Giornalismo / Sardegna

Informazione di servizio: il blog di Vito scala le classifiche nazionali! Ventitreesimo assoluto, terzo di categoria! Ora basta, ora mi monto la testa!

Terzo posto

L’umile tenutario del presente blog comunica alla spettabile clientela che questo mese, grazie alla fiducia da voi accordata, il suddetto blog ha scalato le graduatorie nazionali, classificandosi al terzo posto assoluto nella categoria Costume e Società e addirittura al ventitreesimo in quella generale, stilata dal sito Ebuzzing, che, come si sa, calcola link in entrata, condivisioni dei post su Facebook, Twitter, e cose così

Nella classifica dei blog della categoria Costume e Società il qui presente sito è preceduto solamente da Cado in piedi  e da GreenMe, lasciandosi alle spalle gente tipo Wittgenstein, e il pluridecorato Spinoza.

La medaglia di bronzo nella classifica di categoria consente al qui presente di arrivare addirittura al 23° posto nella classifica generale del blog italiani definiti da Ebuzzing “più influenti”. Classifica che, tanto per capirci, vede al primo posto il blog di Beppe Grillo.

Grazie per averci scelto.

Post scriptum
Non ve l’ho mai chiesto ma ora lo faccio. Come si potrebbe migliorare questo blog? Io sono mandrone, lo so, e sono un giornalista assolutamente old style, ma forse è venuto il momento di crederci veramente in questa cosa strana chiamata internet, che ne dite?

 

79 Commenti

  1. Anonimo says:

    Embe’ Biolchi’, come vanno le classifiche?, un po’ maluccio eh..

  2. Pingback: vitobiolchini su facebook e twitter! No, non è come sembra, posso spiegare tutto! Piaciatemi, followatemi e capirete! « vitobiolchini

  3. Alessandro Mongili says:

    Gi’ no fiat unu “brog”!
    Complimenti fa piacere :-))

  4. Ubi major minor cessat. bravo Vito, ses troppu rogu…ma segar sa barba oh olliera !

  5. Andrea Emme says:

    @Matteo: acqua, mezzo bicchiere di birra (quella in bottiglia verde, prodotta in sardegna), coca cola e per finire un amaro (il preferito dai veterinari alcolisti).
    circa lo strafalcione in inglese: bravo a notarlo subito.
    qui c’è gente che stupra la lingua italiana, ma è fcile scoprire tali errori.
    Prima di premere ENTER ho voluto cambiare la i in a, giusto per lo sfizio.
    Oppure ero già più ubriaco di quel che credevo (perhaps i was drunk 🙂 )

  6. MammaTigre says:

    Auguri all’orfanello. Per molti, ma non per tutti.
    Scetti togu.

  7. Monica says:

    Sono contenta perché te lo meriti. Bravo, bravo e ancora bravo. 🙂

  8. Andrea Emme says:

    Scusa Anonimo, dovevo chiederti del tuo lapsus tastierae: ‘…IN QUESTA CLSSIFICA NON CAMPARI…’

    Campari?!?

    what did you drank?

    … e così abbiamo sistemato anche l’uditorio extra italiano

  9. Andrea Emme says:

    Caro ennesimo Anonimo: ma voi Anonimo siete tutti imparentati? così per saperlo.
    Ti dico un segreto, non dirlo in giro ma qui ci sono un sacco di rosiconi.
    lo giuro sulla testa di Vito.
    avrei voluto scrivere ‘sangiosusu’ ma il blog ha una diffusione tale da sconsigliare lo slang.
    circa le classifiche: mi pare la diatriba sulle canzoni più ascoltate.
    è più affidabile quella di maurizio seymandi o the fifty songs di dj albertino?
    quella di raistereodue o quella di itunes?
    potrei andare avanti ma penso di aver reso l’idea.
    ci sono dei blog che seguo, e altri no: uno è PIOVONO RANE, l’altro è CLORIDRATO DI SVILUPPINA (come son messi? anche se confesso che seguirli o meno non me lo suggerisce una classifica).
    dici che vito si loda e si imbroda? pazienza, è maggiorenne e vaccinato.
    e poi le critiche aiutano a crescere, mica i post adultori alla stregua della amica detta LA LUCIDA (che nick…. cosa vorrà dire? che è sobria? o il contrario?): una volta scrive che è coraggioso, un’altra che ce l’ha lungo….. 🙂

  10. Anonimo says:

    In questa classifica non campari:
    http://www.blogitalia.it/classifica/
    e nemmeno in questa:
    http://it.blogbabel.com/classifica-blog/

    Vantarsi e creare pseudonotizie con i dati che più convengono è una cosa che sanno fare tutti!

  11. grazia pintore says:

    Complimenti Vito.! Sì la cronologia dei commenti è importante,il resto tutto bene.

  12. LUCIDA says:

    Per me sei il numero uno.

  13. irlandesu says:

    Bilinguismo subito !!!!!! anche nel blog

    • Matteo says:

      Sono pienamente d’accordo! Ecco un altro consiglio: trovare qualcuno di buona volontà (io, ad esempio, non sarei in grado) che traduca, anche a posteriori, i post in sardo. Sarebbe cosa buona e giusta. Qualcuno che si proponga c’è?

  14. antoni says:

    Augurios mannos. Una Balentia manna aberu ( sa cultura dipendente e sos mediadores de dipendenssia cumente a G.Mameli e una tzerta publicistica mandrona ana degradau su ” termine” Balentia a cosa mala e lezza e no ischini, o menzus no cherent ischire, chi in Sardu b’at su termine negativu Tetulia, contrariu a Balentia).
    Onestade e apertura a totus essende unu zassu ” zeneralista” ,a si podet narrere? Boh.
    Finzas a cuddhos chi pro forza ti cherene catalogare a Dereta o a Manca inbezzes sos’omines cando sunis Omines sunis de su mundu e su mundu est tundu e pro natura no podet tennere una Dx o una Sx.
    Chin custu no cherjo narrere chi no si tenzada ” puntos de bista ” diferentes e onestade de Omine sapiu.

  15. Ospitone says:

    Sono contento per te bjolk…e per noi.Se fosse possibile, un occhio anche verso la Corsica:…..Franchemu ù mare!!!

  16. Atropa Belladonna says:

    Bravo, ne sono contenta. Te lo meriti

  17. Supresidenti says:

    e beh, toccada a festeggiai.. propongo una bella cena.. ognuno paga il suo però, che le medaglie di Vito sono medaglie di cartone.. valgono poco nel mercato comune.. bravu.

  18. Se tu sei mandrone vuol dire che i mandroni salveranno il mondo.
    Questa è solo una conferma da parte delle classifiche che contano per una verità per me già da tempo sulla top ten dei miei riferimenti giornalistici sardi. Sei bravo, preciso e soprattutto libero da schemi.
    Il tuo blog si automigliorerà automaticamente.
    Avanti così.

  19. ZEPROF says:

    Il merito che viene riconosciuto in Italia? Non ci posso credere.
    Complimenti Vito. Che sia bravo non va aggiunto, lo sanciscono i numeri .
    Nel presentare bene i contesti nei quali le notizie si inquadrano spesso indichi lo sviluppo delle vicende di cui dai notizia. Sarà per questo che i propagandisti che guardano solo alle veline del potere ti avversano. Hanno perso la prospettiva.

    News from an old style? mmhh sounds good

  20. Complimenti

  21. Gianfranca Piras says:

    Complimenti!! L’unica modifica che farei sarebbe snellire l’ordine dei commenti perchè a volte è difficile seguire un filo logico.

  22. Anonimo says:

    ciao Vito, si e vero ti sei montato la testa ! ora quando mi vedi in giro per cagliari o non mi riconosci o fai finta di non vedermi,o un solo termine per te indignu , un ex custode.

  23. bravo così, non c’è bisogno di cambiar nulla, squadra che vince non si cambia, no? 😛

    Stefano Deliperi

  24. Anonimo0 says:

    Bravo Vito!

  25. Gianfranco Carboni says:

    O Amico abbassa lo sguardo. Ajo pagu mera.

  26. pietro says:

    Complimenti e auguri per il futuro.

    Va bene cosi: forse si potrebbe rendere più interessante il blog inserendo più contributi audiovisivi (foto e filmati).

  27. enrico says:

    Un consiglio spassionato da chi con il web ci lavora da quasi 10 anni.
    Cambia l’organizzazione dei commenti, è contro ogni logica che l’ultimo commento pubblicato sia il primo ad essere visualizzato.
    I commenti vanno letti in ordine cronologico 🙂
    Per il resto se vuoi cercare di migliorare il blog sia per organizzazione dei contenuti che per layout grafico credo che questo possa essere un ottimo esempio.
    Ma quelli di banzai son dei bravi molto
    http://www.gadlerner.it/

  28. Su bixinu says:

    Grande Vito!

  29. cèèèèèè lo posso dire ai miei familiari che Vito ha ottenuto questo risultato? Alla faccia di chi …..ti critica….Le loro critiche …li fanno cliccare sul link….e tu scali le classifiche….però se cliccano vuol dire che ……sono curiosi delle tue notizie. Complimentoni!

  30. Mauro Peppino Zedda says:

    Complimenti Vito!!

  31. a me…mi piaci così come sei………e sono contenta!

  32. Vitelio says:

    Innanzitutto complimenti, evidentemente il giornalista orfano di giornale è stato adottato da qualcun’altro alla faccia di chi ti vuole male. A parte questo la cosa mi fa immensamente piacere anche perché a quanto pare non sono l’unico che tutti i giorni tra un caxxeggio e l’altro si fa una capatina nel tuo blog pensando “vediamo di cosa parla oggi il buon caro Vito”. Detto questo l’unica modifica che apporterei al sito è l’aggiunta della suddivisione degli articoli in aree tematiche (politica, cronaca, sport, etc). Per il resto va benissimo così com’è. Vai Vito………facci sognare!!!!!! 🙂

  33. Vito Alle Olimpiadi!
    🙂
    In bocca al lupo!
    L&P
    G.

  34. Lascia perdere Matteo che è un professore e non ne capisce mezza di comunicazione 😉 Prima di tutto, tu sei come John Holmes quindi puoi permetterti a “bollis tirai”.

    Per cose un pelo più “serie”, con i tuoi 4000 utenti unici di media dimostri, in realtà, che fai giornalismo, quello old style, quello vero. Ovvero dai delle informazioni che si possono leggere solo qui. Il punto sta nella news che dai, gli aspetti gergali oltre Tirreno ti vengono condonati. Matteo, non sottovalutare le comunità sarde in Italia 😉

    Detto questo ti suggerisco di dare un occhio ai miei ultimi pezzi perché parlo proprio degli strumenti tecnici che, se vuoi, puoi approfondire.

    Take care, oh Vito

    • Matteo says:

      A su mancu professori ahahahahah!
      Caro Giovanni, purtroppo non sono professore, ahimé. E sui sardi nel resto d’Italia (e del Mondo, io lo leggo da ancora più lontano) hai perfettamente ragione. Però, a seconda degli argomenti trattati, penso possano essere interessati anche i non sardi e a quelli mi riferivo.
      Sul celolunghismo ovviamente scherzavo su un frequentatore ed ex commentatore del blog che su questo tipo di gare ha spesso fondato le sue polemiche e che, a leggere questo post, probabilmente avrà pensato subito a questo.
      Comunque a me il blog piace anche così, è Vito che ha chiesto consigli e se proprio dovessi trovare qualcosa da migliorare, bé, l’ho già scritto e non vi annoio più 🙂

  35. Complimenti Vito!!! A questo punto bisognerebbe riorganizzare un incontro pubblico “fuori dal blog” per festeggiare…

  36. Complimenti caro Vito un successo più che meritato!!!!!
    Giorgia

  37. Francesco Sechi says:

    Complimenti! Cosa c’è da migliorare? Quando si è in crescita non si dovrebbe toccare niente. Banalmente, da una semplice analisi del numero delle risposte ai tuoi blog ti puoi rendere conto, ma immagino già lo sappia, di quali siano gli argomenti che più interessano la gente. Capire poi il perché abbia più successo una discussione su un attraversamento pedonale piuttosto che sul problema di riuscire a fare una mammografia, beh è un bel dilemma.

  38. Neo Anderthal says:

    Troppo Togo VITOOO!
    Qualche osservazione:
    Probabilmente una indicizzazione più chiara -per esempio l’ora di arrivo dei vari commenti etc. etc.- renderebbe più chiaro tutto, e una piccola sezione -adeguatamente indicizzata anche questa- video e foto arricchirebbe l’offerta e quindi il risultato.
    Da ultimo si potrebbe seguire qualche autorevole esempio nel ramo, e credo che gallery del tipo “Le casalinghe hot della Trexenta” farebbero innalzare più e vieppiù l’indice.
    Ma forse -dico forse, ma poi non so- sarebbero fuori luogo, no?
    🙂

  39. Claudia Anatroccola says:

    Sono molto felice per te , Vito ! Il successo é meritatissimo , continua il tuo lavoro con lo stesso spirito critico e la stessa onestà intellettuale dimostrati finora . Complimenti !

  40. Silvia says:

    Sono felice per te, caro amico

  41. massimiliano says:

    bravo!!!

  42. Iscrìere fintzas in sardu. Si boles una manu de agiudu, bi so.

  43. Damiana says:

    Complimenti Vito! Il tuo è un blog che fa girare notizie, idee e riflessioni che altri neppure si sognano.
    C’è mestiere nei tuoi articoli d’opinione e soprattuto informazione che nessun qualinquista blog o quotidiano cartaceo sardo da. Ed è questo che manca in Sardegna, l’INFORMAZIONE!

    Saremmo tutti più coscienti e informati di ciò che succede da noi. Il taglio del blog locale va bene ma sarebbe bello estenderlo a tutta la Sardegna. Ovviamente è una questione di costi, questo si sa ed il bello di non dover rendere conto ad un editore padrone che sborsa è che puoi parlare di tutto senza aver paura di essere censurato. Questo ovviamente si paga……Ma chi l’ha dura la vince!

  44. Allora cosa dovrei dire io che nella classifica generale del mese scorso ero addirittura quarto? 😉 http://www.cagliarifornia.eu/2012/11/clamoroso-cagliarifornia-e-al-quarto.html

  45. Aldo G. says:

    Complimenti! Davvero un risultato straordinario! Forse hai già pubblicato la cosa, ma sarebbe interessante vedere i dati giornalieri di click! Solo curiosità….
    Per dovere di precisione però nella classifica generale ti piazzi al 23* posto ( e non al 21*). E comunque l’inserimento della pubblicità sul blog è già un grande cambiamento… (per le tue tasche ahahahahah 🙂 )

    • Vito Biolchini says:

      Cess, ma stavo rubando due posti in classifica?! No, l’inserimento della pubblicità è cosa loro, io non ci guadagno nulla. I clic giornalieri variano, adesso siamo su una media giornaliera di quattromila (a volte di più a volte di meno).

      • aldo g. says:

        Per un solo giornalista (e non un giornalista solo :-)) 4 mila al giorno sono davvero tanti!!! Complimenti! Però non è giusto non guadagnarci niente… Forse dovresti creare un sito tutto tuo… Senza appoggiarsi su altre piattaforme…

  46. Non ti timas! Si ti sonas ti scrieus: “Ma ti potzu tocai?”

  47. Anonimo says:

    Lassaddu cummenti esti, semplice ed essenziale.

  48. Giuseppe Corongiu says:

    Successo meritato di un grande professionista dotato di passione civile non comune e onesta intellettuale inossidabile. Anche quando non sono d’accordo, e ci mancherebbe altro. Il mio pensiero sul blog lo conosci. La libertà di stampa è un bene che va difeso anche dai lettori. Onorato della tua amicizia.

  49. Massimo says:

    bravissimo. detto che con qualche accorgimento il blog potrebbe volare molto più in alto, strappando ulteriori soddisfazioni, ma soprattutto gratificazioni.

  50. Bravo! te lo meriti! Sei un ottimo giornalista! continua così!

  51. Per me sarebbe bello se affrontassi con più frequenza questioni di carattere nazionale ed internazionale.
    Poi, sia per questioni di carattere locale che nazionale, sarebbe interessante se facessi video-interviste, quando è possibile, a persone particolarmente competenti sulla eventuale questione da affrontare.

  52. Valleyman says:

    Cambia il template, crea le catogorie ed indicizza gli articoli

  53. luca nonnis says:

    bravo Vito! mi fa piacere! molto piacere!

  54. Anonimo says:

    foto porno?

  55. E vai Vito! ci piaci anche quando scrivi cose che non condividiamo perché, in ogni caso, sono sempre ottimi spunti di riflessione. Complimenti!

  56. Francesca says:

    bè, complimenti; se ti può interessare confermo che il tuo è un blog influente: quando vogliamo dire qualcosa di inoppugnabile, ormai diciamo “Lo ha detto Vito”! un abbraccio 🙂

  57. Ebbà che gli accessi sono tutti falsi… 😉
    Dai che scherzo, complimenti e forza Larry! 😉
    PS: ma non è che fra poco ti ritroviamo “a tipo” Beppe Grillo? 😉
    Bohhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

  58. vito, il futuro del giornalismo è il datajournalism. in soldoni, basare molti articoli su dati di fatto (non necessariamente numerici) e rappresentarli attraverso mappe e visualizzazioni. il guardian a una redazione apposita http://www.guardian.co.uk/news/datablog ma basta molto meno per rendere qualche articoletto più appetibile.

  59. Matteo says:

    Occhio che qualcuno potrebbe accusarti di fare a gara a chi ce l’ha più grosso! Tornando alle cose più serie, la forza di questo blog è che tutti, ma proprio tutti possono dare la loro opinione (nel rispetto degli altri, ovviamente). Come migliorarlo? Direi che l’unica cosa che lo potrebbe rendere più appetibile al di là dei nostri confini sardi, sarebbe cercare di evitare il più possibile i localismi. Non dico il sardo (la questione de sa limba appassiona anche me che non parlo il sardo, pur capendolo in parte), ma dico quei modi gergali a sa casteddaia che restano incomprensibili per chi cerca di leggerti da oltre Tirreno. Lo so, alcuni diranno che non te ne deve importare granché dell’italico conquistatore, ma credo che fino a che faremo parte dell’Italia, bisognerà pur tenerne conto. Forse cercherei anche di fare qualcosa per l’estetica, un po’ troppo base (mi riferisco al layout e soprattutto ai link a destra, qualche immagine tipo il logo di Radio X non guasterebbe), ma per il resto che dire, complimenti!!!

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: