Cagliari / Elezioni comunali a Cagliari 2011 / Politica / Sardegna

Comunali a Cagliari: la guerra della satira! I fantoliani irridono Zedda: “Puoi vincere solo lo Zecchino d’Oro”. Ahahaha, che ridere!


La reazione non si è fatta attendere, ed è stata dura e, soprattutto, efficace. Il corto di Enrico Pau “La città dei Fioris”, che nelle ultime 24 ore sta impazzando in città, ridicolizzando il centrodestra al governo da sempre a Cagliari, non è l’unico caso di satira politica. La destra infatti ha deciso di ribattere colpo su colpo e ha sferrato un attacco frontale al candidato del centrosinistra, Massimo Zedda.

Non con un corto (evidentemente troppo oneroso per i sostenitori di Fantola) ma con una semplice ed efficacissima foto che ironizza sulla giovane età di Zedda: appena 34 anni. Non a caso, la scritta “La Zecchina d’Oro, l’unica competizione che potresti vincere” lascia veramente il segno e colpisce duramente il candidato del centrosinistra in uno dei suoi punti di maggiore debolezza: la giovane età.

Cosa può infatti un giovane davanti a un avversario non più giovane? Nulla. Mica puoi aumentarti gli anni, gli elettori se ne accorgerebbero!

Peraltro Fantola parte avvantaggiato anche rispetto ai suoi predecessori. Se Mariano Delogu divenne primo cittadino nel 1994 a 61 anni ed Emilio Floris nel 2001 ad appena 57, il leader dei Riformatori, se eletto, cingerebbe la fascia di sindaco a ben 63 anni. I numeri non mentono: sul piano anagrafico Zedda è proprio senza speranza, e la foto satirica dei fantoliani denuncia chiaramente il limite maggiore del candidato del centrosinistra. E’ giovane, non ci sono cazzi!

Ora la foto di Zedda allo Zecchino d’Oro impazza su facebook e sicuramente riequilibra la partita della satira tra i due schieramenti: uno a uno e palla al centro. Alla fine chi vincerà?

50 Commenti

  1. kirkende says:

    Magari è la callonata di uno che non rappresenta nessuno? Tanto per fare l’avvocato del diavolo, MA rimane comunque un rigurgitino fascista, come molti hanno già osservato.

  2. margherita says:

    aspettando michele pudda…

  3. stefano says:

    ma carissimi di dx e di sx se il problema è l’età andate a guardarvi a che età zapatero è diventato 1 primo ministro in Spagna(42 anni) e il suo rivale Aznar quando lo è stato nel 1996 ne aveva 43. In Italia siamo messi veramente male se uno di 34 anni che vuol diventare sindaco non primo ministro viene definito troppo giovane.

  4. maniacus says:

    mia nonna direbbe: Bambusu!!!!!

  5. Lady Luffa says:

    Vito ma quanto te la ridi sotto i baffi per tutti questi commenti??? basterebbe riguardare la foto una volta di più e conoscerti poco poco meglio per cogliere la tua di feroce ironia!!

    ahahahahahaha!
    questa vignetta è terribile, non fa ridere, non è intelligente o sagace nè dice nulla di originale e davvero satirico su massimo zedda…

    domanda: perchè invece Fantola si candida non per la poltrona ma per la gloria nei cieli ?? per la pace nel mondo?? per governare la città o per qualche altra romantica ed oscura ragione??

    w banana!
    Lady Luffa zeddiana , ovviamente!! 😉

  6. Alessandro Mongili says:

    La cosa più disgustosa è che “zecca” nel linguaggio dei fascisti e dei poliziotti fascisti tipo i celerini significa persona di sinistra (“comunista” nel loro confuso analizzare il mondo). C’è poi forse un retrogusto omofobo nel volgerlo al femminile. Insomma, su peus, as usual.

    • mamma mia, tutti a spaccare il capello. addirittura il retrogusto omofobo.. zecca è sostantivo femmilile, tutto li.
      Non sarà il massimo, ma è proprio vero che la sinistra l’ironia non sa proprio accettarla

      • Soviet says:

        Embè in fatto di ironia a voi di destra non vi frega nessuno, tipo l’ironia del kapò dato ad un europarlamentare tedesco da Berlusconi o le barzellettine fini fini sul gusto delle mele o sui malati di aids… Ebbai!

        • eccolo la che parte di replica. Non sono di destra, ma l’ironia sulla zecca in quel manifesto non mi è parsa così turpe, anzi mi è scappato un sorriso. E’ grave sig. soviet? Sarà che a cagliari tra le persone che conosco e che usano quel termime, l’ appellativo non è certo un complimento , ma non è neppure usato in senso squadrista. Goliardico direi. Per ironizzare su abbigliamento, modi di fare, ecc..

          • Soviet says:

            Caro signor Marco tra goliardia e ironia c’è un pochino di differenza. Questo dovrebbe saperlo senza neppure dover scomodare l’ironia del filosofo che sapeva di non sapere, basta il senso comune. Questa foto su Massimo Zedda che non vincerebbe neppure lo zecchino, pardon “zecchina” d’oro non è neppure stupida, ma semplicemente insulsa. Neppure goliardica direi. Attribuire le reazioni alla scarsa ironia della sinistra fra supporre che chi lo rileva abbia riferimenti più dall’altra parte, non c’è mica nulla di cui vergognarsi! Per fortuna, tra le mie conoscenze a Cagliari chi usa quel termine non c’è ed in ogni caso, sanno distinguere l’ronia anche pungente dalla semplice e banale stupidaggine.
            Comunque, così la prossima volta non sblaglia, l’ironia è “la dissimulazione del proprio pensiero (e la corrispondente figura retorica) con parole che significano il contrario di ciò che si vuol dire, con tono tuttavia che lascia intendere il vero sentimento” http://www.treccani.it/vocabolario/ironia/

            • Caro Soviet, diamoci pure del tu. Non son così convinto che il tizio non abbia fatto dell’ ironia. Se non altro perchè, se apri lo Zingarelli trovi anche i significati più estensivi del termine:4-“specie di umorismo sarcastico o beffardo”; 5-“derisione, scherno”. Ma non ne farei una questione linguistica..
              Preferiamo parlare di satira? mettere in ridicolo ambienti, concezioni, modi di vivere del resto è ciò che fa chi di norma chi usa il termine zecche, zecchette, ed è ciò che fa l’autore di questa satira, il cui obbiettivo è ridicolizzare zedda per il suo essere “compagno”, ovviamente partendo dal suo punto di vista di chi non si riconosce in quella concezione del mondo , la deforma e la irride in quanto distante dalle sue categorie di riferimento . E lo fa in questo caso con un’ allusione umoristica. Prende il nome di un concorso canoro, cambia il genere e ci mette la frase allusiva sottostante “La zecchina d’oro. l’unica competizione che potresti vincere” E’ umorismo. Sarà pure una scemenza, ma un sorriso a qualcuno lo strappa.. a me l’ha strappato. sarò sciocco io, non so.. A me pare che a sinistra, mi ci metto pure io riconoscendomi nel centrosinistra, spesso si sia poco inclini a sorridere dell’umorismo rivolto a noi. Un mio pensiero, tutto qua.

              • gentarrubia says:

                c’è chi dice “zecca” e c’è chi dice “carogna”, ma alla fine tutti si fa sol dell’ironia…

              • Soviet says:

                Allora caro Marco, non ti manca la teoria a quanto leggo, ma mi pare resti qualche problema nel calarla nella pratica. Vediamo un po’: c’è un fotomontaggio con Massimo Zedda al microfono e la scritta “la zecchina d’oro. L’unica competizione che potresti vincere”. Non capisco da dove scaturisca l’umorismo, dal fatto che si storpia “zecchino” (la moneta) in “zecchina” (piccola zecca)? E perché dovrebbe far ridere? Qual è il meccanismo comico o satirico? Non irride, né deforma. La frase allusiva è una solenne coglioneria, detta ad uno che piuttosto giovane è stato eletto sia al comune, sia in regione ed ha vinto benissimo le primarie. Poi magari a te fa ridere, buon per te che ti basta poco.
                Prendiamo invece un esempio di satira più riuscita, non tanto il video di Enrico Pau, che lì c’è qualcosina in più, i manifesti taroccati sull’intervista a Fantola. L’ironia e a satira sta nel fatto che lui ha chiamato un personaggio televisivo di qualche notorietà per farsi intervistare: lì sì che irridi e deformi facendo intervistare Fantola dai personaggi più improbabili… il meccanismo satirico è evidente.
                Eppoi, Massimo Zedda sarebbe stato capace di vincere anche lo zecchino d’oro, se vi avesse partecipato! 🙂

  7. Satira? Mah. Come già qualcuno ha notato mi sembra che sia il solito rigurgito fascista. E’ dagli anni Sessanta che sento questo insulto: Zecche.
    Biolchini dice: Zedda è giovane e questo è il suo limite maggiore. Limite maggiore? Questo sarebbe un limite? avere 34 anni? Caro Biolchini lei mi delude, lei ragiona come il peggio della classe dirigente di questo paese, vecchia e incapace di cogliere le esigenze del futuro e di chi questo futuro lo erediterà. Glielo dice una nonna di 62 anni.
    Leggo e riporto: l’età media dei garibaldini che fecero l’Italia: 25-40 anni
    l’età media dei partigiani che morirono per l’Italia: 25 anni

  8. kirkende says:

    Che linguaggio fascio.
    Mi devo aspettare un prossimo fotomontaggio con MZ che si mangia un bambino?

  9. ah, già, invece con Fantola è il nuovo che avanza … ma perchè non guardano alle loro “cardanche”? Uno su tutti il riformatore Michele Cossa … oh, non si da pace …

  10. Cordialmente Punto G says:

    In fondo, la vignetta destrorsa e il corto de is froris, dicono la verità. La prima dice che il candidato del centrosinistra è un giovanotto. La seconda che il centrodestra, in questi dieci anni, ha governato alla cazzodicane….

    • gentarrubia says:

      …e siccome hanno governato alla cazzodicane, come direbbe Signora Franca, “Li continuo a votare, a sfregio!”
      😉

  11. Francesco says:

    AhAhAh che ridere nel titolo è la parte che mi piace di più. In effetti anche io come te mi sto spezzando in due dalle risate.

  12. E dove sarebbe la satira in questa vignetta? Il corto è insuperabile! Massimeddu fregatene che questa volta si vince ed anche bene. Tu hai un enorme vantaggio rispetto a questi castosauri, l’età. Per quanti soldi abbiano nulla possono fare per tornare indietro col tempo. Continuino pure a regalare pasta, ricariche telefoniche in lungo ed in largo per borgo Sant’Elia. Hanno paura e si vede!!!

  13. solo una cosa…per quanto ne so io, e qualcosa su questa campagna elettorale la so, la satira di Vito è sul “Non con un corto (evidentemente troppo oneroso per i sostenitori di Fantola)”…

    Perchè tutto quello che sta succedendo in città per Zedda (e mi sorprende che Vito non abbia notato i flash mob in giro per la città, con il manifesto gigante componibile) è frutto del lavoro di volontari che mettono idee e le realizzano…valo lo stesso per il corto…

    e la sproporzione di risorse in campo mi pare inequivocabile, tutta a favore del centrodestra.

    Inclusa la macchina su cui è scritto “non inquina” invece inquina eccome, essendo ibrida.

    Ciao ermà, benvenuto anche qui!

    e un saluto a tutti

  14. “Risus abundat in ore stultorum”.

  15. spessotto says:

    Scrivo queste righe con enorme difficoltà a causa degli spasmi causati dalla risate….Davvero bella la foto! Complimenti all’ideatore era proprio in vena!!
    P.S: Questa è la seconda “risata” che mi faccio nella serata grazie al PDL. La prima è stata conseguenza dell’apertura dell’ennesima pubblicità elettorale a me indirizzata. Con grande orgoglio il candidato in questione mi informava di far parte del Consiglio di amministrazione del Cagliari Calcio e poi giù con una serie di metafore calcistiche davvero sottili! Per non parlare poi dei colori utilizzati (indovinate?). Il fatto che io sia abbonato c’entra qualcosa? O Vito in questi giorni controllati la cassetta postale che l’amico rossoblù potrebbe scrivere anche a te!

  16. L'informaTori says:

    Vito vince in satira su tutti mi sa!Vito la vignetta e’ talmente tanto bella che anche Berlusconi ha deciso di venire a sostenere Fantola…ah no…va solo ad Olbia…sicuri di vincere o non gliene puo’ frega’ de meno?D’altronde gli affari grossi si fanno in costa…

  17. Mossad says:

    A parte che mi pare che proprio il PDL abbia fatto della promozione dei giovani alle alte cariche della politica un suo cavallo di battaglia, ma è poi così grave fare politica a 35 anni in Italia? Quando negli altri paesi europei si è già amministratori se non smaliziati certo esperti anche a un’età inferiore?
    Fossi in Zedda (lo sono, in un certo senso, per via del cognome) punterei proprio su questo aspetto. Perché di avere 35 anni e tentare di portare qualcosa di nuovo nella nostra dinosaurica società non c’è proprio niente da vergognarsi, mentre ad avere l’età di quei tromboni che dal secondo dopoguerra sfigurano la nostra città ci sarebbe da nascondersi o, quantomeno, da essere presi a sonore pernacchie per ogni pensiero, parola e azione che esprimono.
    Per Zedda vale comunque l’invito ad andare nei quartieri difficili della città e regalare bustoni di spesa, ricariche di cellulare, abbonamenti a Sky e Mediaset Premium. A Cagliari si vince anche così, altro che idee, altro che lavoro, così son buoni tutti!

  18. Stefano reloaded says:

    E’ fatta male: l’articolo è stato modificato al femminile ma il sostantivo no (La ZecchinO).
    Se l’intenzione era dire che Zedda è comunista, rivela il fascio che si cela in chi l’ha fatta, e mi provoca un lieve inarcamento delle labbra. Sulla parte destra.
    Se ci si voleva riferire all’attaccamento alla poltrona, mi fa più ridere il fatto che, a sottolineare questo aspetto, sia un sostenitore di uno che in politica ci sta da quando era piccolino e dava del tu a gente ormai morta da tempo.
    Tralascio di riportare la citazione da “Il secondo tragico Fantozzi” che questa foto mi ha riportato alla memoria.
    L’unica cosa che mi ha fatto ridere è la sottile ironia di Vito in questo articolo.
    O ti è piaciuta davvero?

    • Alla fine non c’è nulla da rivelare perché si sa che tipi di discorsi circolano in certi ambientini:

      “Stanotte ci vieni a bere una birretta al terrapieno? siamo in cricca, due chiacchiere, e si castiausu su panorama. Ah?

      “no! zero birrini al terrapieno che d’è pieno di zecche coi bonghi…oggi sono un treno e me ne vado al caffé degli spiriti o al jacki’o, che d’è pieno di pelo in tiro e, zio, ci tiro tutto puru deu”.

  19. Daniele Addis says:

    Bhe, mi sembra evidente che la competizione satirica la vinca Biolchini. 10 a 0 a tutti!

    • Banana says:

      io non l’ho pubblicata perchè questa sola vignetta geniale avrebbe fatto sfigurare sette mesi del mio lavoro

      • Stefano reloaded says:

        Non l’hai pubblicata perchè sei uno “zeddiano incallito”! ahahah

      • Daniele Addis says:

        Ma Bravo Banana, alla fine sei come tutti gli altri, censuri quelli piu bravi di te, tarpi loro le ali perchè hai paura di perdere tutti i tuoi privilegi da vignettista ufficiale della campagna elettorale, come le auto blu e le sgambettate pagate con i soldi pubblici per sollazzarti! Il tuo è un chiaro esempio di abuso di banana dominante!

        • Banana says:

          minchia, più bravo dell’ispettore maigret…. fosse venuto al live natalizio di buongiorno cagliari o all’incontro alla creperie Chez Victor si sarebbe risparmiato mesi di massacranti indagini, poveraccio

          • gentarrubia says:

            O Matteooooo! o Matteooooo! t’ant cassau! e dire che ero convito ti chiamassi in un’altra maniera…

            Comunque, meglio un capo tondo che una testa quadra

  20. Muttly says:

    Certo che se la sfida è tra “zecche” attaccate alle poltrone per Zedda non c’è speranza 25 anni di aperitivi e nessun match point rendono Fantola inavvicinabile dal giovane Zedda. Google stesso per Zedda tira fuori dei risultati dai siti istituzionali, per Fantola non trova nulla, e se non lo trova Google la lotta è davvero impari :-DDD

  21. E finalmente si vede qualcosa in questa campagna elettorale noiosa! Ma io aspetto artizzu per vedere le fiamme alte! Vogliamo benzina sul fuoco! Comunque il video pro zedda é insuperabile! Questa in confronto é robetta! Poni fogu!

  22. piriccocco mannaro says:

    A roma (ma anche a Cagliari) la zecca è il compagno, il comunista che si veste di stracci, non si lava e si fa le canne. Quindi l’allusione è doppia, c’è proprio ‘na carriolata de doppi sensi…

    Certo non sono divertenti come le strisce di Banana, ma ognuno fa quello che può

  23. Comunque mi pare che sta presa per il culo sia più pesante di quel che sembri e non si riferisca all’età, caro Vito, ma al presunto attaccamento alla poltrona come fosse una “zecca” (epiteto che i fasci utilizzano come ben sapete per definire i cattivissimi comunisti succhiasangue o simili) e non a caso scrivono ” zecchina d’oro” e non al maschile. Ermanno mette i puntini ma si è capito subito come Massimo sia stato ribattezzato. E’ una bella sfida…

    • l’ironia non è sull’ ‘età ( o non principalmente), ma tanto meno sull’ attaccamento alla poltrona! Piuttosto sull’essere compagnuccio. Dai, non è pessima.

  24. ermanno capotondo says:

    Ciao Vito come mai non hai pubblicato quella di Massimo Ze..a attaccato alla poltrona? questa è troppo soft…anche se per colpa di questa immagine sono stato bannato da Banana (matteo Fioraso). Sbircia pure nella mia bacheca su facebook. Buon lavoro.

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: