Ambiente / Cagliari / Sardegna

Ora è ufficiale: da domani smontano l’Anfiteatro! Prima il palco e la platea, presto tutto il resto!

Riceviamo e molto molto molto molto volentieri pubblichiamo.

***

 COMUNE  DI  CAGLIARI

 COMUNICATO STAMPA

La rimozione delle strutture alla base del palco e quella della platea con le sedie soprastanti che poggiano sull’arena originale: sono i primi interventi che l’amministrazione comunale potrà effettuare da subito nell’area dell’Anfiteatro.

E’ il risultato del sopralluogo svolto questa mattina dall’assessore comunale ai Lavori Pubblici Luisa Anna Marras e da quello alla Cultura Enrica Puggioni con il soprintendente ai beni archeologici Marco Minoja: “Questo primo intervento di rimozione”, spiegano gli assessori, “potrà essere realizzato immediatamente e daremo subito corso alle procedure necessarie”.

Sempre in stretto accordo con la Soprintendenza, l’amministrazione comunale procederà poi agli interventi di rimozione delle altre strutture lignee – gli “anelli” che insistono direttamente sul monumento – e a bandire il concorso di idee per il recupero del monumento stesso e per la riqualificazione dell’intera area che tornerà ad essere sito archeologico e, compatibilmente con questo, luogo di spettacolo.

FacebookWordPressTwitterBlogger PostEmail.
Tags: , ,

16 Commenti

  1. Stefano reloaded says:

    A che punto siamo?
    Perchè è stato giusto, e anche inevitabile, aver impedito di usarlo ancora come si era fatto fino a ieri. Non fosse altro perchè senza l’assillo della stagione incombente si può ragionare in maniera più lucida. Ma se i problemi dovuti ai carichi dinamici sul monumento sono scongiurati, restano tutti quelli evidenziati nella relazione dell’ISCR. Cosa si sta facendo? La muffa avanza.

  2. era ora, no? Che venga sbaraccata tutta e subito, ‘sta legnaia abusiva e dannosa 😛

  3. e adesso si scopriranno le magagne…. chissà quanti e quali danni sono stati fatti al monumento in fase di montaggio delle strutture lignee….

  4. Monica says:

    E adesso salteranno le magagne, e si scoprirà finalmente il perché non hanno voluto smontarlo prima. Se, come penso, hanno fatto grossi danni tassellando la struttura alle pietre, a qualcuno potrebbe essere chiesto di pagare il conto, e con gli interessi. Comunque grandissimi Elio e Vito per come hanno saputo portare avanti la causa.

  5. Bene bene Vito, per ora siamo in linea con quanto avevano dichiarato nel nostro incontro degli Aperitivi Culturali! Un segnale forte direi. Mi sa che presto dovremo ragionare su un altro incontro, che dici?
    Saluti.

  6. E ora via al “concorso di idee”! Io propongo un bel barbeque costantemente acceso! E ne vedi di sparedda, muggini, trattalia, cordula e castagne cuocendo 365 giorni l’anno! 😉
    In ogni caso un bravissimi a quei due che ci hanno spaccato le palle 1 anno con lo smontare l’anfiteatro 😉 e un bravo a Su Sindigu ;-).
    Ora lo smontiamo a Cagliari e lo rimontiamo a Fenosu 😀

  7. spessotto says:

    Si smonta tutto?? Presto!! Datemi una brugola!!

  8. Stefano reloaded says:

    Il palcoscenico già non c’è più. Lavoro risparmiato.

  9. Anonimo says:

    fantastico! complimenti per quanto avete fatto!

  10. Radio Londra (nonostante Er Ciccio) says:

    Bene.
    Direi di allertare in men che non si dica Fisietto e la sua apixedda magica, nonostante i danni che questo commercio ligneo comporterebbe per il mercato delle pompe di calore.

  11. Mossad says:

    In 3 mesi è stato fatto quanto non si è fatto in 17 anni…

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: