Cagliari / Elezioni comunali a Cagliari 2011 / Politica / Sardegna

Comunali a Cagliari: Graziano Milia scuote il Pd: “Lista inesistente, sono pronto a candidarmi. E lo facciano anche gli altri big, pure Soru”

La proposta è dirompente: “Sono pronto a candidarmi alle Comunali a Cagliari, ovviamente da consigliere nella lista del Pd. E invito a farlo anche gli altri big del partito: Renato Soru, Marco Espa, tutti”. Il presidente della Provincia di Cagliari Graziano Milia non usa giochi di parole: “Lo dico chiaramente: ho l’impressione che qualcuno nel centrosinistra preferisca far vincere Massimo Fantola. Eppure stavolta, se arriva il ballottaggio, il centrosinistra può conquistare il Comune, e sarebbe un avvenimento storico. Non possiamo perdere questa opportunità”.

Ma perché candidarsi? “Al momento a lista del Pd è debolissima. Ed è una vergogna. Io sono pronto a candidarmi e invito tutti i big del Partito Democratico a farlo. Per dare un segnale fortissimo e aiutare concretamente Massimo Zedda a vincere”. Ma non dovrebbe esserci una incompatibilità tra la carica di presidente della Provincia o consigliere regionale con quella di consigliere comunale? “Intanto candidiamoci, poi si vedrà. E, in ogni caso, io sono pronto a candidarmi anche da solo.

Certo, se anche Renato Soru accogliesse l’invito…

44 Commenti

  1. Gianfranco carboni says:

    Che dire non usando giri di parole e lunghe analisi: “l’avevo detto” e non lo dico mai. Altresì mi fa incazzare chi dice “qui lo dico e qui lo nego”. L’alternativa è, non per presunzione, nella comunicazione o lettera che dir si voglia che ho inviato, 10 giorni circa, ai segretari Regionale, provinciale e cittadino ed ai Presidenti delle assemblee. You remenber: “to be or not to be”

  2. Massimo Manca says:

    Uomini senza fallo, semidei
    che vivete in castelli inargentati
    che di gloria toccaste gli apogei
    noi che invochiam pietà siamo i drogati….

    (De Andrè, 1969, “Due invocazioni e una atto d´accusa)

  3. Alessandro Tato says:

    la risposta di Espa, e la mia risposta alla risposta di Espa 🙂

    http://www.pdcagliari.it/index.php?pid=blog&bid=64

  4. Nani Siete!

    • Neo Anderthal says:

      E tu ci avvicini solo per un tuo dubbio impertinente? Vuoi forse scoprir se è vero quanto si dice intorno ai nani, che siano i più forniti…?

  5. Graziano Milia says:

    Basta leggere buona parte dei commenti per capire del perché a Cagliari non vinciamo mai……come disse Fois “da nani ci siamo presentati e nani vogliamo morire”…..però felici della nostra ossessione compulsiva di essere belli ma sfigati. Per parte mia continuo a sentire Zedda ogni giorno ed a sostenerlo in ogni momento……purtroppo anche la zavorra vota…..ma a quella, siamo d’accordo, ci pensa lui che ha più pazienza di me.

    • Duccio says:

      Già, la colpa è degli elettori che non ci votano

    • Ipazia says:

      Aiuto. Complimenti per l’analisi! Molto accurata e oggettiva! Anche le risposte alle numerose questioni aperte nei vari post sono state puntuali…! La base per il presidente ha lo stesso valore della lira al mercato.
      Forse la pazienza di Massimo dipende dal fatto che il suo interesse per la città e’ autentico …  Non dimentichiamo che in più e’ GIOVANE.

    • alessandro says:

      Quando leggo gli interventi della classe dirigente del centrosinistra mi viene da piangere… imbarazzante, autoreferenziale, brava solo a murigare e fare bottega spiccia (le consulenze elargite a nullafacenti in Provincia stanno facendo storia… a Cagliari, la Provincia sta diventando un ammortizzatore sociale). Non possiamo neanche dirvi andate a lavorare, perchè non sapete fare nulla… i vostri galoppini, che saranno quelli che vi sostituiranno domani, li scegliete con il criterio dell’obbedienza, schiavi geneticamente. Si candidi Milia alle comunali, e venga a chiederci il voto… sarà una festa.

    • gentarrubia says:

      “da nani ci siamo presentati e nani vogliamo morire”
      Milia Graziano Ernesto. Voti al primo turno: 71.969; Voti al secondo turno: 61.785

      http://www.ufficiostampacagliari.it/news.php?pagina=3185

  6. E poi, quali sarebbero i big?

  7. il problema è che a Cagliari è difficile trovare persone di spessore cagliaritane a sinistra come è difficile trovarne di destra a Carbonia per esempio, dove non si trova un candidato credibile per battere la sinistra che pur ha messo in campo un candidato debole. La tradizione di centrodestra potrebbe interrompersi con un buon lavoro, fatto per tempo con la campagna elettorale , ma già si è perso tempo con cabras primarie e via discutendo ora Milia ( concordo sulla sua immobilità per il territorio) scuote il Pd come se bastasse fare la sfida ai voti tra Lui soru espa vs fantola massidda e sanjust ( ne cito 3 a caso) per vincere ci vuole altro idee progetti e convincere la gente con i mezzi idonei che si possa avere una città migliore.
    Vinca il Migliore o la migliore visto che zuncheddu e demuru non vengono nemmeno prese in considerazione dai più.

  8. Milia a correre già e bravo. Ma das biu sa bisura chi teniri. Scraxiu mannu, abito e rigorosi buttinusu da tennis adidas: Pitticcu puru!!!

  9. gentarrubia says:

    un dato tecnico più che politico:
    ricordo male o nell’accordo elettorale tra Zedda e IDV risulta la non condidabilità di persone che hanno ricevuto una condanna?
    la candidatura di Palomba alle provinciali non è nata proprio in ragione della condanna di Milia? e allora com’è possibile che su Presidenti si candidi? o che gli venga accettata la candidatura?
    idem come sopra Claudio Cugusi, secondo quello che ci ricorda VIto
    http://vitobiolchini.wordpress.com/2011/03/12/comunali-a-cagliari-artizzu-corre-da-solo-e-inguaia-fantola-nel-centrosinistra-zedda-e-idv-preparano-il-trappolone-a-claudio-cugusi-e-a-tutto-il-pd/

    e anche Soru, avendo un processo in corso, farebbe bene ad evitare di presentarsi.

    per quanto riguarda l’aspetto politico, penso che sia più opportuno che i denominati “big” lavorino fattivamente a sostenere Zedda e il proprio partito più che presentarsi direttamente. gli facciano campagna, incontrino i propri elettori, accompagnino il candidato. ma continuino a stare nei posti dove sono stati eletti.

    • “per quanto riguarda l’aspetto politico, penso che sia più opportuno che i denominati “big” lavorino fattivamente a sostenere Zedda e il proprio partito più che presentarsi direttamente. gli facciano campagna, incontrino i propri elettori, accompagnino il candidato. ma continuino a stare nei posti dove sono stati eletti.”

      è esattamente quello che penso ed è esattamente quello che manca in questa campagna elettorale (per ora), Zedda mi sembra un po abbandonato a se stesso e alla sua pagina Facebook…

  10. ottima idea, Grande Milia che ci mette la faccia!

    vediamo quanti seguiranno il suo coraggio.

    Soru, Espa e gli altri, a questo punto vi ha messo con le spalle al muro.

    A casa chi non ha coraggio e non ci mette la faccia

    • Vediamo se è una sparata per avere qualche riflettore addosso oppure se Milia sarà conseguente e si candiderà con tutte le conseguenze politiche se non arrivasse primo

  11. Alessandro Mongili says:

    Non capisco se devo classificarlo sotto “murighi” o sotto “ansia di essere presenti visto che come Presidente della Provincia non faccio mai nulla di notevole”

  12. Gian.C. says:

    Sarebbe interessante valutare il “peso” reale dei Big qui a Cagliari.
    Personalmente non credo sia una cattiva idea nel senso che ormai vediamo da anni B. che fa lo stesso per ogni elezione; si candida, da addirittura il suo nome alla lista et voilà.
    Credo inoltre che questa sia un’occasione unica per Zedda e tutto il centrosinistra. Solo se uniti si potrà strappare questa città al centrodestra. Va bene tutto quindi…anche Milia…
    Altro capitolo per Soru…si vincerebbe a mani basse!

  13. è una questione controversa.
    Da un lato i “big” porterebbero i voti di quelli “meno attenti” alla politica, dall’altro però lascerebbero delusi quelli che stanno aspettando un cambiamento della classe diriggente.
    Se tutto i “big” si candidassero mi sembrerebbe come dire “state tranquilli, il ragazzino Zedda lo comandiamo noi”… boh… sono un po interdetto…
    sicuramente dovrebbero sostenerlo in maniera più forte, dato che al momento Zedda mi pare un po lasciato a se stesso in questa campagna elettorale… come se i “big” non stiano aspettando altro che un fallimento per poi dire “ve l’avevamo detto noi che non era un candidato forte”…
    ah.. la politica..

    • Comunque uno “giovane” o “vecchio” che non riesce a catalizzare l attenzione su di se, a priori non era adatto a ricoprire il ruolo! Il problema è che le idee del Giovane sono ignote!
      Parla di tutte le Cagliari , quali?

      • Neo Anderthal says:

        Beh se è per quello anche Massimo su Becciu “manifesta” un bel mosaico di varie Cagliari.
        Ho visto, per esempio, una bella Cagliari che saluta in un modo curioso, con croci poco cattoliche ma molto fasciste, e un candidato dalle idee chiare a fare passerella, senza imbarazzo.

  14. Graziano Milia says:

    bah!?

    • Bah!? per i portantini o per il fatto che non avete accettato la candidatura di Soru (a mio modo di vedere per fortuna)?

    • Marco P says:

      Presidente, la sua probabilmente è una provocazione per scuotere il partito e invitare i big a impegnarsi pro vittoria del centrosinistra e nel contempo denunciare strani movimenti pro parte avversa. In questo senso la sua presa di posizione contro il disimpegno è apprezzabile , credo sincera e non mossa da secondi fini. Non sarebbe meglio però che Lei o altri Big si spendessero lanciando e sostenendo qualche giovane in questa campagna elettorale? Ma sul serio occorre sempre giocare le carta dei soliti noti? Soru da questo punto di vista ha fallito, non è stato capace di costruire e lanciare nuova classe politica. Ma gli altri? Date fiducia ai giovani, sosteneteli e aiutali a crescere nei partiti e nelle istituzioni.

  15. Ma poi mi spieghino i Big regionali come faranno a fare il pieno di voti se chi porta loro i voti per le regionali è anche lui candidato. Se ne vedrebbero delle belle : i portantini che prendono più voti dei loro capo branco! Si Big candidatevi, e vediamo dove arriverete!

  16. Prima hanno impedito a Soru una Candidatura a Sindaco perchè non lo volevano!
    Ora per paura che Soru appoggi Zedda Indirettamente (non attravesro voti al PD) chiedono che si schieri come consigliere comunale! La paura è che vengano fuori i risultati di questa gestione del Pd, che sarà un vero e proprio fallimento, dovendo poi fare i conti con l area interna avversa una volta che il risultato sarà sotto gli occhi di tutti! anche stavolta daranno la colpa al Poetto e al sole? mah!

    • ciccio78 says:

      se Soru avesse voluto candidarsi non ci sarebbero state neanche le primarie, ma legittimamente e coerentemente ha scelto di non candidarsi sino alla conclusione delle vecinde giudiziarie nelle quali è coinvolto. Credo nopn serva a nessuno mettere in giro ricostruzioni fantasiose e ridicole.

  17. Andrea says:

    Milia forse non si rende conto di come è stato eletto e di quale considerazione abbiamo di lui i cagliaritani e gli elettori di Cagliari. Dimostra di essere sempre più staccato dalla realtà. Chiediamoci, invece, che cosa ha fatto in questi 6 anni di presidenza. A me non viene in mente niente. E oggi si mette a disposizione come fosse il salvatore della patria. Se comincia a fare quello per cui è stato eletto sarebbe già una buona cosa. Semmai indichi qualche candidato, magari qualche assessor/a cagliaritano/a a lui vicino

  18. Chicco says:

    Sarei proprio curioso di vedere Milia candidato al elezioni dove deve cercare i voti come tutti i candidati, senza alcun sistema uninominale. E magari scopriamo che prende meno voti di altri candidati. Avanti Milia, pesati e vediamo quanto vali davvero, da solo. Così lo capiamo una volta per tutte e, magari, finiscono le velleità di candidatura come consigliere regionale.

  19. Marco P says:

    L’uscita è infelice e sa di autogol. Getta luce sulla debolezza di un partito che annaspa , non sa che pesci pigliare.. Il pd non ha di meglio da proporre che aggrapparsi a candidature civetta? Gente che farà l’assenteista o nella migliore delle ipotesi rinuncerà all’incarico appena conquistato un seggio? La cosa è molto triste..
    L’elettorato non va preso per il culo, ha bisogno di candidature vere, credibili, di persone che hanno voglia di spendersi in trincea e non di politici che prestano strumentalmente la loro brutta faccia.

    • Ipazia says:

      Condivido…e aggiungo che, ancora una volta, il bisogno di primeggiare e di togliere il ruolo principale ai giovani vuole avere la meglio per poi prevedevi non solo il merito ma anche il ‘potere’ che deriva dalla vittoria e non permettere, con i vostri giochi, il buon governo e la sana amministrazione. Lei sostiene:
      “Al momento la lista del Pd è debolissima. Ed è una vergogna. Io sono pronto a candidarmi e invito tutti i big del Partito Democratico a farlo. Per dare un segnale fortissimo e aiutare concretamente Massimo Zedda a vincere”.
      1′ se vuole, caro presidente,  sostenga operativamente la campagna elettorale di Massimo Zedda, si impegni in questo compito dove, per una volta, non mette se stesso al centro del mondo e la sua faccia ma quella di un altro, per giunta giovane e limpido
      2′ ma veramente lei presidente e’ convinto che i cagliaritani vogliono la candidatura di voi chiamati big? Mi pare che con l’ultimo big che avete imposto non vi sia andata proprio bene…. 
      Per finire, sia chiaro che se lei si candiderà il mio voto per Massimo Zedda si dileguerà! 

  20. Soviet says:

    Altro che sasso nello stagno…mi sa che ci è caduta una meteora!

    • Neo Anderthal says:

      Sarà quindi il meteorismo la malattia senile del comunismo, caro Soviet?
      Il mio più netto e deciso mah come commento alla coraggiosa presa di posizione.
      -anche se mi permetto di osservare due cose due: prima di tutto la presenza di tali personalità darebbe il senso di una specie di tutela esperta da fornire al “giovane”, con relativo offuscamento di immagine; poi mi pare che in fondo sia una questione molto interna al PD, e segnalerebbe ancora una sottocompetizione interna tra Big -veri o meno- di cui si potrebbe fare a meno.

    • deep throat says:

      se si candidassero, oltre i vari ninnidepai e claudicugusi, anche cozzolino, comandini, milia, espa, porcu sicuramente il Pd guadagnerebbe uno o due quozienti e qualche migliaio di voti necessari a zedda per arrivare al ballottaggio.

  21. Anonimo says:

    robba forte…

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: