ingegneri.

Nulla si sa del cagliaritano Fabrizio Murgia, classe 1972.

Così invece si presenta Luigi Pilloni (Medio Campidano): “Laureato in Scienze della Comunicazione (indirizzo filosofico/sociologico) col massimo dei voti. Sono Presidente dell’associazione nazionale dei dottori in Scienze della comunicazione”.

Il cagliaritano Massimo Fenu non scherza: “Laurea in Scienze Politiche, Università di Cagliari; PhD in Economics presso il MIT, Boston; PhD in Environmental Economics, London School of Economics and Political Sciences; Laurea magistrale in Scienze di Governo e della Comunicazione Pubblica, Università Luiss; Master II livello in Economics, Law and Governance- Strategy and Implementation, Università Roma La Sapienza”.

Nulla si sa invece del cagliaritano Andrea Murru, nato nel 1977.

Da Sassari Giuseppe Di Lorenzo esibisce con orgoglio il suo diploma tecnico nautico, indirizzo motorista.

Le cagliaritane Lucia Sulis e Caterina Tosi non vogliono scoprire le carte. Chi sa, parli.

Da Sassari Ettore Antonio Licheri ci dice invece molto di sé: “ Avvocato Consigliere dell’Ordine Forense di Sassari. Componente del Direttivo della Scuola di Specializzazione Forense dell’Università degli Studi di Sassari”.

Da Cagliari Carlo Andrea Arba non lascia alcun riferimento, ma io lo conosco bene e quindi vi posso dire che è un apprezzato avvocato, già consigliere comunale (entro nella lista civica di destra di Gian Domenico Sabiu).

Ultimo ma non ultimo, in questa prima lista di aspiranti candidati alla presidenza della regione per il M5S, il cagliaritano Roberto Cambarau.

No, aspe’, vuole candidarsi alla presidenza anche Francesco Masu, sassarese classe 1949, maturità magistrale.

Beh? Nessuno ha niente da dire?

 

 

91 Commenti

  1. Molto semplice, per chi non è in regola col non-statuto niente candidatura nella lista finale. Sanzioni?ma scherziamo? sono proposte di candidatura assolutamente valide (se rispondenti in tutto e per tutto alle Regole “non-statutarie”.Augurandomi d’aver fatto chiarezza defnitivamente sul punto “candidati cerfificati”, ringrazio Vito e saluto tutti cordialmente. P.s. E’ tutto corretto Franco Anedda o mi è sfuggito qualcosa?

  2. ninosardonico says:

    PREHADORIA A SANT’ANTONI ‘E SU OHU.

    OH SANT’ANTONI MEU DE SU OHU
    AZUDAMI HA SO UNU POLHARJU
    E TI PRUMINTO I’SU MESE E JENNARJU
    TI HAHIMOS SA ESTA IN CADA LOHU

    OTTANTA POLHOS DE GASTA MISURA
    CHE LOS’APO INGRASSANDE I’SA REGIONE
    MA MER VENINDE PREOCCUPAZIONE
    PRO SA PESTE AFRICANA E PRO SA URA

    ESSENDE POLHOS DE DIVERSA RAZZA
    TRA ISSOS NON BI VOLEN AMEDDARE
    SOLU A S’ORA ZUSTA ‘E MANDIHARE
    JUHENE TOTTUS SA MATESSI VAZZA

    A MORRER NON BI MORIN DE SA GANA
    A SU MANZIME ER VONU E ABBUNDANTE
    MA SA HOSA PRUS PREOCCUPANTE
    E’SA PESTE SUINA:”S’AFRICANA”

    EO MI UO AHENDE HONTOS MANNOS
    SI NON BESS’ ERE HUSTU CASCAVELLU
    A MI LOR VENDES TOTTUS A MASELLU
    HANDO URIN GRASSOS,DOPO SOS HIMB’ANNOS

    SANT’ANTONI POLHARJU E PROTETTORE
    ILHA DE EVITARE HUSTU DANNU
    SI HUSTA PESTE LA SIGHIDI OHANNU
    NON BINDE CAMPA MANNU NE MINORE

    OTTANTA POLHOS EST’UNU CAPITALE
    SI MORINI PRO ME E’SA RUINA
    IMBENTA TUE ALHI MEDIHINA
    E PONELI RIPARU A HUSTU MALE

    SANT’ANTONI HA TUE SES POTENTE
    PREH’A DEUS SOS POLHOS A SARVARE
    HANDO POI TORRAMUS A VOTARE
    TI HAHIMOS A TIVI PRESIDENTE

    SI SOS POLHOS MI MORINI IN CASTEDDU
    PRO MI PASSARE TRISTURA E DOLORE
    AMUS A FAHER BALLOS A TENORE
    TOTT’IMBRIAGOS A BINU NIEDDU

    TANDO PRO AFFRONTARE SU DISASTRU
    MI RITIRO EREMITA I’ SU PADENTE
    HOMENT’ AS’ ATU TUE PRO SA VENTRE
    A MI GAMPARE A LANDE E A PIRASTRU.

    UN ELETTORE…

  3. Al.Mongili says:

    Ròllio nel franchising grillino?

  4. Bufala? says:

    Quindi, era tutta una bufala?

  5. ivan botticini says:

    Vi giro un comunicato interessante, può essere d’aiuto:
    In relazione alle presunte candidature online e erroneamente riferibili al MoVimento 5 Stelle, si specifica che l’unica piattaforma certificata per proporre la propria candidatura è il Blog di Beppe Grillo.
    All’indirizzo: http://www.beppegrillo.it/movimento/certifica-la-tua-lista.html
    è possibile trovare tutte le informazioni necessarie oltre al modulo per la candidatura.
    Si ribadisce che attualmente non esiste nessun MoVimento 5 Stelle Sardegna nè nessun gruppo autorizzato a proporre “road map” come erroneamente indicato dalla stampa.
    Nessun gruppo o meetup è altresì autorizzato a sostituirsi allo staff e/o richiedere dati personali di candidati a nessun titolo.

    • E quindi che succede?
      Quando sarà possibile iniziare a raccogliere candidature “certificate”?
      E chi si sta proponendo in questi giorni verrà in qualche modo sanzionato?

      • ivan botticini says:

        Non so cosa succederà, di sicuro queste #buffonarie hanno fatto fare una pessima figura al MoVimento, ma forse sono servite a qualcosa, ad esempio a mettere in luce le ambizioni di candidatura di tanti insospettabili grillini dell’ultima ora, molti dei quali con trascorsi politici e militanze di tutt’altro orientamento.
        Non credo ci saranno sanzioni, molti si sono proposti in assoluta buona fede, al limite bisognerebbe sanzionare i promotori, ma non prevedo nessuna richiesta in tal senso.
        E tutto si risolverà per il meglio…

        • draghetto67 says:

          Ivan Botticini quello che scriveva a Cappellacci da presidente dell’AES promettendogli il voto dell’associazione qualora avesse ripristinato le sovvenzioni agli editori assistiti che Soru aveva eliminato?

          • ivan botticini says:

            Draghetto67, non immagina minimamente quante lettere ho scritto durante i quattro anni in cui sono stato onorato di presiedere l’AES (Associazione di categoria degli editori librai sardi assolutamente apolitica), ma mi spiace per lei non ho mai promesso il voto di nessuno, a nessuno, e i libri, come le Associazioni e come saprà, non votano…
            Piuttosto lei sia moderato con le illazioni che è molto facile sconfinare nella diffamazione…

            • Approfitto dell’occasione per ricordare che questo è uno dei blog più letti in piazza Repubblica. Per cui, ogni volta che scrivete qualcosa ricordatevi che non c’è nick che vi difenda da una richiesta di identificazione tramite ip che io sono obbligato a comunicare in caso di richiesta da parte dell’autorità giudiziaria. A buon intenditor…

              • ah bene così ho l’occasione con il mio nome e la mia responsabilità (questa volta consapevolissima)di augurarle successo per il prossimo premio pulitzer per precisione e correttezza nel diffondere nomi alla faccia della privacy e della veridicità della stessa notizia…consiglierò questo blog …molto cagliaritano a quanto vedo.

        • Ivan le votazioni averranno sul blog, il file exel in digitale sarà venerdi dallo staff.
          Smettila !!!

          • Credo che di persone che saltano, gentile Botticini, ne abbiamo piene le tasche. Lei chiedeva fondi a Cappellacci per l’editoria assistita che, se vuole, spiego cos’è ai lettori del blog. Ora ha cambiato idea e schieramento. Scriva, scriva e avrà gentili, ma puntuali risposte. Non riuscirà ad orientare le scelte di 5stelle. Non è nelle sue possibilità.Saluti cordiali.

            • ivan botticini says:

              Anonimo, già mi oriento con difficoltà nel giardino condominiale, figuriamoci se ho pretese di orientare le scelte del MoVimento, suvvia..
              Per il discorso sull’editoria (libraria) assistita. quando vuole possiamo aprire un bel dibattito, ma non certo qui e non certo con la sua maschera di anonymous come pretende. Saluti.

          • ivan botticini says:

            Paolo, sarà meglio far girare un buon antivirus sul quel foglio di exell prima di inviarlo allo Staff.

    • Luigi Pilloni says:

      Caro Botticini stai infangando la reputazione del Movimento. Questo comunicato che avete pubblicato su Sardegna cinque stelle è non solo insignificante ma anche assolutamente pretestuoso. Sai bene che avete cancellato il mio post in calce al vostro comunicato perchè? semplicemente perchè ha smascherato l’assoluta incosistenza del vostro argomento. Infatti tutti noi sappiamo che le votazioni finali si terranno nel blog di Beppe Grillo previa graticola e relative preferenze votate online dagli attivisti ma se è vero che ogni singolo “certificato” può candidarsi autonomamente allo stesso modo possono agire gli attivisti che da sempre lavorano nei meetup o altri gruppi. A questo punto questo vostro comportamento è totalmente da censurare e non può passare impunito.

      • ivan botticini says:

        Caro Pilloni, ti consiglio di guardarti attorno per cercare gli infangatori di cui parli, sono molto più vicini a te di quanto non possa immaginare. Sappi anche che tutta questa caciara non è un bene per il MoVimento, ma a te non interessa vero?

        • Questa caciara è partita qui dal tuo post e in rete dalla cancellazione del mio post (screen shot disponibile) accidenti che faccia! Comunque la chiudo qui; io domani sono a Macomer al convegno promosso dai Sassaresi e spero di incontrarti personalmente : vis a vis le cose si discutono meglio e quì la chiudo.
          P.s: per tua conoscenza io sono vicino al movimento e non discrimino nessuno tanto meno Dafni e te ma questo tuo post in questa sede lo trovo assolutamente fuori luogo, inopportuno e come già più volte detto inconsistente.

  6. Luigi Pilloni says:

    Per vostra informazione.
    Il ragionamento di Franco Anedda non fa una grinza. Tra certificazione, Certificato penale, certificato dei carichi pendenti, non avere tessere di partito, ne aver fatto più di una legislatura in passato e soprattutto le graticole circoscrizionali e/o regionali la candidatura nel M5S non è un percorso semplicissimo da portare avanti… a questo iter aggiungete la votazione online sul blog nazionale di Beppe Grillo è tutto diventa molto chiaro: obiettivo finale il bene comune e la ripresa economica e sociale delle Sardegna. Ps saluto Gianfranco Carboni che con me, Gianluca Medas e altri, ha dato l’anima per raccogliere le firme per abrogare il vergognoso Porcellum . Saluti

    • ivan botticini says:

      Vi giro un comunicato interessante, può essere d’aiuto:

      In relazione alle presunte candidature online e erroneamente riferibili al MoVimento 5 Stelle, si specifica che l’unica piattaforma certificata per proporre la propria candidatura è il Blog di Beppe Grillo.

      All’indirizzo: http://www.beppegrillo.it/movimento/certifica-la-tua-lista.html
      è possibile trovare tutte le informazioni necessarie oltre al modulo per la candidatura.

      Si ribadisce che attualmente non esiste nessun MoVimento 5 Stelle Sardegna nè nessun gruppo autorizzato a proporre “road map” come erroneamente indicato dalla stampa.

      Nessun gruppo o meetup è altresì autorizzato a sostituirsi allo staff e/o richiedere dati personali di candidati a nessun titolo.

  7. Artemisio Santi says:

    Un Circo senza Stelle.
    Adesso vi racconto che cosa accade all’interno di una formazione politica di cui non farò il nome e che si appresta a partecipare alle elezioni regionali. Chi scrive sa esattamente di cosa parla in quanto, pur essendosi allontanato da tempo dal movimento in questione per divergenze politiche, mantiene ancora contatti e informazioni precise su di esso.
    Appena qualche mese fa qualche un manipolo di ragazzi, quasi tutti di Cagliari molto testardi e motivati da ben cinque anni di emarginazione e denigrazione da parte della politica corrotta e mafiomassonica, decisero di presentare delle proprie liste alle consultazioni politiche nazionali, ottenendo, tra lo scetticismo generale, un consenso senza precedenti tale da portarli a vincere quelle elezioni con un eclatante risultato elettorale regionale. Diversi deputati e due senatori tutti Cagliaritani e un solo giovane della provincia di Sassari rappresentano oggi al parlamento Italiano le istanze della nostra regione.
    Precedentemente alla vittoriosa consultazione elettorale, ed esattamente nell’Ottobre 2012, quegli stessi ragazzi volenterosi e testardi decisero di coinvolgere nel loro lavoro tutti i gruppi appartenenti allo stesso movimento convinti che ciò avrebbe portato ad una diffusione esponenziale del loro messaggio politico.
    Nacque così a Oristano l’assemblea regionale del movimento che funzionò abbastanza bene dandosi delle regole di funzionamento precise e condivise.
    Tutto filò liscio fino al giorno successivo alla vittoriosa consultazione elettorale di Febbraio 2013.
    Dopo di allora una valanga di personaggi non meglio identificati, alcuni riciclati provenienti perlopiù dalle più disparate formazioni politiche sarde e probabilmente da esse stesse manovrati, fecero in modo da far saltare per aria l’assemblea regionale ufficiale della Sardegna indicendone una parallela con il chiaro intento di accaparrarsi il diritto a formare unilateralmente le liste elettorali attraverso un portale gestito da un non meglio definito manipolo di furbacchioni molto interessati alle possibili poltrone.
    I saltatori sul carro dei vincitori hanno avuto fino ad oggi vita facile per la mancanza di regole che all’interno del movimento potessero avere vita facile per cercare di estromettere dal movimento chi per anni si è sacrificato, “gratis et amore dei”, senza nulla pretendere e a favore della causa comune.
    Scrivo questo documento affinché la gente sappia due cose. La prima è che ormai il rischio di controllo esterno del movimento è fortissimo laddove i gruppi che si ispirano al movimento non sono in diretta connessione con i gruppi storici Cagliaritani, Oristanesi e Sassaresi; la seconda è che le improbabili liste, zeppe di nomi di personaggi variamente ammanigliati e intrallazzati, che stanno girando sui quotidiani in questi giorni, sono state realizzate in un contesto assolutamente non condiviso e non conforme alla filosofia del movimento e quindi non sono riconducibili a decisioni del movimento. Ognuno ne tragga le debite conclusioni.
    Come avrete potuto notare non ho fatto il nome del movimento politico in questione perché spetta all’elettore informarsi e sapere quale sia il suo nome e i nomi delle persone coinvolte in questa triste vicenda di sciacallaggio politico, perpetrata a danno di chi per anni ha creduto e crede nell’idea della politica dalle mani pulite.

    • ivan botticini says:

      Condivido la sua analisi Artemisio, le mie precisazioni sono volte infatti a mettere in guardia sui pericoli che potrebbero arrivare da strane infiltrazioni e cattive contaminazioni. Mi rincuora in fatto che questi mal celati casi comincino ad apparire più evidenti,… sarà più semplice contrastarli.

      • ninosardonico says:

        Gentile signor Ivan
        copio e incollo; le mie precisazioni sono volte infatti a mettere in guardia sui pericoli che potrebbero arrivare da strane infiltrazioni e cattive contaminazioni.
        Già fatto!Da almeno un anno.E molte di queste persone(specie gli eletti)lo sanno benissimo ma preferiscono stare zitti,specie quando il silenzio è d’oro…

    • Franco Anedda says:

      Artemisio Santi, la tua ricostruzione dei fatti indica che hai “mantenuto i contatti” con le persone sbagliate.
      Non mi risulta la tua presenza all’interno del Movimento, cercando su Google non si trova alcuna traccia di te, sembreresti un fake.

      In ogni caso la “tua” versione dei fatti fa trasparire lo sgomento di alcuni poveri “attivisti” travolti dalla democrazia della rete la quale vuole scegliere liberamente i suoi portavoce senza tenere in conto dei loro presunti meriti passati.

      Meriti che questi personaggi, non avendo capito nulla del Non Statuto (o non volendo capire) vorrebbero usare per tutelarsi dai nuovi arrivati.

      Noi stiamo facendo una rivoluzione democratica, non dobbiamo “sistemare” in politica dei disoccupati.

      Chi si è preso l’onere di raccogliere le candidature lo fa in perfetta linea con quanto stabilito dal Non Statuto: chi strepita sta semplicemente cercando di difendere le proprie illusioni di carriera.

      Te lo dice un semplice cittadino informato, iscritto al Meetup 31 dal 2006 e al M5S dal 2009, che ha lasciato ampia traccia di se in rete.

  8. Caro Botticini, ci dica lei, allora come avverranno le primarie? Lei è stato presidente dell’associazione editori sardi che non era un granché, ma dovrebbe avere i mezzi per spiegarci come avverrà l’elezione. Che sul carro stellato siano saltati in tanti appare chiaro a tutti. Altrettanto chiaro è il meccanismo con il quale si sceglie il candidato alla presidenza. Se lei ha idee ancora più chiare ce le comunichi. Non ci lasci con il fiato sospeso.
    Certo non ci saranno orchestratori locali. Quelli bisognava aspettarseli. Guadagnarsi un posticino in consiglio regionale non è una colpa. Guadagnarselo cercando di modificare le regole, invece, non è una buona cosa. Dunque, perdoni l’insistenza, quali regole propone lei oltre quelle note a tutti.
    Migaleddu sarebbe un ottimo candidato, con un bel passato.

    • ivan botticini says:

      Gentile anonimo, non è mia abitudine rispondere a chi non si firma, se desidera veramente una mia risposta alla sua precisa domanda, ci faccia conoscere il suo nome, altrimenti si accontenti di leggere ciò che scrivo. Grazie.

  9. Gianfranco Carboni says:

    DEI CANDIDATI CHE CITI NE CONOSCO 14. CIAO

  10. ivan botticini says:

    Salve a tutti…
    Non vorrei rovinare la festa a nessuno, ma ritengo doveroso precisare che queste pseudo-primarie per la scelta dei candidati alle prossime elezioni regionali che si stanno svolgendo attraverso il meetup regionale non hanno nessun valore, nessuna legittimità e non rappresentano assolutamente niente di niente.
    Sono soltanto un pessimo esempio di malafede che purtroppo sta inducendo in errore molte persone, tra le quali anche tanti attivisti e simpatizzanti del MoVimento 5 Stelle.
    Inoltre, come purtroppo abbiamo visto, vengono violate le più elementari regole della privacy e non è in alcun modo garantita la veridicità e la sicurezza sul trattamento dei dati.
    Questo sistema ipotizzato da alcuni membri del MoVimento per arrivare alla scelta del candidato Governatore e dei candidati consiglieri è estremamente lacunoso e ha i connotati di una farsa che non è stata in alcun modo autorizzata dallo Staff nazionale che da sempre, per ogni genere di selezione e votazione, è contrario ad ogni utilizzo di altre piattaforme al di fuori del sistema operativo del Blog ufficiale: http://www.beppegrillo.it/movimento.
    Grazie dell’attenzione.

  11. Il candidato deve essere scelto dalla Rete says:

    Perché dare tutta sta’ visibilità a Migaleddu?
    Uno vale uno: era più corretto lasciare la foto di Grillo.

  12. pierpaolofresi says:

    P.s. tra l’altro il senatore sardo Roberto Cotti oggi, ha postato un commento in cui diceva, di aver parlato ieri con Grillo sulla questione candidatture in Sardegna, e Grillo gli ha risposto che devono arrangiarsi e mettersi d’accordo i Sardi, per l’appunto, lorp lo staff non si vogliono intromettere.

    • Ingresso come attivisti 5 stelle e candidature varie says:

      Mi spiegate le regole dei 5 stelle?
      Ma si poteva essere iscritti ad altri partiti, prima di entrare?

      Perché ho amici del Pd che sono entrati, ed anche il senatore Cotti, se non erro era nei Verdi, ed anche candidato con loro alle Comunali di Cagliari.

      Giusto per sapere se vi siano preclusioni: grazie mille.

  13. pierpaolofresi says:

    Dai non bisogna arrabbiarsi , io lo prendo come un articolo informatore, e scherzoso, niente più. .:)

  14. deuseudeu says:

    RAGAZZI NON BISTICCIATE………………….

    avete ancora tempo per decidere se candidarvi o meno…..

    ma non sparate sul pianista Biolchini

    Se sul sito dei cinque stelle non e spiegata bene la procedura da seguire ( visto che in molti hanno sbagliato ) non è colpa di VIto Biolchini . Lui ha solo riportato la notizia

    • e ma il pianista accordi il pianoforte per favore…io sono ancora notevolmente arrabbiata sia con me ma anche con lui che avrebbe dovuto essere più prudente.

  15. alessandro s. says:

    Mi domandavo proprio chi avrebbe potuto candidare il M5S, perché non escludevo di votarlo. Ma faranno fare a tutti questi signori una solenne dichiarazione in cui giurano di non avere pendenze e di non aver mai evaso un centesimo dalle tasse? Ma fino a quando sarò costretto a votare PD turandomi il naso?

  16. Attenzione, nuovi candidati alla presidenza! Uno di questi è Vincenzo Migaleddu, noto medico da tempo impegnato sul fronte della lotta all’inquinamento industriale (ma questa definizione è riduttiva), un nome sicuramente conosciuto in Sardegna e capace di catalizzare molta attenzione. Peraltro di Migaleddu possibile candidato di Cinque Stelle si parlava da tempo (l’indiscrezione era uscita anche sulla Nuova Sardegna).
    Altri candidati alla presidenza: il cagliaritano Alessandro Lorenti e la gallurese Maria Teresa Piccinnu.

  17. ninosardonico says:

    Non sapevano ancora chi era grillo…
    Cantos annos de iscola perdia…Avanti siori,in carrozza!
    Pochi amici e sarete candidati!
    Democrazia orizzontale…sezzis corcaos o bo s’es drommìu puru su kerveddu?

  18. Non pensavo di diventare così famoso da finire nella mitica pagina di VitoBiolchini. Almeno per questo devo ringraziare l’amico Beppe e il meetup. Cmq non è detto che poi tutti questi faranno le primarie, perchè occorre verificare dopo che siano iscritti certificati al M5S, che non siano iscritti ad altri partiti, e che presentino il certificato penale lindo….. Dai a mio parere è un modo bellissimo per essere parte attiva della nostra Regione. Poi del resto la Sardegna non doveva tornare a sorridere???

  19. Carlo Spano says:

    … Apprezzo tantissimo quello che con grande impegno e coraggio state facendo in parlamento … Siete l’unica speranza per gli Italiani … E se si dovesse rivotare per le politiche italiani Vi rivoterei senza tentennamenti … Ma per la mia NAZIONE SARDA il mio voto sarà, per la grande Donna che è MICHELA MURGIA …

    • Auguri! Io invece, dopo averla vista ieri a Ballaro’, confermo di non volerla sostenere.

      E per quello che riserva il panorama, sono in grande crisi di identità, altro che.

    • visto che sei una fan chiedi alla catechista kelledda cosa ne pensa di obiezione di coscienza, legge 194 e ru486.

  20. Continuo affermando però che c’è sicuramente un errore procedurale che smorzerebbe il suo sarcasmo, sig Biolchini, in quanto credo che come me parecchi “ipotetici” candidati abbiano fatto il mio stesso errore. Immagino che questi errori alimentino il ” facile parlottare in politichese” . Ammesso e non concesso che io non sono candidabile per mia ammissione, cosa le fa credere che gli altri non lo possano fare?

  21. deuseudeu says:

    secondo me in molti hanno mania di protagonismo…………e quindi……pensano di diventare presidenti dello stato di bananas………………

  22. si l’ho già fatto e comunque ora vorrei capire un po’ di più perchè se io o chi per me non è in grado d’intendere e di volere, come puo’ essere esposto in questo modo? Io sono entrata e forse ho lasciato anche le mie generalità, ma per votare …ora ammettendo un mio macroscopico errore ( che mi ha procurato un bel mal di testa) come è possibile che non ci sia un filtro? E’ sicuro che visto che sono un po’ distratta nel sito 5 stelle non ci faccio ritorno di certo.

  23. sennori5stelle says:

    dove sta l’ironia in questo articolo??? propongo al giornalisto un corso accelerato di ironia, perchè dovrebbe capire che se si fa dell’ironia, questa deve essere condivisa. A me non mi pare ci sia nulla di ironico….o forse il fatto che bisogna “tenere il segreto” dovrebbe essere ironia?? mah..

  24. Francesco Masu, noto Franco è un vecchio arnese del PSd’Az già consigliere comunale ad Alghero e presidente del comitato “Lu puntulju” che ha raccolto le firme per la riduzione delle indennità dei consiglieri regionali. Funzionario della regione settore formazione professionale. Vecchia volpe!! altro che novità.

  25. campidanesu says:

    Ma questi grillini alla fine non sono altro che bravine personcine che però van dietro a questo Guru italico. La Sardegna ? La Sardegna è sempre affascinata, da buon allevamento colonico di cagnolini bravini bellini , dalle segreterie oltremare in questo caso dai server di casaleggiu che stanno sotto cada sua. Grillini cosa ne pensate della Sovranitá sarda ? Il vostro guru è sempre sceso a fare i suoi spettacolicomizi dicendo che i sardi dovrebbero stare per conto loro e bla bla ogni due per tre nominava gavino sale come esempio ..quindi ? Che state aspettando ad esprimervi sulla questione sarda ?

  26. Se esiste un’altra Caterina Tosi non posso parlare per lei ma io ho sbirciato il sito del movimento 5 stelle solo per vedere chi avessero candidato. Ora capisco che a volte il mio stato di stress mi impedisce di essere lucida ma trovarmi candidata solo per aver sbirciato mi sembra un po’ troppo anche per chi dovrebbe, se non altro, selezionare ….chiedere magari una conferma o mandarmi a quel paese… Per favore Biolchini se sono io ad aver fatto l’errore chiedo umilmente scusa e prometto di non rilassarmi più di fronte ad un computer …mi scagioni e pur ammettendo di essere stato un elettore non penserei mai di poter esserne all’altezza. Se mi indica anche come ci si cancella …ma più ci penso e più mi sembra impossibile questa superficialità …c’è uno sbaglio mio ma sicuramente uno più grave loro…e comunque io mi sento danneggiata da tutto questo.

    • Non lo so come ci si cancella! Provi a mandare una mail al sito del movimento 5 stelle Sardegna. Ma se lei non ha inserito i suoi dati, è evidente che qualcuno lo ha fatto al posto suo e questo è grave perché dovrebbe esserci almeno un sistema di autentificazione.

      • Solo per potersi iscrivere ci sono una serie di passaggi da effettuare compresa la scansione del documento di identità e…quindi è alquanto improbabile che qualcuno possa essere iscritto a sua insaputa…

        • beh o Fede se mi vuoi far sentire imbecille ci sei riuscito…ti garantisco che io non mi sono resa conto di essermi candidata , insomma mi sono iscritta convinta di votare un candidato e non essere votata…va di suo che questa semplicità procedurale non aiuta la causa.( e non ho scansionato un bel niente)

      • L’autentificazione, per ovvi motivi, si fa dopo la chiusura delle iscrizioni.

        Quanti si iscrivono accettano espressamente la pubblicazione di alcuni dati (poco sensibili) e dichiarano di aver letto e approvato l’informativa sulla Privacy.
        Se Caterina Tosi ha compilato il form in stato di stress che gli impedisce di essere lucida può comunque rilassarsi.
        Ammesso che abbia dato pure un recapito, quando sarà contattata per confermare la sua candidatura potrà facilmente ritirarsi.

        Le iscrizioni chiudono domani e vengono cancellati unicamente gli account palesemente fasulli.

        Si era iscritto pure un “Ugo Cappellacci”…

        • Franco sei la risposta ai miei affanni, grazie! Ho da stirare tante di quelle camicie che il pensiero di governare la Sardegna mi disturbava alquanto 🙂 ( questo per far contento Vito Biolchini!)

    • ninosardonico says:

      Gentile signora Caterina,se è vero ciò che scrive si dimostra ancora una volta che dire “c’è del marcio”è forse dir poco.
      Può anche correre il pericolo di vedersi intestata una villa a Portofino.(scherzo,ovviamente).

  27. Per un attimo mi sono fermato davanti al modulo ed ho pensato: “…Mo faccio la callonata e mi iscrivo… ”
    Tato Presidente della Regione!!! Posso contare su una base elettorale di circa 15 voti, ma sono sicuro che con una buona campagna elettorale possa anche sfondare il muro dei 50 voti!!!

    Il motivo per cui la paginetta del portale dei 5 stelle per candidarsi mi ha affascinato è stato la facilità di accesso: ti vuoi candidare, candidati!
    Se domani andassi in via puccini o in via emila e dico “mi voglio iscrivere e mi voglio proporre come candidato consigliere regionale” quante possibilità ho che questo avvenga? certo che anche iscriversi alla pagine dei pentastellati non da nessuna garanzia di candidatura, ma è impressionante l’idea di facilità di accesso alla politica… davanti a quella paginetta pensavo “e le la smettessi di lamentarmi di tutto e mi iscrivessi per mettermi davvero in gioco e provare a fare qualcosa anzichè parlare e basta…?”

    Quello che mi ha frenato è stata l’ambiguità intrinseca dei 5 stelle, la presenza ingombrante di Grillo (sempre più imbarazzante anche per quelli bravi che sono dentro al movimento), la scarsa chiarezza ideologica del gruppo (es: cosa vogliamo fare degli immigrati? e dei gay? e gli italiani sono migliori degli altri? il fascismo è un concetto superato o è forse necessario ribadire di essere antifascisti?), i metodi comunicativi e la semplificazione estrema dei problemi…

    Ad onor del vero ci sono anche delle cose per cui il movimento mi piace, cioè che finalmente farebbero tutte quelle cose con cui sinistra si riempie la bocca da anni per poi non fare mai (è evidente che PD e PDL non sono la stessa cosa ma seguono lo stesso obiettivo: mantenere le proprie posizioni di potere al costo di qualsiasi balla): cambiare la legge elettorale, rivedere o eliminare il finanziamento pubblico ai partiti, bloccare tutti i progetti inutili tipo la tav, fare una vera spending-review dei costi della politica (diretti ma soprattutto indiretti), dire basta alla missioni militari all’estero ecc ecc…

    Quindi mi candido? Sardegna Tatonabile

    • Gentile Tato
      Il messaggio di fondo è proprio quello che hai percepito di fronte al modulo di iscrizione: avere la possibilità di impegnarsi quando e come si vuole per contribuire con il proprio impegno al bene collettivo, indipendentemente dalla propria condizione sociale, dal proprio livello culturale, dai propri agganci, dalle proprie “conoscenze che contano”; di fronte a quel modulo diventano tutti uguali, (chi fa ironia su questo dimostra solo di essere molto classista, anche se si proclama e si presenta come “di sinistra” o addirittura antifascista).
      Questo messaggio di fondo è una risposta ai tuoi dubbi, quelli che elenchi dopo.
      Soprattutto il dubbio sulla scarsa chiarezza ideologica:
      il m5s è stato pensato per aggregare, non per inscatolare in compartimenti stagni le persone. Ne consegue che i temi particolari che interessano la sfera ideologica dell’individuo devono per forza di cose essere affrontati in discussioni. Tutti si siedono attorno ad una tavola rotonda e esprimono la propria idea; tutti quelli che si siedono però devono farlo con mente aperta e con la consapevolezza della fallibilità e fragilità di ogni singolo essere umano. La discussione quindi mette tutti sullo stesso piano di rispetto, dal punto di vista umano, indipendentemente dalle convinzioni personali. E questo tipo di discussioni sono quelle che fanno crescere tutti, proprio dal punto di vista umano. Dalla discussione emergeranno magari pareri nuovi, più meditati, ed ognuno sarà comunque libero di votare secondo coscienza.
      Quindi non serve un indirizzo ideologico particolare, anzi: è meglio se i pareri divergono spesso, così come in effetti è nel m5s.
      Riguardo il fascismo poi: è un reato. Non si faccia confusione tra legittime opinioni e invece quelle illegittime.
      Riguardo i gay c’è stata una proposta del m5s in parlamento, con bacio omosessuale collettivo in aula. Te lo sei perso? Era davvero di grande effetto.
      Riguardo gli immigrati, come sopra, se ne deve discutere, perché è una questione più pratica che ideologica. Se guardi il mio profilo fb c’è una nota con una proposta di mediazione a riguardo.
      La presenza ingombrante di grillo infine è molto meno ingombrante di quanto sembri: sono i mezzi di comunicazione che lo ingigantiscono. Per fare un esempio, Vito ha scelto la faccia di Grillo come foto del post, ma lui ha un ruolo marginale in tutto quello che concerne queste elezioni regionali: il lavoro è stato fatto dagli attivisti in sardegna e il programma è in elaborazione su una piattaforma decisa e gestita qui. Grillo verrà a fare un po’ di campagna elettorale alla fine, perché è un gigante della comunicazione, è l’unico che riesce a rapire l’attenzione di una piazza di venti mila persone. Quello che però dirà in quella piazza, sarà il programma deciso qui, da noi. Ti sembra poco?
      Questa tua sensazione iniziale è però solo il primo passo, perché tutte le candidature passeranno attraverso tre filtri che serviranno a scremare tutti i burloni, le iscritte a loro insaputa, gli idioti, i riciclati, gli arrivisti, eccetera.
      Un primo filtro è proprio questo: la diffusione dei nomi dei candidati, e per questo va ringraziato Vito perché il suo blog ha tanta visibilità e il lavoro si velocizza e si semplifica. C’è già chi si autoaccusa di essere un infiltrato, dimostrando di essere anche ignorante, come quello segnalato in un commento da alec cani.
      Un secondo filtro è la presentazione dei candidati di fronte agli attivisti che faranno loro domande su domande, per valutarne la preparazione e gli intenti. E dargli quindi “luce verde” se questi rispondono secondo le idee del m5s.
      Un terzo filtro saranno le votazioni primarie tra gli iscritti.
      Quindi la sua campagna elettorale dovrebbe puntare a convincere gli iscritti, non chiunque.
      Tutto questo lo dico perché è importante che si capisca che il m5s non è un partito.
      E’ invece, soprattutto, un metodo diverso di far politica, per ridare al popolo la possibilità di decidere della propria vita.
      Diceva un comico “ciò che i tiranni hanno sottratto al popolo, ritornerà al popolo”
      🙂

  28. su dottori scruzzu says:

    ma e tu o Vito ?? non ti sei candidato ??

  29. ninosardonico says:

    I candidati potrebbero essere anche preparati,colti,onesti e tutto il bene che si vuol dire di loro.
    Ma decide il vertice,Grillo,Casaleggio e pochi altri del sancta santorum.
    Chi conosce bene questi figuri per esperienza personale non ha difficoltà ad usare il termine “Scientology a 5 stelle.
    Non vedo come il caro amico(Grillo) del noto razzista antisardi(paolo villaggio)possa portare una politica a favore della Sardigna se non è capace neanche di affrontare con serietà e responsabilità il peso dei 10 milioni di voti che i Sardi e gli Italiani gli hanno(incautamente)dato.
    Auguri ai 5 stelle sardi se dimostreranno la loro statura politica e morale in quel guazzabuglio(è un eufemismo)chiamato 5 stelle.

    • A me pare che Grillo e Casaleggio facciano semplicemente rispettare le regole inserite nel “non statuto” senza interferire direttamente sui programmi. Quello sardo si sta discutendo da mesi sulla piattaforma aperta a tutti e ad oggi è decisamente il più completo e dettagliato di tutto il panorama regionale. Poi utilizzare una frase detta da Paolo Villaggio per screditare Grillo è veramente un colpo di genio di un commento sbattuto così senza alcun fondamento cognitivo…A me pare molto più incauto dare il voto a chi ha già dato prova di manifesta incapacità e disonestà negli ultimi decenni piuttosto che provare a cambiare. Non dico di votare il M5S (esistono tante liste civiche e nuove proposte) ma a un’indagata di sinistra e uno di destra opterei per qualcosa di nuovo…

    • anonimo says:

      Nino, hai ragione. Basta con i razzisti anti sardi. Noi non abbiamo complessi di inferiorità.Noi non abbiamo complessi di inferiorità.Noi non abbiamo complessi di inferiorità.Noi non abbiamo complessi di inferiorità.Noi non abbiamo complessi di inferiorità.

  30. nicola says:

    Non hanno alcun curriculum, mica come la Barracciu che vanta già un indagine in corso per fondi ai gruppi consiliari e un programma di tutto rispetto nella classifica della banalità e della retorica http://www.youtube.com/watch?v=7jFwQVwJeFY

  31. E potrebbero essere anche peggio.

  32. Si, qualcosa da dire c’è. Nel bene e nel male sono tutte autocandidature provenienti dai cittadini e non imposizioni che provengono da segreterie di partito piuttosto che dalla decisione di un singolo. Mi fa specie, pertanto che si faccia dell’ironia sarcastica nell’articolo che mal si addice ad un “giornalista” che vuol essere libero e indipendente.

    • Ironia sarcastica dove?? Questo è un articolo e basta, massimo rispetto per gli aspiranti candidati (evidentemente non ha mai letto un mio articolo ironico e sarcastico).

      • anna maria trudu says:

        Senta caro Biolchini..ora capisco perchè alcune persone evitano i confronti…Paolo ha perfettamente ragione..il senso del suo articolo è palesemente ironico e denigratorio…a buon intenditor poche parole…buona giornata
        truduannamaria@libero.it

        • Ironico è una cosa, denigratorio un’altra: decidetevi.

          • Samuele Mereu says:

            Gentile Vito Biolchini,
            Bravo, lei potrebbe fare monologhi per Zeling!!
            L’ironia in questo momento è fuori luogo, per quanto riguarda l’aspetto denigratorio…. ” non guardare la pagliuzza nell’occhio del tuo amico se nel tuo c’è una trave” Diversamente si proponga lei come Governatore,se crede di aver le competenze, tra laltro il M5S è fatto anche da persone comuni, che tastano e risolvono i problemi sulla loro pelle ( vuol fare pubblicità al suo amico avvocato??)
            MA
            NIENTE
            IRONIA
            GRATUITA
            GRAZIE!!!!!
            Un cordiale Saluto

    • Federico says:

      “Ironia sarcastica” è un ossimoro voluto?

    • Sinceramente una leggera velatura di ironia si percepisce… come e’ anche giusto che sia (altrimenti l’articolo non sarebbe interessante). Non si percepisce alcuna mancanza di rispetto, ed i signori che si stanno autocandidando inizino a preparararsi ad essere dei personaggi pubblici, e quindi ad ascoltare le critiche, a prenderne atto, a fare delle sintesi, e delle scelte per il bene comune… Altrimenti rischiano di essere delle brutte copie del loro capopopolo.. e non risolveranno alcun problema di questa regione, ma anzi ne aggiungeranno degli altri…

  33. Bruno Lai says:

    Tecnicamente, candidarsi alla presidenza con questa legge, se Cappellacci non si dimette, equivale a una “totale” incapacità di comprendere il senso operativo della politica. Tradotto in linea di principio: PD e PDL si spartiranno primo e secondo posto: il terzo classificato rimarrà a casa. Per carità, vanno anche bene le candidature di testimonianza da affiancare a quella della Murgia, questo ovviamente, se il dottor Ugo’, visto l’assalto alla diligenza di Maurreddu Pili, non si impunta dimettendosi e vanificando – forse a beneficio dei sardi – l’abominio della nuova legge elettorale, optando per l’imposizione della vecchia. A quel punto: Tana libero tutti e si salvi chi può.

  34. Caro Vito,
    come funziona il M5S è difficile da capire per tanti iscritti, mi sembra ovvio che pure chi ne sta fuori abbia difficoltà a decifrarne le modalità operative.
    Io consiglio la lettura del Non-Statuto per trovare la chiave interpretativa.
    http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Regolamento-Movimento-5-Stelle.pdf
    Il fatto che si consenta, a chiunque, di avanzare la propria candidatura non prescinde da una accorta verifica della documentazione necessaria, compreso il certificato penale e dei carichi pendenti.
    La fase successiva prevede la “graticola”: degli incontri pubblici nei quali i candidati si presentano e rispondono alle domande degli iscritti.
    Già questo è sufficiente per far sparire provocatori e millantatori.
    I “sopravvissuti” saranno esposti alla rete, sul Portale nazionale, dove gli iscritti proseguiranno l’esame dei candidati in totale trasparenza ed alla luce del giorno, prima di passare alle votazioni.

    Il M5S affida alla rete la scelta dei suoi portavoce nei palazzi del potere, la stessa rete che decreta il successo di una pagina, un blog o un sito.
    La rete che rende praticamente impossibile mentire senza essere smentiti, nascondere i propri trascorsi ed i trasformismi.
    Può sembrare un modo balzano per scegliere dei portavoce ma, visto il disastro che è la politica degli apparati, vale la pena di tentare qualcosa di diverso: la “Democrazia della Rete”.

  35. Guarda Vito, il metodo della Rete può anche andare bene, ma deve essere supportato da ben altro!
    Stavolta non accadrà come alle nazionali.

    I sardi, in Rete, stanno già esprimendo il gradimento su diversi nomi che circolano da mesi; sarebbe interessante, una volta individuato il candidato/a 5stelle, verificarne l’andamento in ” contrapposizione” agli altri per avere una visione complessiva.

  36. Ivan cermelli says:

    Ma non era precluso a chi ha ,imitato in altri partiti candidassi ?

  37. paulsc says:

    Clamoroso al Cibali. Il favorito è Cappellacci… In questo marasma…

  38. ivan botticini says:

    Tutto molto affascinante, anche se toccherà aggiornare minuto per minuto questo tabellino. Prevedo per il 31.10 almeno il doppio/triplo degli aspiranti. e per lo 01.11 qualche sorpresa.
    Propongo un giochino: chi indovina il candidato Governatore 5 Stelle prima che sia ufficiale vince un trattamento speciale dal parrucchiere personale di Beppe e Gianroberto…

  39. Ma è la Corrida di Corrado?

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: