Cagliari / Elezioni comunali a Cagliari 2011 / Politica / Sardegna

Comunali a Cagliari: l’anatra zoppa subito indigesta per il centrodestra! Cicu sfarfalla, Fantola ci mette una pezza ma l’Unione Sarda incasina tutto…

La balla dell’anatra zoppa è durata poche ore. Ma sono bastate al centrodestra cagliaritano ad attrupeliarsi da solo, dire una cosa poi il suo contrario, attaccare e difendersi, accusare e cercare, infine, di parlare d’altro. Complice l’Unione Sarda che, amplificando a dismisura una questione che con il passare delle ore diventava sempre più evidentemente ingestibile, ha messo in difficoltà il suo beniamino. Intorbidandogli le acque.

Ad incasinare tutto ci ha pensato il deputato del Pdl Salvatore Cicu, che nel pomeriggio ha ammannito alle redazioni un mirabile comunicato (che alla fine di questo post vi propongo integralmente e voi me ne sarete grati). Poche perle, giusto per gradire: “Se si verificasse l’eventualità di un’affermazione di Zedda su Fantola è evidente che non ci sarebbe alcuna condizione perché possa governare in un Consiglio Comunale già da ora a maggioranza del centrodestra. In questo senso, il voto a Zedda non può che essere un voto sprecato”.

E ancora: “Nelle dichiarazioni fatte nelle ultime ore constatiamo tutta l’imprudenza di un candidato che continua a dimostrare di non essere all’altezza del ruolo al quale ambisce. Dimostrazione del fatto che se il fattore generazionale è fine a se stesso, non ha alcun valore”.

All’Unione Sarda ovviamente non è sembrato vero, e nella versione on line ha subito sparato “Cicu: ingovernabilità certezza giuridica”.

Intanto le agenzie battevano la notizia di una interrogazione presentata dal senatore Sanna al ministro degli Interni Maroni: una vera e propria sfida a rendere nota la sentenza del Consiglio di Stato che esclude l’ipotesi che a Cagliari (con i voti espressi domenica e lunedì) ci possa essere un Consiglio comunale di centrodestra anche in caso di vittoria al ballottaggio del candidato del centrosinistra, Massimo Zedda.

Poi, la sorpresa: nelle redazioni arriva una nota di Massimo Fantola. “L’anatra zoppa non so neanche di cosa sia. Credo che ai cagliaritani non interessino altri temi se non i programmi e le cose da fare per Cagliari e i cagliaritani”. Una sconfessione assoluta dei suoi compagni di cordata che nelle ultime ora avevano giocato la carta del terrore. Fantola evidentemente ha capito che battere sul tasto dell’ingovernabilità è rischioso. Perché i cagliaritani potrebbero anche decidere di non andare al voto, e per chi deve recuperare i consensi puntare sull’astensionismo non è una grande mossa.

Dall’altra parte, grazie alla bufala dell’anatra zoppa, il centrodestra sta consentendo a Zedda di ricompattare e rimotivare da subito il suo elettorato. Ma lo sapete quante cliccate ha avuto in sole 24 ore il mio pezzo di avant’ieri “Per Fantola anatra a succhittu”? DIECIMILA! Un decimo di quanti sono andati al voto domenica e lunedì! Cos’e maccusu!

Certo, Fantola poi nella sua nota si lascia andare, fino ad accusare il centrosinistra di aver messo in giro l’argomento dell’anatra zoppa (!!), ma il messaggio che lancia è chiaro: “Parliamo d’altro, che è meglio”.

Ma vallo a spiegare a Cicu e all’Unione Sarda! Il giornale ieri mattina ha affrontato il tema con grande circospezione ma intanto, tra vedere e non vedere, ha “sparato” la composizione del Consiglio come se l’anatra zoppa stesse già zampettando dalle parti del Municipio…

Ormai la campagna è iniziata e la parola d’ordine è chiara: “Se vince Zedda, il Comune è ingovernabile, anzi è ingovernabile in ogni caso! Un motivo si troverà”. Ma è una strategia in puro stile berlusconiano che rischia di favorire Zedda invece che indebolirlo, e questo Fantola (che berlusconiano non è) lo ha capito benissimo.

Il candidato del centrodestra ora non può che vincere le elezioni. In caso di anatra zoppa, i boss del centrodestra avrebbero invece anche potuto affondarlo allegramente, ottenendo un duplice risultato: piazzare la maggioranza dei consiglieri e costringere Zedda all’immobilità: una situazione ideale in vista delle elezioni che sarebbero giunte dopo un anno.

Invece adesso chi vince vince e chi perde perde. E al centrodestra non resta altro che risalire la corrente e convincere i suoi elettori riottosi a votare il leader dei Riformatori.

Ma Fantola deve guardarsi da gente come Cicu e dagli zelantissimi cronisti. Perché la disinformazione (che ora danneggia soprattutto lui) corre più veloce della buona informazione. E infatti stasera vado da mia mamma e mi fa: “Ma dobbiamo andare a votare al ballottaggio? Ho sentito alla radio che non serve a nulla, che è meglio non andare!”. E meno male che la radio in questione non era quella che dirigo io…

***

Nota Stampa

Onorevole Salvatore Cicu

18 maggio 2011

“Zedda falsa la realtà.

Con lui sarebbe ingovernabilità immediata.

Cagliari ha bisogno di progetti per essere governata,

 non dell’inconsistenza di idee”

“Non solo un’anatra zoppa. Ma direi di più: senza ali. E incapace di spiccare il volo”.

È l’immagine di una Coalizione, quella del Centrosinistra. E del suo Candidato a Sindaco,  Massimo Zedda.

A tratteggiarla, è il Vice Capogruppo del Pdl alla Camera dei Deputati, l’onorevole Salvatore Cicu. Che riporta l’attenzione sul tema centrale del post-voto: l’ingovernabilità del Comune di Cagliari in caso di vittoria del Centrosinistra. Non un ipotesi. Ma una certezza giuridica.

“Se si verificasse l’eventualità di un’affermazione di Zedda su Fantola – chiarisce l’ex sottosegretario alla Difesa – è evidente che non ci sarebbe alcuna condizione perché possa governare in un Consiglio Comunale già da ora a maggioranza del centrodestra. In questo senso, il voto a Zedda non può che essere un voto sprecato. La sentenza a cui fa riferimento il Pd, non giustifica alcuna ipotesi contraria. Si tratta infatti di una sentenza solitaria che non ha alcun effetto rispetto a una certificata maggioranza di centrodestra. È bene che i cagliaritani lo sappiano.

A nulla servono dunque i tentativi di sviare l’elettorato su altre verità. Zedda – spiega il Vice Capogruppo Pdl – farebbe bene a non incorrere nella semplicistica strategia della falsità politica.  Provi a documentarsi piuttosto. Il suo atteggiamento non solo non risulta utile ai fini di un’affermazione che non arriverà. Ma, nel caso di una vittoria, non sarebbe di sicuro un buon inizio quello di ingannare gli elettori. Dovrebbe imparare ad avere una postura politica più rispettosa del popolo sovrano.

Nelle dichiarazioni fatte nelle ultime ore constatiamo tutta l’imprudenza di un candidato che continua a dimostrare di non essere all’altezza del ruolo al quale ambisce. Dimostrazione del fatto che se il fattore generazionale è fine a se stesso, non ha alcun valore. All’opposto. Premiare i giovani in politica significa infatti premiare la loro capacità, la loro formazione, la loro proposizione progettuale. Non l’improvvisazione. Non l’inconsistenza di idee.

Zedda – conclude l’onorevole Cicu –  è l’emblema di questo pericoloso pressappochismo.  Ecco perché occorre opporsi. Cagliari ha bisogno di ben altro per essere governata. Cagliari ha bisogno di una figura di alta statura politica e istituzionale, capace di amministrare nel segno dell’equilibrio e di quella continuità che in tutti questi anni ha cambiato il volto della città. Sostenendo con incisività i processi di sviluppo, di crescita e occupazione”.

36 Commenti

  1. p. nicola simeone says:

    la risposta migliore all’incredibile CICU (è noto cosa combinano le nanoparticelle) e al FARRIS tardivo?
    ANDARE TUTTI A VOTARE PER MASSIMO ZEDDA
    anzi VEDERE SE QUALCUNO NON HA VOTATO PER LUI AL PRIMO TURNO E ACCOMPAGNARLO A VOTARE, altri nove giorni di LAVORO FATTO BENE PER LIBERARE CAGLIARI

  2. Cordialmente Punto G says:

    Non sanno più cosa inventarsi ….Fantola : “Gheddafi è nascosto a casa di Zedda”

  3. UomoRosso says:

    Dopo la panzana dell’anatra zoppa, ora tocca alla panzana di Zedda fidanzato con la figlia di Soru! I poveri fantoccini non sanno più cosa inventarsi! Pur di nascondere l’inadeguatezza e l’incapacità del proprio candidato “sindico” mettono in giro voci false pensando di screditare l’avversario. ORA SONO ARRIVATI PERSINO A CHIAMARE DIRETTAMENTE A CASA DELLE PERSONE PER METTERLE AL CORRENTE DI QUESTA ECCEZIONALE (E FALSA) NOTIZIA!!! In tutto questo marasma di frottole Fantola da buon vigliacco continua ad evitare gli scontri diretti sul programma, accampando scuse sempre più ridicole. Oggi su Sardegna 1 Zedda lo ha sfidato pubblicamente, Fantola risponderà che probabilmente dovrà portare fuori il cane per fargli fare i bisogni e che questo gli impedirà di presentarsi.

  4. Chesare says:

    probabilmente l’on. Cicu avrebbe fatto più bella figura imitando l’anatra muta……..

  5. io spero che tu abbia ragione Vito, cioè che tutto questo stia “incasinando” il centro destra, ma sinceramente io ho più paura di quella gente che crede a tutto quello che gli si dice…

    quante persone ci sono come “tua mamma” che si sono bevute questa cosa e che senza una smentita netta, forte e capillare… andranno a votare Fantolas in nome della governabilità?

    Poi, d’altro canto, questa campagna ha reso più forte e coeso l’elettorato di Zedda, che sta sicuramente combattendo con le unghie e con i denti…

  6. ZunkBuster says:

    E’ stata una scarogna che Cicu, Farris e compagnia cantante non siano abbastanza giovani anagraficamente parlando da aver dovuto dare l’esame di diritto amministrativo con Andrea Pubusa … li avrebbe sicuramente craccati. Ma bisogna capire Cicu e il suo linguaggio da bar sport appena paludato di politichese … il suo compagno di partito e di studio Farris già si vedeva vicesindaco, ora dopo essere già stato sbruncato da SuperGraziano Milia alle provinciali farà mestamente il consigliere di minoranza … e le sue 1300 preferenze lui e Cicu possono ficcarsele in quel posto insieme all’anatra zoppa e agli sproloqui del fogliaccio edito da Zunk.

  7. medardo di terralba says:

    Ansa: Giorgio Oppi – Se vince Zedda min ci pappu sa cravatta

  8. Dai, speriamo che continuino così….a fare casino e a dire cazzate!
    Ma non si rendono conto che “pru da muriganta, pru fragada”?
    L’unico che ha capito tutto è Fantola che, povero lui, sta facendo il vaso di coccio tra i vasi di ferro!

  9. Marco U. says:

    Ceeee all’Unione sono talmente incasinati che scrivono nella versione on line:
    ” CAGLIARI, SCONTO AULLA GOVERNABILITA’ “.
    Mi immagino la scena…dai dai scrivi in fretta, dai scrivi così…

    Da ridere !!!! mi stampo la pagina perchè correggeranno presto!
    http://www.unionesarda.it/

  10. Federico says:

    Dunque, l’Unione di oggi (19.05.2011) riporta un’altra boiata.

    A pag. 15 titola “scontro sulla governabilità” e Anthony Muroni, citando le dichiarazioni di Farris, cerca di portare la questione sul terreno dei “contrasti giurisprudenziali”.

    Riporto testualmente:

    <>.

    Bene.

    In primo luogo, la sentenza citata dall’Unione di riferisce ad un caso diverso rispetto a quello che interessa le nostre elezioni.
    Infatti, quello richiamato da Farris riguarda la possibilità, per le liste rimaste fuori al primo turno per non aver raggiunto la soglia del 3%, di partecipare alla ripartizione dei seggi una volta che queste decidano di collegarsi ad una delle coalizioni partecipanti al ballottaggio. Diversamente, la sentenza richiamata dal senatore Sanna (e ripresa anche da questo blog) – Cons. Stato n. 3022 del 16 marzo 2010 – ha ad oggetto proprio l’interpretazione della norma sull’attribuzione del premio di maggioranza.

    Ma c’è di più: infatti, anche la sentenza citata dall’assessore uscente fa “SALVI GLI EFFETTI DEL CONSEGUIMENTO IN QUELLA SEDE” – ossia, quella del ballottaggio – “DEL PREMIO DI MAGGIORANZA” (vedi pag. 8; v. anche pagg. 10 e 11).

    Preciso, inoltre, che l’inciso che ho appena richiamato è il prosieguo della stessa frase riportata dall’Unione Sarda. Quindi è stata volontariamente OMESSA.
    Bisogna capire se l’abbia omessa l’Avv. Farris (il che, essendo costui un giurista, sarebbe quantomeno inopportuno) o l’Unione Sarda (e ciò dimostrerebbe ulterioremente la capziosità e scorrettezza del quotidiano “indipendente” fondato nel 1889).

  11. il premio di maggioranza non scatta nel caso in cui una coalizione alternativa al sindaco risultato eletto abbia raggiunto al primo turno oltre il 50% dei consensi. Questa è la clausola dell’ingovernabilità. Vincono contemporaneamente un candidato e la coalizione opposta, di solito si arriva allo scioglimento entro pochi mesi.

  12. ” Ma lo sapete quante cliccate ha avuto in sole 24 ore il mio pezzo di avant’ieri “Per Fantola anatra a succhittu”? DIECIMILA! Un decimo di quanti sono andati al voto domenica e lunedì! Cos’e maccusu! ”

    o convintuuu !

  13. Pasquino says:

    Lo ammetto. Ieri, dopo una lunga assenza dal divano di fronte a una Tv locale, ho deciso di guardare e ascoltare il tg di Sardegna 1 per vedere come trattava l’affaire anatra. Alla fine del servizio rimanevi con la quasi certezza dell’ingovernabilità, soprattutto perché in chiusura si richiamava il caso di Iglesias dell’anno scorso con le dimissione del sindaco di centrosinistra che non aveva avuto la maggioranza del consiglio. Troppa fatica per il giornalista andare a vedere davvero cosa è successo a Iglesias o malafede? E in questo caso, perché? Vorrei intervistare l’intervistatore. In ogni caso, è sufficiente guardare 2 numeri dal sito dell’Interno per capire il caso-Iglesias: 17.311 voti validi totali al primo turno e 8739 i voti presi, sempre al primo turno, dalle liste che sostenevano il candidato sindaco che poi ha perso al ballottaggio. Qui c’è davvero più del 50%, non come a Cagliari. A Iglesias l’ingovernabilità fu proprio la conseguenza dell’applicazione del principio del Consiglio di Stato.

  14. Augusto Secchi says:

    “Solo due anatre in volo vedrai, verso il sud che ora appare, verso il sud che ora appare. Cinque anatre andavano a sud: forse una soltanto vedremo arrivare. Ma quel suo volo certo vuole dire che bisognava volare, che bisognava volare, che bisognava volare, che bisognava volare”. Questo, come molti hanno capito, è il finale di “Le cinque anatre” di Francesco Guccini (Amerigo, 1978). Lo ripropongo per un piacevole tuffo nel passato recente e per invitare i menagramo del centrodestra cagliaritano ad abbassare la doppietta del terrorismo psicologico che, se la memoria non m’inganna, non ha portato troppo bene al centrodestra milanese. Solo dopo l’atterraggio previsto fra dieci giorni si capirà se l’anatra zoppicherà o se, come molti auspicano, riprenderà il volo. Magari facendo volare una città che ha certamente più bisogno di anatre sane – o leggermente zoppicanti – che di uccelli del malaugurio in evidente affanno. Fra questi, per onestà intellettuale, non ci metto il candidato Fantola che a caldo ha dichiarato che questi discorsi non gli interessano. Forse – sempre per onestà intellettuale – potrebbe invitare i suoi sostenitori a fare altrettanto.

  15. medardo di terralba says:

    Cicu, esperto più di rovescio che di diritto, che ci fa la lezioncina …. ci piace vincere facile eh!!!???

  16. marghe says:

    com’è che ultimamente i Gregorinis tacciono?

  17. Stefano reloaded says:

    DIECIMILA CLICCATE?
    Tutte di utenti diversi? O un utente può cliccare più volte senza che le cliccate siano distinguibili?
    Bisogna intendersi sul concetto di “cliccate valide”. Qualcuno tiri fuori una sentenza chiarificatrice!

  18. Pasquino says:

    Si domanda formalmente al Procuratore Fiordalisi di mettere sotto sequestro, al pari del poligono di Quirra, il deputato Cicu e di sottoporlo a controlli accurati su eventuali effetti da nanoparticelle derivanti dalla frequentazione dei siti delle esercitazioni militari. E’ evidente la sussistenza di una qualche alterazione che richiede un approfondito esame integrale.
    Alterazione resa palese anche dalla sindrome di Leporello che porta il paziente a percepire su altre persone difetti di posa, a causa della non corretta postura del paziente medesimo dovuta a una permanente posizione prona, supina o, ancora peggio, a 90 gradi.

  19. Realista says:

    Una riflessione, destinatario Vito, copia conoscenza a tutti coloro i quali hanno un parere ed un interesse in merito.
    La bufala dell’anatra zoppa ha dato, per diversi motivi, dignità ad entrambi i contendenti: a Massimo Zedda, perchè chiarisce che le sue possibilità di vittoria rimangono inalterate e che nessuna ipotesi di ingovernabilità derivi dalla ventilata questione del premio di maggioranza; a Massimo Fantola perchè la sua tempestiva dichiarazione gli rende dignità, in quanto astenersi dallo strumentalizzare una notizia faziosa testimonia di una (almeno in questo caso…) pulizia morale che gli fa onore.
    Perchè quindi messaggio a Vito: perchè questa vicenda, volta a contrastare la sottoinformazione quando non le falsità, mi ha ricordato quello che a suo tempo è successo con l’affair Tuvixeddu, dove i detrattori (illustri e non) del piano di riqualificazione dell’area si sono affannati a descrivere apocalittici scenari speculativi, distruttivi per ambiente e cultura, hanno gridato allo scempio ma nessuno (n e s s u n o) ha mai dimostrato di conoscere i punti di forza e le valenze che, piaccio o no, ilpiano aveva, e che sono importanti per la città e non solo. Nè tu li hai criticati per questo, come invece, giustamente, hai fatto stavolta.
    Mi piacerebbe leggere, anche in questa libera piazza di idee per la creazione della quale ti sono grato, discorsi che siano scevri da faziosità precostituita. Sarebbe a vantaggio dell’obbiettività e della verità, cose molto utili a tutti, da destra a sinistra…

  20. Efis Pilleri says:

    In questa tornata elettorale internet ha avuto un peso molto superiore agli altri mezzi di comunicazione da l’UGNONE a VENDOLINA fino ai camions con i faccioni a rimorchio. Speriamo che LORSIGNORI continuino ancora su questa solfa, contribuendo non poco a mantenere alto il livello di tensione e di incazzatura dei lettori di questo blog fino alla definitiva vittoria di Massimo Zedda e, con lui, di tutti i cagliaritani che stanno finalmente rinnegando la filosofia de IS ORERIS.

  21. Cordialmente Punto G says:

    Siamo solo all’inizio. Aspettiamoci che Cicu dica : ” Se vince Zedda risorge Bin Laden…”

  22. fabius realisticus says:

    Secondo me L’Ugnone continuerà nonostante tutto a incasinare le acque e cercare argomenti estranei alla campagna elettorale per tentare di azzoppare Massimo Zedda: continuerà a farlo perchè è nella sua natura! Del resto se vince Zedda comincerà la martellante campagna enfattizzando tutti i problemi della città (taciuti per anni sotto il governo di destra), per cercare dimetterlo in crisi. Minzolini (fin quando non buttano a mare la poltrona a cui si è incollato) docet. Vista l’apertura di ieri del TG “torna il pericolo dell’estrema sinistra”?

  23. nel caso di vit di zedda al pd quanti consiglieri ?

  24. concordo con Ottavio e Ipazia ..ANDIAMO TUTTI/E A VOTARE MASSIMO ZEDDA!!!!

  25. Ottavio says:

    Ben vengano le sparate tipiche degli ambienti berusconiani se servono ad animare la voglia di cambiamento.
    Non so voi ma io respiro un aria diversa a Cagliari!!!in questi 10 giorni bisogna aiutare e sostenere Zedda al “massimo” delle nostre possibilità!!!dai che ci riusciamo!!!!

  26. Cicu è uno di quelli che in parlamento ha dichiarato col proprio voto di credere che Ruby fosse la nipote di Mubarak, basta questo per qualificare lui e l’opinione che ha dei propri elettori.
    Comunque bisogna pretendere che Maroni sciolga immediatamente la questione con un comunicato ministeriale che anche l’Unione si troverebbe costretta a riportare in prima: non si può arrivare al voto lasciando questo quesito in qualche modo incerto

  27. Ipazia says:

    Sinceramente Vito potevi evitare mi inserire le dichiarazioni di quella capra di Cicu…la mattina preferisco non incazzarmi e ora invece lo sono proprio… “Dovrebbe imparare ad avere una postura più rispettosa del popolo sovrano…”? Si certo, magari la loro doppia “postura”: una nei confronti del loro premier e, quella opposta, nei confronti dei loro elettori….ma che si beva un brodino di dado con la forchetta e lasci in pace le anatre!
    Forza Massimo Zedda e….ANDIAMO TUTTI A VOTARE!!!!!!!!!!!!!!

  28. Cicu chi?quello che era andato a quirra?ah lui si che non oserebbe mai ingannare gli elettori.
    Raccontandoci tutta la verità su quirra mostrò una postura politica rispettosa del popolo sovrano e soprattutto di quello sardo suo conterraneo.
    Nelle dichiarazioni fatte nelle ultime ore constatiamo una volta di più che il caso Cicu mostra come il riciclaggio dei rifiuti in politica non è cosa buona.
    Fare Svuota cestino, please

  29. bisogna fare i conti con il cervello zoppo di Cicu

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: