Video

Cagliari 1943: sant’Efisio tra le macerie dei bombardamenti. Per non dimenticare

 

Ogni primo maggio Cagliari ricorda Efisio, il santo guerriero che preferì morire piuttosto che perseguitare i cristiani. Una grande processione parte della chiesetta nel quartiere di Stampace e raggiunge Nora, dove Efisio fu martirizzato, per tornare poi dopo quattro giorni in città. Un percorso lungo, durante il quale il cocchio trainato dai buoi e che custodisce la statua del santo, viene accompagnato da migliaia di fedeli.

Così non accadde nel 1943, quando solo poche decine di cagliaritani salutarono Efisio. Nel 1989 la programmista regista della Rai Maria Piera Mossa realizzò “Il ’43 con S. Efisio”, uno straordinario documentario in cui riproponeva le immagini eccezionali, girate in quel lontano 1943, da Marino Cao.

A setttant’anni da quella drammatica edizione della festa, le immagini di Efisio che attraversa la città distrutta su di un dimesso camioncino del latte stringono ancora il cuore. Grazie a Marino Cao per il suo coraggio e a Maria Piera Mossa per la sua bravura.

 

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: