Senza categoria

Tanti auguri a tutti, e che sia un 2013 di gioia e rivoluzione. E per festeggiare insieme, ecco i dieci post più letti nel 2012!

lota dura

Gli anni più belli non sono solo quelli in cui genericamente “è andato tutto bene”, ma soprattutto quelli in cui abbiamo lottato e, possibilmente, vinto. Per questo io sono contento di questo 2012 che fra qualche ora ci lascerà. Lo ricorderò come un anno di grandi incertezze, di rivolgimenti estremi, ma anche di fallimenti fecondi, di battaglie vinte e, soprattutto, combattute.

Botte ne sono volate, è chiaro: succede sempre così quando ci si mette in gioco veramente. E spero di potermi mettere in discussione in maniera ancora più radicale nell’anno che sta arrivando. Sento di doverlo fare perché avverto il senso del tempo che passa, delle energie che giocoforza sfumano con il passare degli anni. È vero che non si può avere tutto e subito, ma il più possibile in tempi realistici sì. E allora, diamoci da fare. Io sono pronto, e così spero per voi.

Vorrei che il 2013 fosse un anno di strepitose novità, per me e per tutti voi, cari amici del blog. Un anno coraggioso, senza paure, con un pizzico di sana incoscienza che mai dovrebbe mancare in ogni esistenza. “Gioia e rivoluzione” dicevano gli Area: e sia. Lo devo alle persone che mi amano e mi vogliono bene (l’amore mio Tiziana in primis, che anche più di me ha voluto che questo blog nascesse e che divide con me ogni cosa; mia figlia Emma; la mia famiglia; i miei amici più cari), ma anche a quelli che si sentono minacciati in qualche modo dal sottoscritto: le loro paure meritano di essere adeguatamente alimentate. Non vi deluderò.

E poi c’è il blog. Così come nel 2011, anche nel 2012 non siete spariti, anzi. È stato un anno straordinario, con quasi un milione e mezzo di visualizzazioni, circa quindicimila commenti, decine di migliaia di condivisioni sui social network. Io vi ringrazio per questo, e vi prometto che farò di tutto per migliorare il mio lavoro.

Nel blog abbiamo parlato della qualunque. I dieci post più letti però sono stati questi.

Al numero dieci si piazza il pippone esistenziale datato 7 aprile dal titolo “E ora, cosa faccio?”: dialoghi tra quarantenni disperati in tempo di crisi, alla ricerca di un po’ di speranza e solidarietà. E tanti auguri di buona Pasqua a tutti. Sempre valido, anche in questi giorni. Ci sono anche 54 commenti, volendo.

Alla posizione nove della nostra classifica annuale ecco un post destinato a diventare un classico: Massimo Cellino, il “padrone” con tanti servi: nel centrodestra isolano e nelle redazioni di giornali e tv. Era il 24 settembre, e i 158 commenti spaziano in tutta la gamma dei sentimenti possibili.

Saliamo ancora, e al numero otto troviamo la dimostrazione lampante che il familismo amorale no est faula! “Voi da qui dovete andare via!”: l’amministrazione Zedda caccia venti associazioni culturali dall’ex Liceo Artistico! E anche LucidoSottile finisce per strada… Un post datato 13 aprile (con 131 commenti) che consiglio a tutti coloro che volessero attaccare il sottoscritto. Da leggere, rileggere e far leggere.

Era il 5 gennaio quando il tenutario (per la serie “massì, facciamoci tutti amici!”) vi proponeva questo post: Giorgio Mazzella, il padrone: licenziati in tronco tre giornalisti di Sardegna Uno! E adesso vediamo la politica da che parte sta. I colleghi poi non furono licenziati, grazie a dio. E i 45 commenti al post sono ancora tutti lì che vi aspettano. Al numero sette della classifica del 2012.

Vi sta girando la testa? Vi sentite a vortici? Perché stiamo salendo, od amici! Al numero sei un post che ha impazzato nelle vostre bacheche di facebook. Era il 19 marzo quanto l’umile tenutario scriveva “Ma perché Buongiorno Cagliari non sta più andando in onda?”. Qualche spiegazione e una promessa. Marrani a leggervi tutti i 238 commenti (e comunque Buongiorno Cagliari va ancora in onda).

Occhio che ora si fa un salto di qualità, dal numero cinque in su non si scherza più. È il 22 agosto quando l’umile tenutario, anziché andarsene a su Poettu, vi scodella un post che farà la storia (almeno la sua): Cazzate epocali: il nuovo stadio del Cagliari a Quartu! Struttura insicura e sui lavori vigila perfino la Soprintendenza archeologica! Nostro fotoreportage da Is Arenas. La lettura dei 197 commenti è consigliata soprattutto ai giovani che vogliano sondare i misteriosi meandri della psiche umana, con particolare riferimento a quella dell’homo cellinensis.

Oi oi, ta spantu! E immoi? In quarta posizione chi ci sarà? Un post clamoroso, condiviso su Facebook da novemila persone! E la Fornero disse ad un malato di Sla: “Anche la vita da ministro è difficile…”. Qualcuno vuole risponderle? Era il primo novembre, appena 121 furono i commenti, tutti molto pacati. Ci mancherà la Fornero. Eja.

E siamo sul podio. Terza posizione, medaglia di bronzo. Era il 28 aprile quando sul blog compariva una lettera: Ci scrive un dipendente Tiscali: “La società è allo sbando, senza alcun piano industriale. I sindacati dove sono? Perché Soru non vende?”. Settanta i commenti per un post che, ne siamo certi, continuerà ad essere letto anche nel 2013.

Quando hai finalmente l’impressione che il lavoro che fai serve a qualcosa. Il 22 ottobre sul blog esce il seguente post: La storia di Federica: “Ho 30 anni e un tumore. Ecco la mia cartella clinica: ci sono dei medici che possano aiutarmi?”. I commenti sono 75, la soddisfazione di vedere rimbalzare la storia anche sui quotidiani è tanta. Forza Fede, non mollare. La medaglia d’argento del secondo posto è per te.

E al primo posto, al primo posto chi c’è? Chi c’è? Lo volete sapere? Sicuri? Era il 12 agosto quando in poche ore il post in questione fu cliccato ben 22 mila volte, e il suo titolo era “Villa con piscina agli zingari”, e i cagliaritani per bene smerdano l’Unione Sarda. Storia di una ribellione civile ad un giornale incivile. Centoquarantadue commenti, giusto per gradire. E per non dimenticare (si dice così, vero?).

Questi sono i post che avete letto di più, od amici. Ma se ve ne ricordate altri ditelo pure, non abbiate paura.

Tanti auguri cari amici, buon 2013 a tutti. Gioia e rivoluzione!

 

 

FacebookWordPressTwitterBlogger PostEmail.
Tags: , ,

27 Commenti

  1. Anonimo says:

    Gentile Biolchini, un anno fa circa, lei ci informava, a prova del buon operato della Giunta, che “il sindaco Zedda ha ufficialmente comunicato che è iniziata la procedura per adeguare anche a Cagliari il Puc al Ppr! L’assessorato all’Urbanistica sta lavorando alla delibera”.
    Poi si domandava: “perché La Nuova non tiene conto di questa importante novità? La ignora volutamente o non ne era a conoscenza?”.
    Trascorso un lungo anno di quell’adeguamento – che dovrebbe essere fondamentale in una Giunta che tutti i giorni ci ricorda di essere verde ed ecologica – non c’è traccia e siamo fermi alla dichiarazione di intenti. Poi, da allora, l’immobilità totale alla quale si è contrapposto un’attivismo inquietante ma rivolto a tutt’altro.
    Iniziava male il 2012 con la delibera su Tuvixeddu – discussa in quasi 500 interventi nel suo blog – e poi ritirata dopo qualche mese nonostante le “spiegazioni” dei vari consiglieri Dessì o Scano sulla validità di quella deliberazione di Giunta.
    Evidentemente la notizia del rivoluzionario adeguamento – fermo alle intenzioni – non rispondeva al vero.
    Di reale c’è invece tutto quello che nel 2012 ha caratterizzato la “storica svolta a sinistra” di Cagliari, teatri compresi.
    E’ necessaria una grande quantità di auguri.

  2. Aggiungerei “quelli che restano anonimi ma in fondo vogliono essere riconosciuti,ohhh yes”. Fermo restando che dire sempre no no no e’ noioso quasi quanto l’eterno “yes” a tutto.

    • Anonimo0 says:

      .. Come direbbe un personaggio molto più polemico di te (e a sproposito).. “Jannacci si sarebbe rivoltato nella tomba..”. Sarebbe una strofa in più il cui senso e’ già presente nel testo. Ma e’ l’inizio dell’anno e bisogna essere buoni. Per i veleni c’è tempo. Dedico anche a te il pezzo. Buon anno Francesca

  3. Grazie Vito e auguri di buon anno (anche se in ritardo)…

    Grazie perchè mi hai insegnato quanto sia importante essere informati sulle cose che succedono in città, mi hai insegnato quanto è importante farsi un opinione e quanto sia necessario essere documentati prima di farsela.
    Grazie perchè dopo aver “imparato da te” riesco anche non essere d’accordo con te su alcune delle cose che scrivi… e questo significa che ho imparato bene…

    Buon Anno
    Tato

  4. Anonimo0 says:

    Auguri belli Vito e buon lavoro.
    Un piccolo omaggio per un ricco 2013 ricordando in pillole il 2012 (secondo io..) 🙂

    Quelli che .. sono passati da qui.

    Quelli che, cercherò di essere sintetico, oh yes!
    Quelli che, voglio fare il giornalista e non il politico, oh yes!
    Quelli che, lo so perché mi chiamano.
    Quelli che, mica tutti condividono le vostre baggianate, oh yes!
    Quelli che, si calmi sta dando un brutto spettacolo che contrasta con la cura per le sue forme, oh yes!
    Quelli che, faccia una cosa .. salti i miei commenti, oh yes!
    Quelli che, che i suoi argomenti siano aria fritta è una constatazione di molti, oh yes!
    Quelli che, a me questi intellettuali mi hanno letteralmente rotto i coglioni, oh yes!
    Quelli che, mi preme sottolineare che non ho offeso nessuno. Oh yes!
    Quelli che, ..concordo dalla prima all’ultima riga, oh yes!
    Quelli che, VITO, sono COMPLETAMENTE d’accordo con le tue analisi, oh yes!
    Quelli che, Lei non esiste.
    Quelli che, Lei non esiste nella maniera in cui si presenta, oh yes!
    Quelli che, complimenti per il nick, oh yes!
    Quelli che, Gentili tutti, oh yes!
    Quelli che, CORDIALMENTE, oh yes!
    Quelli che, continuo a pregare per la sua ironia, oh yes!
    Quelli che, è meglio se mi firmo o resto anonimo?, oh yes!
    Quelli che, lei insulta perché si firma anonimo!, oh yes!
    Quelli che, è finito come un peones di Forza Italia, oh yes!
    Quelli che, ..sull’anfiteatro romano ho avuto ragione io, oh yes!
    Quelli che, ..è tutta colpa degli ambientalisti!, oh yes!
    Quelli che, con le battute non si risolvono i problemi, oh yes!
    Quelli che, ..mi sarei atteso molto più da te, oh yes!
    Quelli che, lascia perdere, non è pane per i tuoi denti!
    Quelli che, Asibiri, oh yes!
    Quelli che, Si bieus, oh yes!
    Quelli che, Le ripeto la domanda Biolchini, oh yes!
    Quelli che, le cognate si trovano, non si scelgono, oh yes!
    Quelli che, le cognate non si scelgono, si trovano, oh yes!
    Quelli che, ..sempre a seminar zizzania, oh yes!
    Quelli che, Torna più cattivo, oh yes!
    Quelli che, Torna più buono, oh yes!
    Quelli che, cess o piccioccusu mi prendo 15 giorni di ferie e vi leggo, oh yes!
    Quelli che, Riassunto degli interventi fin qui, oh yes!
    Quelli che, Traduzione degli interventi fin qui, oh yes!
    Quelli che, saluti e trigu, oh yes!
    Quelli che, Bogarì s’elmettu..!, oh yes!
    Quelli che, Quanto ai miei giudizi, non li esprimo su di lei ma su ciò che dice, oh yes!
    Quelli che, Se le dice di saltare nel cerchio di fuoco lei ci salta vero?, oh yes!
    Quelli che, la verità fa male lo so, oh yes!
    Quelli che, Cosa ho scritto? E’ mattina presto, scusatemi.., oh yes!
    Quelli che, diventare intellettuali è una sindrome curabile, oh yes!
    Quelli che, ottima idea!, oh yes!
    Quelli che, Il quesito è: cosa ne pensi?, oh yes!
    Quelli che, vieni in via Puccini, oh yes!
    Quelli che, Correzione non petita.
    Quelli che, se hai la vita in tasca, la tua vita è sprecata qui dentro, oh yes!
    Quelli che, ho letto il tuo contributo e l’ho trovato molto utile, oh yes!
    Quelli che, caro amico paranoico…, oh yes!
    Quelli che, Stai perdendo smalto!, oh yes!
    Quelli che, Tu invece stai perdendo le staffe!, oh yes!
    Quelli che, Che palle questi pseudointellettuali…
    Quelli che, legga con attenzione e capirà perché la sua realtà inizia e finisce in un blog, oh yes!
    Quelli che, Anche Gigi Riva lo ha capito: la Sardegna è senza speranza!,oh yes!
    Quelli che, Ultimo in porta ..!, oh yes!
    Quelli di Chiagliari.
    Quelli che non c’erano.
    Quelli che purtroppo non hanno un lavoro e fanno i blogger, quelli che hanno un lavoro ma non lavorano e frequentano i blog, oh yes!
    Quelli lì .

  5. madmax says:

    tanti auguri a te e a tutti i lettori del blog

  6. Supresidenti says:

    saludi e trigu vito..

  7. su scomunigau says:

    Bonus printzipius a totus. Fintzas a s’INDIPENDENTZIA

  8. Bruno Ghiglieri says:

    Buon Anno, Vito! Un abbraccio

  9. augurissimi, Vito, ‘nculo alla balena per un anno nuovo che comunque sarà di cambiamento!

    Stefano Deliperi

  10. cipunto says:

    Ragazzi, testa bassa e murandasa de ferru, su mellusu depiri ancora arribai. Fortza Paris !

  11. Auguri a te!
    Grazie per essere così scomodo da svelarci le dinamiche e le contraddizioni della politica riportandocele integralmente, senza fare sconti a nessuno. Parenti e amici compresi.
    Grazie per non raccogliere gli sfoghi di “piccioccalla alle prime armi” che ti definisce fomentatore d’odio, quando al contrario, sei solo un giornalista che, col suo lavoro, vuole aprire il dibattito a tutti, e lo fa da sempre, non certo da un paio di mesi. Se sapessero quanto ridi di gusto quando ti attaccano, nessuno lo farebbe più con lo stesso entusiasmo. Ma questo è il prezzo che si paga per non tradire i propri ideali. Ah… quanto ti capisco!
    Grazie per fare il tuo lavoro con gioia, tantissima gioia. La gioia di parlare a tutte le persone, con la loro lingua, non utilizzando tecnicismi che a volte rischiano di allontanare le persone.
    Grazie per il tuo ” non attaccamento” alle cose materiali, alla tua sensibilità, al tuo rispetto per la verità, anche quella più difficile.
    Grazie perché non conosci il sentimento dell’invidia per le nuove leve che si apprestano a fare i giornalisti, anzi sei un vero scopritore di talenti e gioisci per i meritati successi degli altri, tutti gli “altri”.
    Grazie per il tuo equilibrio, dimostrato anche davanti ai commenti con insulti e offese pesantissime di singoli o di “collettivi di persone” a volte con identità farlocca.
    Grazie per conservare la dignità, lo storico e il rispetto degli amici, anche quando questi, ti voltano le spalle : “Tutti possono avere dei momenti difficili”.
    Grazie perché é vero che credi nel futuro, perché dai fiducia alle persone.
    Grazie quando ti scandalizzi davanti alle ingiustizie, e non ti giri dall’altra parte.
    Grazie di non avere paura di nessuno, perché altrimenti non potremmo mai stare insieme.

    • Grazie di cuore Vito per gli auguri che ricambio assieme alla mia Francy che vi segue sia via radio che sul blog. Grazie per la tua “schiena dritta” merce rara nel panorama giornalistico nazionale. Grazie per affrontare argomenti scomodi, che talvolta attirano su di te critiche faziose ed immotivate, che ci aiutano a capire “cosa veramente succede intorno a noi” visto che l’informazione locale e non solo e’ sempre terribilmente distratta e non si accorge o meglio non si vuole accorgere…..non provo molto ottimismo per il nuovo anno…anzi…e vorrei veramente sbagliarmi in merito. Estendo ovviamente i miei auguri a Tiziana, artista unica ed originale oltre che molto brava.

      • MammaTigre says:

        Grazie per gli auguri che ricambio di cuore, perché lontano dalle scene ho conosciuto la tua grande e sincera umanità in un momento di difficoltà, in un momento in cui sei riuscito a farmi vedere il lato coraggioso della mia disperazione. Grazie anche a nome di mio padre che ti guarda da lassù con gratitudine, anche se non ti ha mai conosciuto. Tu sai perchè.

    • Anonimo says:

      oh LUCIDA le potevi dire anche grazie per tifare il cagliari, un ex custore

  12. Giuseppe Corongiu says:

    Bomos printzìpios e mègius fines

  13. Vi conosco da poco, ma mi sono già affezionata a questo spazio, che è diventato un piacevole appuntamento.
    Buon anno a tutti: a chi sta a destra, a chi sta a sinistra, a chi staziona in via Puccini, a chi vive in Sardegna e non si rende conto della fortuna che ha avuto, a chi è costretto dagli eventi a vivere lontano dalla sua isola e la porta nel cuore… e anche a chi -in buona fede- sogna l’indipendenza.
    Che il 2013 sia con voi e, se volete che sia di buon auspicio, provate a guardarlo dall’altra parte.
    A volte un piccolo spostamento può riservare delle belle sorprese.
    Provare per credere…:-D

    http://i45.tinypic.com/4gb36.jpg

    [IMG]http://i45.tinypic.com/4gb36.jpg[/IMG]

  14. Bonus Acabus e Mellus Inghitzos.

    Atrus Post Mellus!

  15. Oh tenutario…..ma ri pozzu toccai ?Anzi..ma da pozzu toccai sa pivella rua ? A parte gli scherzi, su praxeri de ti liggi o de t’ascurtai a sa radiu cun cuss’attru maccu, alleviada dogna dolori e dogna bubua de sa vira. Buon 2013 a tui a Tiziana e a su blog…e torra a carrigai sa pippaaaaa….Mc Porc

  16. Francesca says:

    Gioia e Rivoluzione..per un fantastico 2013..tanti AUGURIIIIII..basideddusu Cina 😀

  17. Anche io sono pronta! Buona fine e miglior principio a te,famiglia,amici e lettori del blog. Gioia (speriamo tanta) e rivoluzione (magari si comincia con poco,l’importante e’ cominciare pero’!) !

  18. Valerio says:

    “Bloggaci” ancora 😉

  19. grazia pintore says:

    S’auguriu chi su 20013 siata unu annu de serenidade,salute et armonia pros totus sos sardos e chi bi siata su trballu pro sa zente.

  20. Tanti Auguri di Buon Anno anche a te Vito! E grazie ancora, non ho risolto ma non demordo!!!!
    Un abbraccio!
    Jeanette ( la mamma del angelo)

  21. C’e’ copione Gioia e rivoluzione, la mia nota sulla musica. Don Vito: lei lo so che ci puo’ fare un offerta che non si puo’ rifiutare” . Pe cui a lei e signora e famiglia, baciamo con rispetto le mani. E nel 2013 ci delizi del suo intuito persona. Zacca ole trichi tara BUON 2013

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: