Cagliari / Politica / Sardegna

Cagliari Calcio Magical Mistery Tour: next stop, Quartu Sant’Elena! Cosa non si fa per non pagare il Sant’Elia…

Restiamo dunque tutti in trepidante attesa dello scottante dossier che Massimo Cellino distribuirà presto ai consiglieri comunali cagliaritani, per avere finalmente dal presidente del Cagliari Calcio l’interpretazione autentica di quanto è avvenuto e sta avvenendo intorno alla sorte dello stadio Sant’Elia.

Io fossi nel sindaco Zedda, inizierei a non dormirci la notte.

Attendiamo con ansia il dossier, perché da anni Cellino è evidentemente vittima della cattiva informazione e della pochezza della nostra politica, invidiosa di uno dei pochi imprenditori di successo che la nostra terra può vantare e che oscura con la sua fama i nani che abitano le stanze del Palazzo del Potere. Nani! Invidiosi! Nani e invidiosi!

È vero. Quello che il Cagliari va ricercando è proprio una sorta di “asilo politico calcistico”. Fino a Trieste è dovuto andare, mischino! Perché Cagliari è matrigna, Cagliari è irriconoscente. E come tanti residenti sono stati scacciati dalla città per effetto della brama di denaro dei soliti quattro costruttori, anche i rossoblù troveranno rifugio a Quartu.

Elmas no, non va più bene: anche lì i politici (bashtardi!) hanno tradito. A Quartu invece l’efficientissima amministrazione Contini è pronta a dare ospitalità al Cagliari e ad impegnare tutte le risorse disponibili per concedere quasi gratis ad un privato un impianto sportivo.

A Is Arenas nascerà dunque un magnifico impianto da 20 mila posti circa. Sarà ovviamente all’avanguardia, nel senso che sarà costruito con ponteggi tubolari metallici di ultima generazione (quelli del Sant’Elia sono effettivamente inguardabili, puzzi puzzi).

Un impianto così dove cazzo ce l’hanno? Dove? Da nessuna parte! Oh, e poi non è che il Cagliari giocherà per sempre lì? Noooo, è una cosa a tipo Tempio. Al Comune gli facciamo costruire tutte queste gradinate, poi gliele lasciamo: tanto Quartu da anni aspettava uno stadio da ventimila posti!

Eppoi parliamo di cose serie: la ricaduta di immagine su Quartu sarà straordinaria (di Quartu si parlerà in tutto il mondo!) e compenserà gli immancabili disagi che deriveranno dall’assenza totale di parcheggi e di ogni struttura che deve ospitare un campionato importante come quello di Serie A.

Vi siete mai vergognati del Sant’Elia? No, macché! Beh, dall’anno prossimo cari tifosi, si cambia. Perché del nuovo stadio di Is Arenas nessuno si potrà mai vergognare. Mai!

Perché Is Arenas è meglio del Sant’Elia. Vuoi mettere? Da una parte c’è un’amministrazione di centrodestra che concederà il suo impianto al privato a condizioni estremamente vantaggiose (Quartu è uno dei comuni più ricchi d’Italia, al livello di certi paesini del Trentino Alto Adige, certi lussi se li può permettere), dall’altra invece un’amministrazione di centrosinistra che, a differenza di quella precedente (ben più attenta alle esigenze dello sport) è pronta a chiedere al Cagliari la bellezza di un milione di euro all’anno per concedere l’uso del stadio.

Ma siamo matti? Un milione di euro? Ma ve ne rendete conto? Ma se a Quartu ancora un po’ il Comune lo paga al Cagliari per giocare a Is Arenas! E se la precedente amministrazione di centrodestra del sindaco Floris a Cellino gli ha chiesto la miseria di 50 mila euro all’anno! Immori arribbara questo ragazzino, custu musccosu, e gli chiede a Cellino un milione di euro? Mabbbbaaaaa! Ma lo sai che le società di calcio di serie A sono in crisi? Ma lo sai che svolgono una funzione sociale? Perché non mettono l’Ici alla Chiesa invece che rompere i coglioni ai presidenti di Serie A? Booh!

Io penso che adesso il presidente della Regione Ugo Cappellacci potrebbe anche dare una mano al Comune di Quartu per realizzare il suo sogno, non credete?

Tutti a Quartu, dunque. Senza lame.

Share

23 Commenti

  1. davidetola says:

    sembra che ora cellino se la prenda con il campus universitario..per fare i dispetti:D

  2. spessotto says:

    Cellino torna……i soldi…..

  3. roberto says:

    Un esaustivo commento di chi ha le palle per farlo.Grande Vito

    • Pietro F. says:

      Quoto. Grandissimo Vito.
      Cellino ha potuto ingrassare per 20 anni spt grazie al silenzio e alla connivenza dei media.

  4. docpretta says:

    non c’è bisogno di prendersela così. il sant’elia fa schifo e se fanno uno stadio con i tubi innocenti a is arenas sarà cmq sicuramente molto meglio del sant’elia attuale.. Hai voglia di mettere due reti! Chiaro che sarà difficilmente attuabile anche perchè sembra che Cellino non sappia dove fare l’uovo! Mah comunque la situazione fa schifo.

  5. italia says:

    “Senza Lamer”, attingendo dal mondo della rete XD

  6. od biolchini, perchè non lo compri tu il cagliari? a leggerti sembrerebbe che Cellino ci faccia i milioni di euro col cagliari. Diventeresti ricco.

  7. Impietoso….. ma ci sto al 100%… basta con questa storia degli imprenditori intoccabili… se i debiti li pago io, come li paghi tu, allora li deve pagare anche lui, a maggior ragione se questi sono stati contratti con la Pubblica Amministrazione!

  8. Monica says:

    Cellino, prima tornane i soldi a Cagliari, e poi bai e cravvar…. ops, vai pure a Quartu e perdidì ops, volevo dire restaci pure fino a quando ti fa comodo. Cagliari ha altri problemi ben più importanti di uno stadio che si vorrebbe in usufrutto senza pagare nulla di tasca lasciando i buffi ai cittadini. E quando arrivi schcrivi. Adiosu, senza rancore

    • Anonimo says:

      e vai con la retorica . Monica, anche tu , scrivi cagliari ha problemi piu’ importanti di uno stadio,e quindi anche se fosse vero il sant’elia rimane cosi ? in passato ho condiviso cio’ che hai scritto ma oggi proprio no ,

  9. efisio erriu says:

    aldilà delle battute e del ribrezzo che provocano certe vicende, proporrei di stabilire la regola che una società sportiva come il cagliari calcio spa dovrebbe pagare una struttura comunale, che utilizza a scopo di lucro, in percentuale a quelli che sono i benefici che ne trae dall’impiego di un bene pubblico.
    per giocare al s.elia cellino riceve 42mln da sky (facciamo 21 visto che la metà delle gare le gioca fuori casa), più gli incassi di biglietti e abbonamenti, più la pubblicità.
    Allora cosa sono 50 milaeuro annui che gli chiedeva l’amico di bisbocce ex sindaco?
    Ma forse neanche il milione che gli chiede Zedda è del tutto adeguato.
    Vabbé tanto quello non paga comunque…
    Comunque con un adeguato affitto sarebbe anche plausibile che fosse il proprietario del bene a curarsi di mantenerlo in adeguate condizioni.

    stabilendo una misura che sia valida sempre e non a seconda del colore politico delle amministrazioni forse per non si lascerebbero tali vicende in mano a personaggi di dubbio spessore morale.

    perchè se è vero che zedda sta facendo la cosa giusta (fino a prova contraria che ancora aspettiamo…), comunque farebbe ancora meglio a stabilire una procedura valida una volta per tutte e per tutti.

    tanto le regole sono fatte per essere violate, come dicono quelli del Il Foglio o del Giornale… ma questo è un altro discorso…

  10. Andrea Emme says:

    E perchè no un Cagliari Calcio itinerante? oggi giochi fuori casa a verona? partita in casa successiva a verona. hai già l’albergo, usi il campo per l’allenamento e lo conosci meglio dell’avversario. qualche problema Per esempio a roma o milano, dove due squadre usano lo stesso stadio, ma tra anticipi e posticipi credo si riesca a evitare l’uso concomitante. le altre squadre eviterebbero le spese del trasferimento aereo nell’isola, solo pullman. la città ospite sarebbe una tappa del Cc TIM tour, vuoi mettere il lustro per gli ammìnistratori? cellino potebbe anche creare dei posti di lavoro tra i disoccupati locali: raccattapalle, maschere agli ingressi, venditori di bibite e pop corn sugli spalti: piccolina la sferzata per l’economia….

  11. Stefano reloaded says:

    Magical Mistery Tour?
    Ma Cellino non era una volpe?

    • Neo Anderthal says:

      Roll up, roll up for the mystery tour.
      Roll up, roll up for the mystery tour.
      Roll up AND THAT’S AN INVITATION, roll up for the mystery tour.
      Roll up TO MAKE A RESERVATION, roll up for the mystery tour.
      The magical mystery tour is waiting to take you away,
      Waiting to take you to Quartu Sant’Elena!
      (Po’ immoi!)

  12. la mia impressione è che comunque la cittadinanza sia sempre di più dalla parte del sindaco, specialmente dopo la conferenza stampa e dopo che è stato reso pubblico il contratto tra comune e cagliari calcio… questa è l’impressione che ho leggendo i commenti sui blog, sulle pagine dei tifosi, sui commenti vari su internet, addirittura nei commenti dei lettori nel sito dell’unione (commenti che ovviamente non finiscono mai nel cartaceo…)

    del resto, a parte gli ultimi anni, per lungo tempo anche il centrodestra ha ostacolato i piani di Cellino e la maggior parte dei cittadini ha un’idea di Cellino ben chiara e non di certo positiva, ed in un periodo di crisi come questo la gente è più attenta (o almeno dovrebbe esserlo) a vedere a chi vanno soldi (o terreni) pubblici…

    credo che a Quartu non si farà un bel nulla e che tra qualche mese Cellino farà partire le diffide anche verso il comune di Quartu, pagando poi lui stesso le conseguenze…

  13. Acronotau says:

    Senza lame. E senza i soldi del Presidente.

    …de gomma!

  14. treseghè says:

    O Cellino esci prima il documento storico che stiamo aspettando da 9 anni!!!!!

    Il presidente del Cagliari Massimo Cellino continua a minacciare il calcio italiano: “Un documento storico” sarà presentato, secondo Cellino, domani dai presidenti ‘ribelli’ di serie B a Milano, alla vigilia della prima delle due assemblee di Lega previste in questa settimana.
    I 20 presidenti daranno vita domani a una riunione informale: “Non posso dire di cosa si tratta – ha detto – ma presenteremo questo documento e lo porteremo all’assemblea del 27: allora si saprà se il calcio italiano rivive o muore”.

    e tu lo sapevi chi tra Moi o gli Orrù disse la famosa frase “se c’è gente che vogliono bene al Cagliari Calcio si faccino avanti oggi, e quando dico oggi intendo oggi, non domani o dopodomani?

  15. Neo Anderthal says:

    Se Quartu non andasse più bene. mi hanno detto che a Fenosu…

  16. Claudio says:

    Non ti ho mai letto così avvelenato! Sinceramente preferisco un Vito più moderato, non dico disarmato ma semplicemente più pulito nelle parole. A leggere questa esternazione sembra che tutto ruoti attorno al Cagliari Calcio Spa, spero davvero non sia mai così.

  17. arrepadori de Casteddu says:

    sa cosa toga est ca hat nau ca pagat totu issu is ispesas po mudai su campu de Is Arenas in d’unu stàdiu de serie A… ma sa cosa prus spantosa ancora est sa genti ca ci creit a is catzaras chi narat… parrit ca no du connosceus ancora a Cellino…

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: