Ambiente / Cagliari / Giornalismo / Sardegna

Esclusivo! Ecco le foto dell’incendio all’Anfiteatro romano di Cagliari! Le fiamme devastano il monumento abbandonato dalla Giunta Zedda!

“Incendiari a Monte Urpinu, fiamme anche all’Anfiteatro”, “Cagliari in fiamme: incendi a Monte Urpinu e all’Anfiteatro”: i titoli dei giornali on line non lasciano spazio ad alcun dubbio. La città è sotto attacco, perché due roghi di questo genere non possono essere una casualità. Ma se le foto e i video del rogo che ha minacciato il polmone verde nel cuore di Cagliari stanno facendo il giro del web, quelle che hanno immortalato le fiamme che sono divampate nel’antico monumento romano sono una assoluta rarità.

Quelle che vi mostro in esclusiva sono dunque le terribili immagini dell’incendio che oggi è divampato all’Anfiteatro romano di Cagliari. Le foto sono state scattate da me medesimo alle 19.49. Non vi servirà cliccare sulle immagini e ingrandirle per notare i terribili danni che le fiamme hanno causato al monumento, in evidente stato di colpevole abbandono dopo la chiusura agli spettacoli decisa un anno fa dalla Giunta Zedda.

Per fortuna che le squadre dei vigili del fuoco sono intervenute in tempi rapidi, altrimenti i danni sarebbero potuti essere anche più gravi. Certo che con l”Anfiteatro romano aperto ai concerti un incendio del genere non sarebbe mai potuto accadere!

Post scriptum
È evidente che a Monte Urpinu c’è stato un incendio ed all’Anfiteatro no. Nel monumento si è registrato solo un principio di incendio (probabilmente causato da un corto circuito) prontamente spento dai vigili del fuoco. Però se si titola “Incendiari a Monte Urpinu, fiamme anche all’Anfiteatro”, “Cagliari in fiamme: incendi a Monte Urpinu e all’Anfiteatro” e si mostrano solo le foto del rogo (vero) nel colle in mezzo alla città, uno si immagina che anche all’Anfiteatro ci sia stato un incendio simile. E invece no. Però magari domani sui giornali ci ritroviamo un Farris qualunque o un Deidda in vena di esternazioni che hanno anche il coraggio di attaccare la Giunta Zedda per un incendio che non c’è mai stato. Piuttosto, avete visto che finalmente il Comune sta smontando il palco e sta tornando alla luce l’antica arena? Questa sì che è una notizia!

33 Commenti

  1. efisio erriu says:

    quindi non è vero che c’è stato un incendio?
    Farris chiederà le dimissioni al sindaco Zedda per mancata osservanza dei fatti riportati dall’organo di stampa propagandistica del pdl.

  2. spessotto says:

    Che disdetta, una vera distesa di cenere…..

  3. Fourthciucciu says:

    Mah, anche l’incendio a Monte Urpinu non è che fosse chissà cosa, una panzana che le case siano state sfiorate dalle fiamme.

    A Zedda mi sento di fare un solo rimprovero, non è riuscito a dotare la villa con piscina in uso ai suoi amici zingari di un tunnel sotteraneo per l’attracco dei sottomarini, di un falso vulcano per le feste di capodanno e di un finto nuraghe come spogliatoio per le gentili ospiti prima che si rechino alla sala bunga-bunga.
    Vogliamo vedere Flumini di Quartu surclassare Villa Certosa e Arcore

  4. Claudia Anatroccola says:

    Veramente , chi nutre una vera ossessione per il sindaco Zedda è proprio l’ineffabile Farris . Non passa giorno in cui l’ex assessore non ne chieda a gran voce le dimissioni , anzi , le ‘dimmisioni’ , come scriveva Forza Nuova a proposito delle ‘ville ai Rom’ . Perchè non si rivolge a un bravo psicanalista per risolvere questo problema ? Gli suggerirei il dottor Leonardo Tondo , per intenderci colui che , secondo l’Unione Sarda ,’ ha messo Cagliari sul divano ‘ e ha dichiarato che ‘il fattore prepitante non basta a feterminare l’avento ‘ ! Auguri !

  5. Anonimo says:

    Vergogna..tendenziosità e faziosità politica allo stato puro…esaltati come pochi..zeddiani nell’animo, fanatismo e tifoseria…la vergogna della città di cagliari…giornalisti e cittadini.

    • nandino says:

      parli della vergogna che si prova a leggere l’unione sOrda? Oppure quella che si prova a sentir parlare Farris e Chessa che parla di “cagliaritani che tra poco si mangiano i fenicotteri”?……oppure della vergogna procurata dalla assoluta inutilità della giunta Floris sempre pronta ad andare a mangiare e mai a migliorare Cagliari?

    • Anonimo says:

      a parlato il nipotino del bombolaio magico, che per due volte la presa nel………. un ex custode

  6. Fabrizio says:

    O Biolchini…poi non ho ragione a dire che sei al servizio di Zedda…ajò!!!! Sembra che sia il sindaco perfetto…Prova a fare nel tuo piccolo…ma molto piccolo…un po’ di informazione obiettiva, su…che si sa che la ragione sta spesso al centro e che sicuramente i vari Farris etc come i vecchi sindaci hanno i loro torti ma il buon Zedda non è certo meglio…con la differenza che i sostenitori dei vecchi sindaci non erano esaltati per Floris mentre i sostenitori di questo ragazzino che si fa fare pubblicità su facebook immortalato dai suoi scagnozzi mentre lava la macchina da “chapeau”sono prevalentemente esaltati e soprattutto per niente obiettivi…Attaccano l’Unione come come il buon Silvio attacca la magistratura…ma stranamente Silvio e l’Unione Sarda hanno sempre il 100% delle responsabilità dei fatti avvenuti e gli altri sono i santi…Consiglio a te e ai sostenitori di andare in chiesa a pregare il loro nuovo Dio Massimo Zedda…Ma per favore…e piantatela…..!!!!!

    • Sovjet says:

      Bah, che Vito Biolchini sia un pasdaran di Massimo Zedda è un’idiozia tale che ci vuole davvero molto impegno a pensarla, figuriamoci a scriverla (ho omesso l’azione “leggerla” perché se si fossero letti i post di ci si sarebbe accorti da soli della cazzata scritta).
      Però su una cosa concordo, forse è vero che ci si esalta un po’ troppo per Zedda. Ma il merito è tutto di Emilio Floris è compagnia: qui a Cagliari basta fare cose normali per sembrare geni!

    • MammaTigre says:

      Caro Fabrizio, prova a farti un giro in questo blog per ricrederti su ciò che stai dicendo. Vito non risparmia nessuno. Neanche Massimo Zedda. E non lo sto dicendo io, scripta manent…

    • Supresidenti says:

      a beh, se ti dai ragione da solo non c’è storia..

  7. Anonimo says:

    Vito ti sei dato la zappa sui piedi. L’incendio c’è ed è evidente nella tua prima foto: in basso a destra, a fianco a quella cassetta rossa, un operaio del comune, disteso sull’erba, semi imboscato, si sta fumando una sigaretta e si nota il brillare del mozzicone quando se la porta alla bocca. Due scandali in uno: il fannullone cassato e l’incendio.

  8. Roberto Copparoni says:

    Scusate, ma una domanda è d’obbligo: Dove è l’ncendio?

  9. Acronotau says:

    qual è stato il commento di Piero Pelù rispetto all’accaduto?
    🙂

  10. Andrea says:

    Dal Vangelo secondo Ugnone on Line:
    “…Per quel che riguarda l’origine del rogo sul colle, si propende per l’accidentalità. E’ probabile che l’esca sia stata una cicca mal spenta. All’Anfiteatro, invece, le fiamme sarebbero partite a causa di due o tre persone che, attirate dal rame contenuto all’interno dei cavi elettrici, si sarebbero introdotte nel recinto….”
    Mmmmmm, chi e’ notoriamente attratto dal rame??? Magari gli zingari??

  11. Finalmente quando i turisti ci fermeranno per chiederci dove è l’anfiteatro romano di Cagliari potremo consigliarli di andare a vederlo!!!!
    Però Farris & Co potrebbero presentare un’interrogazione per sapere come viene smaltito il legno: forse vengono costruite ville per i rom?????

  12. Robot76 says:

    aspetta, scusa, ma tu per fare informazione, ti basi su quanto scritto da altri?
    ma andiamo, dai… “la colpevole giunta Zedda”…. poi la rettifica…….ma su, su !!!!!!

  13. Molto Deluso says:

    A Monte Urpino lato Est dove è scoppiato l’incendio vi sono proprietà del Comune, di privati,dell’ Asl e della Regione ( ex Servitù Militari) a chi il compito di vigilare e prendere l’iniziativa per mettere in sicurezza il colle e renderlo fruibile ai cittadini…

  14. A proposito dei costi per lo smontaggio delle impalcature dell’anfiteatro ho letto cifre sconcertanti.
    E’ possibile avere dati certi?

  15. deuseudeu says:

    vito sei un grande…………………………………
    unione sarda sei un piccolo giornale………. falso e tendenzioso……………
    penso che sto giornale meriti un richiamo dagli organi competenti……………..
    un bel doppio cartellino rosso………………….

    Sta ormai pubblicando solo notizie false a unico scopo politico
    Tra un po pubblichera’ la notizia che Berlusconi e stato nominato papa
    ………………………… tanto ormai !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Di nuovo grazie Vito Biolchini !!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Un piccolo grande uomo ( mi devi una sarfatta per questa frase )

  16. Mammarua says:

    Eh… Contando che il prodezza camerata Deidda posta ogni giorno foto dell’aliga all’anfiteatro… Non è che qualcuno l’ha visto li attorno con farris e uno stormo di anitre zoppe con buste di aliga in mano?

  17. Anonimo says:

    questo incendio e pilotato e manovrato da mani esperte per screditare la giunta di massimo zedda, e non vado oltre !

    • Anonimo says:

      Gia’ Anonimo mi indigna sarebbe bello metterci la firma. Che dici? Poi diavolo guarda che Massimo è una persona normale che Vuol dire c’e’ un complotto? Ma dai!Comunque leggi l’intervista all’Espresso se hai tempo il Sindaco è proiettato verso una carriera a livello nazionale. In ogni caso tanto abbiamo fatto, compreso il sottoscritto, ciononostante l’anfiteatro ora è uno schifo.

      • Anonimo says:

        sono anonimo perche VITO, vuole cosi’, e no per scelta mia, e poi parli proprio tu che ti fai chiamare anonimo, parixi su scimpru chi narara culluzu a su frari !

      • Anonimo says:

        anonimo io, anonimo anche tu, e quindi parixi su molenti chi zerrira burricu a su boi.!

    • Gianfranco Carboni says:

      Anomimo, sara’ pure una possibilita’ data dal Blog ma mettiamoci i nomi e la firma. L’anfiteatro è in condizioni disastrose vi è un ritardo, Mi pare evidente. E’ stato uno dei temi portanti della campagna elettorale. Io ho piu’ volte ribadito che dovrebbe rimanere anche uno spazio per spettacoli. E’ un luogo confaciente e suggestivo. In quanto alle teorie complottiste: Massimo ormai ha una proiezione di carriera politica di livello nazionale (leggi L’Espresso) si evince anche dall’intervista che peraltro mi pare di Oggi o Gente o Chi, Sostanzialmente non mi piaciono nè le domande ne tanto meno le risposte. Ci vogliono atti concretti, la vita privata mi interessa come amico, come Sindaco mi interessano i temi IMU Tarsu eccc. A si biri ciao Anonimo.

      • Gianfranco Carboni says:

        Vorrei chiarire che “la proiezione nazionale” di Massimo Zedda era riferita a lui quale protagonista della politica nazionale. Sono convinto che l’impegno preso di occuparsi della citta’, di cui è sindaco, verra’ mantenuto.

  18. E vedrete quando di darà fuoco il tunnel sotto via Roma, in segno di protesta per non essere stato fatto!

  19. MammaTigre says:

    Una chicca in tempo reale, da far girare subito 😀
    Grazie Vito!

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: