Cagliari / Elezioni comunali a Cagliari 2011 / Politica / Sardegna

Comunali a Cagliari: ahahahahah! Il sindaco di Pisa (“città orrenda”) risponde a Fantola e lo cugurra: “Dopo le elezioni lo inviterò volentieri, da semplice cittadino…”

Tanto tuonò che piovve. E alla fine il sindaco di Pisa, Marco Filippeschi, non ha potuto far altro che rispondere alle accuse lanciate dal candidato sindaco di Cagliari, l’esponente del centrodestra Massimo Fantola, che in una intervista elettorale aveva definito Pisa “una città orrenda”. Certo, Fantola aveva escluso da tanta bruttezza la Piazza dei Miracoli. In ogni caso la dichiarazione aveva lasciato tutti stupiti anche a Cagliari, città il cui quartiere medievale di Castello è stato fondato dai pisani, e che conserva ancora “le torri pisane”, “le mure pisane” e la “cattedrale pisana”. Insomma, come dice il mio amico Gianni, dopo Pisa, Cagliari è la città più pisana del mondo!
Ma la cosa bella è che oggi Filippeschi ha diffuso una nota con la quale cugurra malamente Fantola! Là chi funti malusu is pisanusu!  

***

Circola sul Web da diversi giorni, animando molti commenti stupiti, un intervista del candidato PDL a sindaco di Cagliari, dove si definisce “Pisa una città orrenda”. Fantola si lascia scappare questo commento nel corso di un’intervista dove polemizza sulle scelte delle compagnie aeree “come Raynair”. Arriva oggi una dovuta replica del primo cittadino di Pisa, Filippeschi entrando nel merito del giudizio espresso su Pisa dichiara: “Direi che se l’è cercata. Se perderà nel ballottaggio sarà anche per scivoloni come questo. Un candidato che offende un’altra città, bellissima e notissima nel mondo, amica di Cagliari e della Sardegna com’è Pisa, fa un clamoroso autogol. Strano, perché i sardi di solito pesano le parole e hanno grande amore per la storia delle città. Comunque, dopo le elezioni lo inviterò volentieri a Pisa, da semplice cittadino. Gli organizzerò un breve corso sui beni culturali, gli farò vedere le tante bellezze della città e gli dimostrerò che in piazza dei Miracoli la Torre Pendente è una sola, dato che ha parlato di «torri». Lo sanno già alcuni miliardi di cittadini di tutto il mondo, dato che Google ha spiegato come «Torre di Pisa» sia la parola italiana più “ricercata” sul web. Lo apprenderà anche Massimo Fantola”.

47 Commenti

  1. Alessandro Mongili says:

    Certo che anche questo Sindaco di Pisa dev’essere un tipetto che vola alto come modalità di pensiero. Infatti dice “Strano, perché i sardi di solito pesano le parole e hanno grande amore per la storia delle città.”, cioè ci sta dicendo che è possibile ragionare in base a qualità ascritte ai popoli sub speciem aeternitatis? Fra cui anche “hanno grande amore per la storia delle città”, come ho sempre notato in tzia Chicchina… Tritum et ritritum.
    O Vito, ma perché strupi in questo modo il sardo quando lo scrivi? Un po’ di rispetto non guasterebbe, mica è un idioma per le bestie.

  2. Andrea says:

    Filippeschi in maniera ironicamente garbata consiglia a Fantola di informarsi meglio, e di cercare “torre di Pisa” su Google.
    Ahi ahi Fantola, con tutta l’esperienza che vanti ti lasci scappare una sciocchezza simile? Ti credi forse Berlusconi?

  3. PS: non vedo Pisa da molti anni ormai, ma non è affatto orrenda: anche se la mia preferita in Toscana è Siena.

  4. Certo che se continuano ad autorizzare CAGATE MADORNALI come quelle palazzine RIBUTTANTI sorte in via S. Gilla, allora sì che anche Cagliari diventerà orrenda: anche se è già sulla buona strada da decenni…

  5. Soviet says:

    Com’era quella…ah sì, gli dei accecano chi vogliono perdere! E meno male che si stava preparando da due anni a fare il sindaco!

  6. Dubliner says:

    Oh Fantolla buffarì unu parteolla!!! Tocca bairindi!!!!!

  7. gentarrubia says:

    Ceee! O Massimo! Visioni! Mi viene da parlare velocissimo mentre devo stare calmissimo

  8. uno che parla male di un’ altra citta’ non e degno ne’ anche di poter fare il capo condomino, figuriamoci sindaco di cagliari,

  9. MammaTigre says:

    Pisa è BELLA!
    O Fantolas… Nèèèèèèèèèèèèèèèè

  10. Felice Castelli says:

    ciascuno raccoglie quel che semina, mi sembra giusto … ;-P

  11. Simone D says:

    Chi lo difende ora?
    E’ una di quelle tipiche situazioni in cui l’unico commento può essere: pittica sa figur’e merda!

  12. Luisella says:

    al posto di tutti i Pisano e Pisanu della Sardegna mi offenderei di brutto…

  13. matteo murgia says:

    toga questa… giusto per mettere i puntini sugli iiiiiiii…….

  14. Vendemmia says:

    speriamo sta cugurra funzioni…!

  15. Francesco says:

    La chi funti balordusu i pisani…
    Da cui il famoso “meglio un morto in casa che un pisano all’uscio”!!
    Povero fantolas la cugurra pisana e’ arcinota…

    • Federico says:

      Funti malus sì.
      Lo sai come rispondono e quel detto? Rispondono “che Dio t’accontenti!” 🙂

  16. La Destra è proprio alla frutta:finti attentati,promesse oscene,strade occupate dalle fantolamobili,offese ingiuriose,messaggi televisivi e radiofonici!mister fantola sembra uscito dalla università di mediaset….morirà,politicamente,come Sansone e tutti i fi…..alleluia,alleluia!

  17. Ottavio says:

    Beh lui che si dichiara diverso da Berlusconi ha fatto una figura degna del Premier……

  18. cess, ta figura leggia… le torri di Pisa o Fantola baidindi

  19. Pasquino says:

    E cosa vuoi commentare? Ha fatto tutto lui, da solo, Fantola. Però la sbruncata gli deve essere servita, visto che oggi su Radio Press era tutto “sghiscioso”. Ma è una toppa peggiore dei buchi precedenti. Alla richiesta di risposta secca tra demolizione e sanatoria per gli abusi edilizi (che sono violazioni della legge) ha risposto: caso per caso. CIOE’? Caso per caso cosa? La sanatoria non può farla un comune, chi è abusivo è abusivo. Il comune può far finta di nulla come ha sempre fatto. E lanciare messaggi del tipo di quello di Fantola, che lasciano uno spiraglio e una speranza a chi vuole violare la legge.

  20. Un cagliaritano a Pisa says:

    Vivo da diversi anni a Pisa e Firenze e devo dire che la notizia qui ha avuto parecchio risalto. In pratica il candidato sindaco che ha pronunciato queste perle di saggezza, qualora gli dovesse andar male al ballottaggio, ha un futuro da cabarettista! Qui è popolare quanto Nico Bortis! 🙂

    Niente da dire: grandi doti diplomatiche, un pregio averle quando si ambisce a diventare primo cittadino e parlare a nome di tutti i cagliaritani!

    PS: confermo da qui, la torre di Pisa è una sola… ho controllato per sicurezza.

  21. Roberto Pinna says:

    Ultima notizia: ZEDDA vuole aumentare la TARSU ai commercianti! Adesso ci manca pure che dica che vuole aumentare le tasse a Radiopress! 10 100 1000 interviste a Zedda.

    • gentarrubia says:

      Visioni!

    • ZunkBuster says:

      O Pinna accabadda!!!

    • Simone P. says:

      Pinna sturati le orecchie e controlla se c’è ancora Pasqualino in Piazza San Michele a cantare per Fantolassssssssssss! Zedda sostiene (giustamente) che la munnnezza va pagata in base alla quantità di rifiuti prodotti e non in base ai metri quadri della casa!

      • Luigi Zorcolo says:

        Accipicchia che genio questo Zedda. Simone, puoi chiedergli come si fa a stabilire quanta immondizia viene prodotta da ciascun negozio o abitazione? Passera’ qualcuno casa per casa a pesarla? O metteranno telecamere davanti ad ogni negozio per cuccare quelli che lasciano la spazzatura davanti a negozi altrui? O metteranno i cassonetti a gettone? Quante altre genialate del genere ha pensato? Ragazzi, ma l’abbiamo capito che non basta prepararsi quattro slogan per amministrare bene? La TARSU dovrebbe essere pagata: per le abitazioni tenendo conto del nucleo familiare e dei mq, mentre per le attivita’ commerciali tenendo conto del tipo di attivita’ e dei mq.

        • Felice Castelli says:

          Luigi, informati:
          i sistemi ci sono, nei paesi più civili ed evoluti del nostro si usano da tempo.
          è vero che gli slogan non bastano per amministrare:
          occorre invece avere competenza e voglia di fare bene nell’interesse dei cittadini, cose che le passate amministrazioni di destra hanno ampiamente dimostrato di NON avere.
          basta vedere le percentuali ridicole di raccolta differenziata di Cagliari e le tariffe TARSU assurdamente alte che paghiamo, tanto per restare in argomento aliga.
          la tua battuta è quella del bue che dà del cornuto all’asino:
          se c’è uno che in campagna elettorale è andato avanti a slogan retorici e vuoti è Fantola, non certo Zedda che ha un programma concreto e idee nuove ed efficaci da mettere in campo.
          a casa.
          ora tocca a noi.

          • Luigi Zorcolo says:

            Ciao Felice, non sono un tecnico e quindi non conosco i sistemi di cui parli. So che da latre parti i cassonetti sono sottoterra e per buttare la spazzatura si striscia un badge, e questo sarebbe ovviamente un modo per conteggiare la produzione di ciascuno. Non so se tu e Zedda vi riferiate a questo sistema. In tal caso dovreste anche parlare della sua effettiva fattibilita’ e soprattutto dei costi che avrebbe.
            Io continuo a pensare, da ignorante in materia, che non e’ possibile riuscire a calcolare l’effettiva produz dei commercianti e che pertanto ci si deve affidare a dei criteri che possono essere mq, tipo di attività’, n. di… scontrini, ma saranno sempre dei criteri arbitrari. Per le abitazioni si puo’ pensare ad un coefficiente che consideri mq e nucleo familiare, ma anche in questo caso può essere che sia opportuno fare considerazioni di carattere “sociale”. Mi spiego: un single che vive in 70 mq senza dubbio produce meno di una famiglia di 5 in 70 mq, ma potrebbe essere che il comune decida di non aumentare i costi alla famiglia di 5 per una questione appunto sociale. Insomma, come sappiamo e’ un tema serio e delicato che certamente non può essere affrontato con slogan. Ho cercato nel sito di Zedda per vedere se c’era qualcosa di piu’ dettagliato di un semplice slogan, ma non ho trovato niente. A me sembra che tra i due candidati uno (Zedda) abbia detto cose molto generiche, l’altro (Fantola) abbia argomentato le sue proposte in maniera piu’ completa, pensando ai costi delle cose, al ritorno economico che si avrebbe etc. Buon voto a tutti

        • Paquino says:

          Non è difficiole quantificarlo. Lo si fa già in tutto il mondo. Capisco che per voi il lavoro sia difficile a prescindere. Ma se ti sfrozi… Per esempio se in 100 metri quadri si vive in 5 si produce più spazzatura che vivendoci da solo… Se il ristorante documenta 10 mila coperti all’anno, pagherà più della trattoria che ne documenta 2 mila… E poi ci sono i controlli. Si, i controlli. Quelli che non vi piacciono…

          • Anonimo says:

            Paquino, ma lei prima di replicare (e di insultare) li legge i post degli altri? Ha solo ripetuto cose cha avevo già scritto (n. Di persone per le abitazioni, tipo di attivita’ e scontrini x i commercianti). Continuo a Dire che Anche questi sono cmq sistemi arbitrari e che arrivare ad un sistema veramente equo non e’ semplice.

            • Paquino says:

              Ciccio, quando ho scritto io quei post non c’erano ancora. Hai visto comunque che si trova il modo per far pagare chi deve? Poi si perfezionano. Ma il paraculismo che è meglio non muoversi o fare come per l’Ici levandola a ricchi e poveri no…

              • Luigi Zorcolo says:

                a parte che non mi chiamo Ciccio ma Luigi, comunque gia’ nel mio primo post scrivevo “per le abitazioni tenendo conto del nucleo familiare e dei mq, mentre per le attivita’ commerciali tenendo conto del tipo di attivita’ e dei mq”.
                Continuo quindi a pensare che lei non legga attentamente, a meno che non abbia capito che cosa si intende per nucleo commerciale e che cosa si intende per tipo di attivita’ commerciale. Anche perche’ lei fa l’esempio facilissimo del ristorante con 10000 coperti contro quello con 2000, io le posso dire che la TARSU la pagano anche tutti gli altri commercianti, e allora come distinguiamo uno che ha un negozio di abbigliamento da uno che ha una cartoleria? Le potrei anche dire che i rifiuti di uno che fa 10000 coperti servendo bistecche pesano di piu’ di uno che fa 10000 coperti di pizze. Nessuno dice che e’ meglio non muoversi. La mia osservazione riguardava il fatto che e’ molto facile dire “faremo pagare in base ai consumi”, un po’ meno dire esattamente come si puo’ fare. Non capisco il suo paragone con l’ICI, che secondo me non c’entra molto (a parte che l’ICI e’ stato levato a tutti i possessori di 1à casa, che non e’ la stessa cosa che dire “ai ricchi”). Cordialita’

                • Pasquino says:

                  Addendum sull’Ici. Fu tolta prima solo ai possessori con redditi bassi. Poi a tutti. Democratico ma paraculo. La progressività delle imposte sulla base dei redditi è sempre da perseguire, è un principio sacrosanto. La difficoltà non può essere un alibi.

    • Matteo Massa says:

      Pinna, ma non ti basta la sturrata che hai già preso? Ti hanno anche spezzato il cuore dicendo che gli assessori saranno i più votati: fossero stati i più svegli sarebbe spettato pure a te, no? 🙂

  22. Massimo says:

    E cosa si apettava? Il candidato che propone 230 spot wi-fi free non capisce che il web ti permette di far conoscere il tuo pensiero, anche il più nascosto. ma da anche la possibilità a chi da questo viene colpito di dire la sua. Neh, oh fantolas pigari cista cugurrada!

  23. Banana says:

    mai avrei pensato di provare ammirazione per un pisano, deh!

  24. I pisani è risaputo che sono tremendi SE vengono disturbati……….ecco Massimo Fantola te la sei cercata………e poi stai a rompere le scatole ai tanti sardi che ci vivono a Pisa.
    Ti ringraziamo perchè con queste tue USCITE stai servendoci la vittoria in un piatto d’argento.
    Grazie Massimeddu!!

    • Marco P says:

      non lo so… sono armi a doppio taglio.. L’uscita del sindaco di Pisa , (giunta di centrosinistra, tempistica perfetta poco prima del voto, PDL in bella evidenza) potrebbe toccare nell’orgoglio l’elettore cagliaritano non ostile a Fantola.. E indurlo a… immoi si dda fazzu biri deu! ddu votaus de prus puru a fantoleddu!

      La’ ca su Casteddaiu puru…..

  25. Mischino, non regge più!
    Altro che altro mese di campagna elettorale.
    Max è da dicembre in campagna elettorale e di energia ne ha per voi e per altri 100!
    Oh….e che dire quando alla domanda sui megaparcheggi (perchè quello dell’Unione…itta esti? Perchè quella cagata di Piazza Manzoni, che cosa è? Perchè quello del Parcheggio della Musica…è un prato?) ha risposto piccato: “Perchè “mega”? Perchè il “mega” ha una colorazione politica….”. ESATTAMENTE: ha una colorazione politica, e inzà? Ne vogliamo fare altri di parcheggi? Ma si…ne facciamo due belli al Poetto, uno in piazza Garibaldi,uno in via Roma…così anzichè far entrare 100mila macchine ne portiamo 300mila!
    Oh Fantola, gaurda che l’Assessorato al Traffico lo avevate voi per 10 anni!
    E non avete fatto una cippa!!!

    • Luigi Zorcolo says:

      Caro Geppo, ti faccio notare che Fantola e’ in campagna elettorale da almeno due anni, nel senso che ha organizzato con i Riformatori diversi incontri a tema sui problemi di Cagliari. Non si e’ certo improvvisato e preparato la parte del bravo sindaco in pochi mesi. Ha da tempo questa legittima ambizione e quindi, da persona intelligente quale e’, studia i problemi e soluzioni da diverso tempo. Quanto ai multipiano che sono stati fatti in questi anni, credo che fossero necessari e che ora vadano gestiti meglio. Se vogliamo togliere le macchine dalle strade dal centro dobbiamo far si che vengano sfruttati meglio. La maggior parte del traffico in centro e’ legata a chi gira e gira a cercare il parcheggio. Se i parcheggi li togliamo, la gente e’ costretta ad usare i multipiano. Tra le idee discusse con Fantola, oltre a quella delle navette che partono dai parcheggi, c’e’ quella di incentivare il park and bike, ovvero la possibilita’ di lasciare la propria bici in un parcheggio o di prenderne una a noleggio. Pensiamo a tutti quelli che ogni giorno dall’interland arrivano in citta’ per lavoro. potrebbero parcheggiare l’auto e proseguire in bici. Quanto all’assessorato al traffico gestito dai riformatori, ti faccio notare che finalmente sono spuntate a Cagliari le rotatorie (che nel resto d’europa esistono da decenni). Ti ricordi per caso come era l’incrocio di via cadello, o il viale poetto, o l’incrocio vicino ai giardini pubblici? QUalche ese fa hanno messo una piccolissima rotatoria in Viale Merello angolo via Maglias e come d’incanto gli ingorghi sono svaniti.

      • gentarrubia says:

        quindi per i “rotondini” dobbiamo ringraziare i Riformatori! buono a sapersi…
        grazie per aver aumentato la superficie verde di Cagliari!
        comunque, dal suo intervento, deduco che il trasporto pubblico va bene così com’è. al massimo fareste il “tunnel”, anche detto “sottopasso”, per la metropolitana in Via Roma, tanto per alleggerire il traffico…Figo!

      • Eja,come no: perchè tutte queste cosette non le ha fatte fare ai suoi assessori in 20 anni di governo cittadino? No, tranquillo, perchè il traffico è gestito veramente bene a Cagliari.
        Ovviamente li ringraziamo per aver invaso la città di zone blu, di multipiano vuoti e gestiti in modo osceno, per le piste ciclabili che non esistono, per le preferenziali idem, per i parcheggi di scambio, per le dedine di società che gestiscono gli stalli (anche 2 in una unica strada), per viale Marconi, per il casino di macchine in entrata e in uscita, le per ZTL che non si sa dove siano e a che ora entrino in funzione, per i parcheggi fatti realizzare da is amighixeddusu, per i parcheggi fatti gestire dagli amici de noantri, ecc ecc!
        Li, e vi, ringraziamo anche per le manganellate che ci avete fatto dare 5 anni fa quando tentavamo di intervenire per modificare il progetto del parcheggio di piazza Manzoni.
        Vi, e ti, ringraziamo per il “La metro? Bella cagara, bloccherà viale Marconi” presomi dal Sindaco, dall’Assessore e dell’ex sindacalista 4 anni in una riunione del Piano Strategico di Cagliari al mio commento compiaciuto per l’avvio della metro di superificie.
        Vuoi che ti ricordi altro?
        Oh Luigi….siamo 20 anni che aspettiamo: di certo non saremo peggio di voi!
        Saremo molto meglio: ORA TOCCA A NOI!

      • silvia says:

        Svaniti??? Quando ho impiegato 3 quarti d’ora per percorrere viale Merello alle 2 del pomeriggio non ho avuto questa impressione…

        • Hi ragione Silvia: da piazza D’Armi allo svincolo per Pirri, 3/4: alla faccia dei rotondini!
          E mi sono anche diomenticato degli svincoli dell’asse mediano!
          Dovete solo vergognarvi di quello che avete fatto!

  26. ZunkBuster says:

    Ceeeeeh pitticca sa cugurra ahahahahah … comunque a pensarci bene è una questione un po’ storico-antropologica. Pantofola e i suoi sono filoaragonesi e forse un po’ filogenovesi, hanno mostrato scarso senso dell’umorismo e capacità di fare solo satira molto dozzinale che non fa ridere … non hanno nulla di quel sano sarcasmo-autosarcasmo che è patrimonio dei veri cagliaritani (e che li differenzia da altri sardi dai modi più gravi) e che, guardando alle nostre origini, non può che derivarci da parte toscana. Da Pisa, che ha lasciato impronte dappertutto in questa città, a cominciare dall’elefante che adorna l’omonima torre e che insieme a “su bastioni” è il simbolo cittadino più amato e conosciuto.

    • Federico says:

      Ajò, e basta con queste perrerie.
      Zedda quasi sicuramente vincerà e Fantola perderà, ma le indagini antropologiche di Fantola (come odio la deformazione dei nomi degli avversari, tipica di gente come Beppe Grillo e Emilio Fede) filoaragonese e non cagliaritano fanno ridere i cavalli. Sì, ho detto cavalli.

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: