Politica / Sardegna

Gi seusu a Floris! Massidda bugone: “Il Pd romano vuole Giovanni Floris, quello di Ballarò, alla guida della Regione Sardegna!”

Il botto di fine anno l’ha sparato con qualche ora di anticipo l’ex senatore del Pdl Piergiorgio Massidda. Ieri dai banchi del consiglio provinciale di Cagliari ha detto chiaro e tondo che “per le prossime regionali, il Pd sta pensando di candidare il conduttore televisivo Giovanni Floris, quello di Ballarò”. Ammazza che botta!

La notizia è stata ripresa oggi da Sardegna 24 e da Sardegna Quotidiano. Quest’ultimo ci offre poi qualche particolare in più: il giornalista televisivo avrebbe già incontrato un paio di volte il segretario del Pd, Pierluigi Bersani. E il grande sponsor sarebbe Enrico Letta (ma le mie fonti indicano anche l’ex parlamentare nuorese Antonello Soro come ispiratore dell’operazione).

La storia è vera oppure no? Sicuramente è verosimile. Come lo stesso Massidda ha spiegato, il Pd non ha un candidato rischia di no avere un candidato “forte” per le prossime regionali. Soru è fuori gioco per le sue disavventure fiscali, Graziano Milia è stato azzoppato dalla Cassazione, e anche il sindaco di Sassari Ganau non sembra ancora in grado di ambire ad una carica così prestigiosa. E dunque che si fa?

L’idea di paracadutare Floris è proprio in stile Pd. Certo, ci saranno le primarie, ma qualche domanda bisognerà pure iniziare a farsela su questa ipotesi che, ripeto, secondo me non è per niente campata in aria.

Se il Pd sta veramente pensando a Giovanni Floris vuol dire che dalla lezione cagliaritana non ha appreso proprio nulla. Per vincere le elezioni non basta più il “nome”, serve un progetto e una coalizione unita. Giovanni Floris sarebbe l’ennesimo corpo estraneo alla politica, un po’ come lo è stato Soru: più di rottura che di unione delle varie anime della coalizione. E i risultati li abbiamo visti.

Sarebbe anche uno smacco per il Pd sardo, “commissariato” di fatto dai vertici romani. Per battere Cappellacci c’è bisogno nientemeno che di un conduttore televisivo di origini sarde? Direi di no. Volete tre nomi di politici del Pd che secondo me hanno le carte in regola per candidarsi alle primarie? Francesco Sanna, Mario Bruno e Gianpaolo Diana.

Insomma, Floris candidato rischia di essere una mossa sbagliata e controproducente che farebbe scoppiare una nuova guerra interna all’elettorato di centrosinistra. Floris verrebbe spacciato come il novello Soru contro i vecchi potentati.

Ma questa è una lettura della realtà politica a dir poco grezza (infatti poi Soru ha perso le elezioni, mica le ha vinte).

Ps
Mi dicono che Bersani, saputo della bugata di Massidda, abbia già fatto sapere all’ex senatore del Pdl che gliela farà pagare…

Share

24 Commenti

  1. Emigrata says:

    Il toto-candidati di questi giorni mi ha fatto tornare in mente e ripescare questo post. Ma questa opzione è ancora in gioco, o è stata scartata?

  2. Daniele says:

    Francesco Sanna sarebbe un ottimo presidente

  3. su casteddaiu says:

    e Marco Espa ??? per me sarebbe sicuramente il candidato migliore, quello che porterebbe un’aria nuova alla Sardegna…..

  4. Pingback: Giovanni Floris da Ballarò a governatore della Sardegna? Il Pd ci prova e noi non ci scandalizziamo - I fatti loro

  5. Mario Bruno è oggi il “lavoratore della politica” il cui profilo personale più si adatta a quello che gli elettori pretendono da un politico: persona onesta, preparata, seria; già oggi autenticamente al servizio della Sardegna – e non solo del territorio che lo ha eletto – è un esempio concreto di uomo prestato alla politica per svolgere un vero servizio ai cittadini. Io lo vedrei benissimo alla presidenza della Giunta Regionale. Altro che Floris.

  6. Tanti auguri Vito, almeno ci resta Buongiorno Cagliari! Buona fortuna per tutto!

  7. E’ il servizio pubblico della RAI che accorre in soccorso alla Società.
    Grazie, Mamma…

  8. ANDREA COIS says:

    VOTA ANTONIO VOTA ANTONIO VOTA ANTONIO MI PARIRI UNU FILM DE TOTO’

  9. alioska mancosu says:

    Francesco Sanna, Mario Bruno e Gianpaolo Diana…. Ma chi sono???

    • Stefano reloaded says:

      Beh… non saranno conosciuti quanto Fantola, ma potrebbero anche loro vincere le elezioni.
      No… aspe’! Mi seu incasinau nel ragionamento.

      • Neo Anderthal says:

        Sanna -il senatore- secondo me non è male. Almeno è uno che ascolta e si documenta.
        La possibilità Floris è una di quelle nefaste veltronate di cui non si sente il bisogno e di cui io personalmente farei a meno tanto volentieri.
        Non è detto che uno solo perché è una faccia nota e simpatica -se…- e fa bene un lavoro di pubblica evidenza debba poi essere capace, pronto e soprattutto preparato a dirigere una macchina amministrativa incasinata come la Regione Sardegna.

  10. Superanonimo says:

    Ohimommia questi conduttori televisivi prestati alla politica.
    No bi juana. E se fosse un altro Marrazzo ?
    Lasciamolo a Roma che è meglio per tutti.
    Cesso per cesso meglio il cesso di casa mia.

  11. Casu Axedu says:

    Sommessamente vi ricordo che alle regionali, se si arrivasse alla scadenza naturale, mancano due anni e, di mezzo, se conosceste le cose del PD ci potrebbe essere un congresso che potrebbe cambiare tutte le carte in tavola. E voi credete alle cazzate di Massidda? Maddai!!! Perchè invece di sparare queste emerite minchiate non si dimette da consigliere provinciale? La legge non lo richiede ma, forse, qualche profilo di conflitto le posizioni che ricopre lo configurano.

  12. Anonimo says:

    ma perche’ il PD, prima di fare certi nomi non passa a SAN GAVINO, e si fa’ fondere ad alta temperatura,magari dopo potranno fare un nome anche di un semi sconosciuto per di piu’ spero che sia sardo, e poi giovanni floris, di sardo ha solo il cognome, e nato a roma, p.s. si sono dimenticati Briatore ecco il nome giusto per i sardi e la sardegna !!!!

  13. Eja ge seusu a floris diaberusu! Topo Gigio? Aprrovo! Ma il vero scoop dei scoop è che l’unico candidato spendibile del centrosinistra sono io medesimo: ZORRO!!! Non ci credete? Ho pronta già la giunta in caso di vittoria: con delega all’Urbanistica Assessore ZUNKBUSTER; Cultura ed Istruzione Assessore RADIOLONDRA; alla Programmazione Assessore SOVIET; con delega all’Agricoltura Assessore MEDARDO DI TERRALBA; Affari Generali STEFANO RELAODAD; Bilancio, Assessore NEO ANDERTHAL; al Turismo, commercio, Sport e Spettacolo Assessore GENTARRUBIA; all’Ambiente (ki faidi a’ bonu!) ORANGE! Bella squadra no? Equilibrata quanto basta, giovane, atletica e soprattutto Sarda per essere Sarda mì!
    Hasta la vista al ratto!

    • Radio Londra (nonostante Er Ciccio) says:

      O El Zorro ma itta arrazza de margiani sesi?
      Deu mi ollu assessori all’Urbanistica o allo Sport.
      Tanti campi da golf farei costruire poitta ca non sei bonu a giogai a golf e ollu imparai beni.
      E poi un campu de golf d’ia fai anche nei terreni di Cellino al posto del campo di calcio.
      Tanti su golf è tottu terra terra e non c’è il rischio che qualche aereo vada a sbattere su qualche tribuna dello stadio.
      Tutta su prusu in ….una mazza.

  14. muttly says:

    Io candido Elio Turno !!!
    Almeno può fare il personaggio più adatto in ogni situazione 😀

  15. Anonimo says:

    Ma Massimo Zedda no?

  16. Neo Anderthal says:

    Ma Siddi della FNSI?

  17. gentarrubia says:

    ma perchè il PD non si risolve a candidare Massidda?

  18. Anonimo says:

    Non c’è limite al peggio. Speriamo che candidino Topo Gigio. Sarà il migliore governatore degli ultimi 60 anni.

  19. Berger says:

    Francesco Sanna sarebbe un’ottima scelta. Mario Bruno ha forse troppi mandati e Diana Sarebbe debole. Ma non circolava anche il nome di Franco Siddi?

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: