Cagliari / Elezioni comunali a Cagliari 2011 / Giornalismo / Politica / Sardegna

Cabras candidato: il segretario cittadino del Pd mi accusa di essermi inventato la notizia. Voi a chi credete?

Il segretario cittadino del Partito Democratico, Yuri Marcialis, mi accusa su diversi siti (e perfino sulla pagina Facebook di Radio Press) di essermi inventato la notizia dell’accordo Soru-Lai per il sostegno alla candidatura di Antonello Cabras a sindaco di Cagliari per lo schieramento di centrosinistra.

Scrive così Marcialis, in risposta ad un ascoltatore che gli chiedeva di smentire l’accordo: “Per il poco che posso sapere, credo che il Pd cagliaritano non abbia mai chiesto all’On. Cabras di candidarsi alle primarie. Il tuo augurio potrebbe essere rivolto più proficuamente verso coloro che hanno inventato tale candidatura (reale o immaginaria che fosse)”. E ancora: “Smentite ufficiali alle chiacchiere di uno che si diverte a scrivere corbellerie? Il mese scorso la stessa persona ha affermato che il Pd gli avrebbe chiesto di candidarsi. La mia reazione è stata una sana risata e non una smentita ufficiale. Non so tu ma io non ho il tempo di rispondere a tutti i frustrati che su internet gettano fango sul Pd!”.

Accusare un giornalista di essersi inventato una notizia è una cosa molto grave e lesiva della sua onorabilità. Ritenermi un frustrato che getta fango sul Pd è invece un’accusa che si commenta da sola.

Se potessi dire a tutti da chi ho avuto la notizia dell’accordo, Marcialis dovrebbe cercare un posto in cui andare a nascondersi e lì rimanere a lungo. Ma ho una deontologia da rispettare, quindi non rivelerò le mie fonti.

E’ comunque curioso che sull’Unione Sarda di ieri consiglieri comunali come Andrea Scano e regionali come Chicco Porcu si siano prestati a commentare una notizia che, evidentemente, anche loro hanno avuto modo di verificare. Se l’accordo fosse stato frutto della mia fantasia, avrebbero sicuramente rilasciato altre dichiarazioni.

In ogni caso, delle due l’una: o Marcialis è veramente disinformato (e la cosa non mi sorprenderebbe, visto che, per quanto malmesso, il Pd ha ancora tanti dirigenti di livello che ben si guardano dal condividere le loro informazioni con persone che mostrano, come Marcialis, tanta inopportuna inadeguatezza), oppure mente sapendo di mentire (cosa da non escludere visto che tutti nel Pd sanno della volontà di Cabras di candidarsi a sindaco di Cagliari, sostenuto soprattutto dal segretario regionale del partito, Silvio Lai).

Il ragazzo sembra aver un conto aperto con me: penso di essere l’unico giornalista di tutte le testate sarde con il quale non teme di polemizzare apertamente e con una arroganza che meriterebbe altri e più qualificati bersagli. Non capisco cosa gli abbia fatto. Sinceramente, lo conosco appena e forse neanche lo riconoscerei se lo vedessi per strada (come tutti i cagliaritani, d’altronde).

Io continuerò a raccontare la politica cittadina consultando le mie qualificatissime fonti, che a Marcialis piaccia o no. Cerchi intanto di informarsi meglio.

Detto questo, alla luce di quanto il segretario cittadino del Pd continua a dire sul mio conto, mi auguro che rassegni le sue irrevocabili dimissioni dalla carica che ricopre nel caso in cui, prossimamente, dovessero arrivare delle pubbliche conferme della volontà di alti dirigenti del Pd sardo o nazionale di aver voluto o di voler ancora proporre Antonello Cabras alla carica di sindaco di Cagliari.

Sarebbe l’unico gesto che risarcirebbe me e i miei lettori (ma anche il Pd) da tanta arrogante inconsistenza. Siete d’accordo?

63 Commenti

  1. «Il dato è tipicamente cagliaritano, in controtendenza rispetto a quello nazionale, dovuto soprattutto a questa bassa affluenza. Molto probabilmente – commenta il segretario Pd del capoluogo sardo, Iuri Marcialis – i nostri elettori sapendo che il Pd aveva un solo candidato non si sono preoccupati, hanno pensato che non fosse necessario recarsi in massa alle urne» da L’Unità.it

    o spiderman! ma torna a occuparti di cinofilia

  2. L’atto finale: l’appello di Yuri Marcialis perché i cittadini votino Antonello Cabras alle primarie.
    http://www.pdcagliari.it/index.php?pid=blog&bid=41

    • Massimo says:

      “Il Partito Democratico ha deciso di sostenere unitariamente la candidatura di Antonello Cabras, per togliere finalmente il governo di Cagliari dalle mani di un centrodestra miope e affarista”

      Il PD ha deciso di sostenere? Se mi spiega quando ha deciso e come? Io, iscritto, non sono mai stato interpellato e, conseguentemente, alle primarie voto per Massimo Zedda, nonostante dallo 070275375 alle ore 17.49 di oggi, una gentile signora mi abbia reso edotto che il 30 gennaio ci sono le primarie ed il PD appoggia Cabras. E io me ne fotto!

    • Stefano reloaded says:

      “credo che il PD cagliaritano non abbia mai chiesto all’On. Cabras di candidarsi alle primarie”
      “Se dovessi passare il tempo a rispondere ai matti o a querelare i rincoglioniti onn vivrei più!”
      Ipse dixit.
      Bella figuredda.

    • la coerenza prima di tutto!
      Yuri sulla luna!

    • Marco P says:

      lo slogan scelto, un modesto “Cagliari migliore” (do you remember “Cagliari migliora”?) non contribuicsce certo a riscaldare i cuori ..accompagnato poi..de cussu arrisixeddu..

      http://www.pdcagliari.it/index.php?pid=Antonello%20Cabras

      • anche la scelta dei colori non è proprio esaltante…
        azzurro azzurri d’Italia…mi sembra che oltre che la Nazionale di calcio, lo usino il PdL, i Riformatori, i futuristi…tutta una bella greffa!

  3. Spara Yuri spara…
    spera Yuri spera…

  4. E alla fine il segretario cittadino del Pd Yuri Marcialis annunciò al mondo la candidatura di Antonello Cabras: http://www.rosarossaonline.it/dettaglio.php?id=9070&re=1
    Chi aveva ragione?

  5. E nel caso in cui Cabras continui serenamente a fare il parlamentare, e continui tra il divertimento di alcuni, a occuparsi di politica internazionale, lei cosa farà? Svelerà il nome della sua fonte? Si cancellerà dall’ordine dei giornalisti? Chiuderà questo blog? Chiederà scusa? Cosa?

  6. oh piciocus! la ke siete parlando di un militante dell’ Ente Nazionale Cinofilia Italiana, tra gli altri…
    http://www.yurimarcialis.it/elettorale/chisono.html

    mica pizza e fichi

  7. Monica says:

    Senza voler togliere niente a nessuno, vorrei specificare che Monica ( che è il nick che uso anche a Buongiorno Cagliari) e monica non sono la stessa persona.

  8. Daniele says:

    Per vedere l’autorevolezza reale dell’attuale segretario cittadino del PD basta vedere i voti dal lui presi nelle elezioni comunali. A me sembra che sia messo lì per fare le commissioni di qualcuno che non ha tempo e voglia di cimentarsi. Meglio un carneade che tenta di conquistare un posto al sole non trovando i voti per quello che pensa e che fa ma per la sua fedeltà al capobastone. D’altronde il sistema funziona. Basti pensare a Giulio Calvisi (fedele a Cabras) e Caterina Pes (fedele a Soru), deputati alla Camera, che, se candidati nelle loro città, difficilmente sarebbero eletti in consiglio comunale. Mala tempora currunt

  9. stefano lai di escalaplano says:

    vorrei dire la mia da elettore del PD, da ospite cittadino e da ascoltatore di radio press: credo che yuri abbia esagerato, dire che vito esageri..credo… sia una tautologia..se ascolti radio press sai di cosa parlo..”a esercene altri di esagerati così”, sinceramente per quanto reputo yuri una brava persona, da lui mi sarei aspettato un atteggiamento più pacato..più politico, nel senso buono del termine.
    se poi entriamo nel vivo della vera notizia(la candidatura di antonello)..beh… sono rattristato dall’ipotesi che un partito democratico e “nuovo”, per competere col centro destra parta non da idee rivoluzionarie ma da metodi già visti e già noti, ma come si può pensare di rendersi credibili partendo da un nome e non da un programma? o quanto meno se proprio devi partire alla “televisiva”..ma stravolgi tutti gli schemi e presentami uno nuovo/a…senza togliere nulla al senatore…ma non dimentichi che deve fare quello!
    Ma dico dove sono le leve del PD? forza ragazzi fattevi sotto…a cercare firme per candidarvi alle primarie..ma possibile che non ci sia un individuo/a con un minimo di sana ambizione?

  10. Luciana says:

    Ebbene si, io sono tra quelli che pensano che «se lo dice Vito Biolchini è vero». Semplicemente perché ha quella cosa che si chiama ‘autorevolezza’.

  11. Banana says:

    è arrivata la controffensiva!
    mauro, ma itta ses narendi? ma lo sai come funziona il giornalismo o leggi solo l’unità?

  12. Andrea says:

    Correggo: ovviamente Monica dice che Vito gode della sua stima e Marcialis no.

    • monica says:

      avevo capito… ma perchè allora la persona in cui riponi la tua fiducia non si manifesta con la stessa sicurezza? non si dà fiducia per partito preso, su simpatia…o per lo meno non è questa la mia abitudine. penso che le ultime elezioni di questi anni avrebbero dovuto dimostratrelo ampiamente, mi riferisco ai risultati del PD ovviamente… e se tu avessi quel senso critico e oggettivo che dici di avere…potresti trarre delle conclusioni molto chiare.

      • Banana says:

        andrea, la mia su marcialis era evidentemente una battuta che voleva anche evidenziare una certa trasparenza del segretario del Pd (se poi penso a chi era l’alternativa, Marcialis tutta la vita). poi ce l’ho tra gli amici di facebook ma è un contatto un po’ pigro, visto che ha la bacheca chiusa e non esiste possibilità di interagire con lui! interagisco di più con marco espa o con mario bruno, pensa te.
        yuri ha sbagliato per un semplice motivo: uno, i toni davvero intollerabili per chi rivesta una qualsiasi carica pubblica (anche il segretario di un partito da zero virgola come il Pd a Cagliari); due, è poco informato. della candidatura cabras lo sapevo io, che certo non vivo a cagliari e non sono così interno alle dinamiche politiche regionali! a volte stare zitti è un’ottima alternativa!
        per il resto, ti ringrazio degli apprezzamenti sulle mie strisce. però i fumetti non sono il mio mestiere e io non faccio il politicante 😉

  13. Andrea says:

    Cerco di capire, Biolchini ha più credibilità perchè? perchè è un giornalista e Yuri Marcialis no.
    Perchè Yuri ha un sito che parla di guerre stellari? perchè Biolchini fa buongiorno Cagliari e ormai “se lo dice Biolchini è vero”? Peccato, quello ed altri spazi stanno diventando ormai troppo autoreferenziali, dove chi ascolta sta diventando seguace più che critico ascoltatore.
    C’è anche qualcun’altro qui appassionato di fumetti e odisee nello spazio che invece da un mese ha tantissimi fans grazie alle sue strisce, dico senza ironia, intelligenti e taglienti, ma le sue passioni non lo fanno evidentemente sembrare ridicolo. Meno carino da parte sua è chiedere chi sia Marcialis, pur avendolo tra le sue amicizie. Ma si sa un’amicizia su fb non si nega a nessuno, nemmeno ad un illustre sconosciuto segretario cittadino del Pd.
    Insomma perchè Biolchini sì e Yuri no? se la logica è quella di Monica che dice che Vito gode della sua stima e Biolchini no, beh il suo giudizio vale quanto il mio, conosco Yuri da anni lo stimo, è credibile, non lo conosco per la politica ma so quanto ci si impegna. Biolchini 1 Vito 1? banale.
    E’ vero un giornalista non rivela le sue fonti, ma mi permetto di dire che un lettore non “deve” fidarsi di ciò che legge, ma deve mantenere il suo spirito critico, sennò vale anche per Feltri e Sallusti.

    • Tra non fidarsi di quello che scrivo e permettersi di dire che invento una notizia ce ne passa. E nessuno (e sottolineo, nessuno) può permettersi di affermare che mi io invento una notizia, a meno che non porti prove inoppugnabili che il signor Marcialis ovviamente non porta. Porta solo l’autorità della sua carica. Quindi è lui che pretende di essere creduto solo perché è segretario cittadino del Pd. Peccato che non gli creda nessuno, o quasi. Infatti nessuno a Cagliari mi sembra stia dando credito alla sua tesi mentre tutti parlano dell’ipotesi di Antonello Cabras candidato. E non perché me lo sia inventato io.

  14. Elia Puddu says:

    Quanti superman da tastiera. Perché non andate a esprimere le vostre idee (se ne avete) nei circoli ed entrate nel merito delle cose, anzichè andare sul personale? A googleggiare un nome e riportarne i contenuti siamo bravi tutti. E quindi? Se uno è appassionato di star trek il suo impegno politico ha meno valore? Tutti bravi da casa, ma non è spingendo tasti su una tastiera che si fa politica.

    • Nikosimo says:

      Fare politica non significa andare a scaldare una sedia nei circoli! Fare politica significa soprattutto valutare quali siano le nostre esigenze e quelle del paese e decidere se le persone da “noi” delegate hanno fatto ciò che era loro preposto. Sollevare un polverone e gettare la polvere su chi “lavora” e si guadagna il pane con il sudore della fronte non è fare politica. Vediamo se riesci a individuare nel mio discorso chi è che “lavora” chi è che fa “politica” e chi “getta la polvere”!

      • Beh, non credo che Biolchini in questo post, ome in qualche altro, stia facendo giornalismo, sta ovvidentemente facendo politica, lo vede anche un orbo!
        Per quanto riguarda l’autorevolezza mi pare che in molti qui la confondano con la notorietà, ma ormai il berlusconismo ha invaso anche alcuni ambienti di sinistra, che tristezza.

    • Mossad says:

      E’ vero che ultimamente imperversano molti supermen della tastiera (e dell’sms). Posso dire però che qualcuni di questi personaggi fanno politica in concreto nelle cose di ogni giorno che lo riguardano: il lavoro, il rapporto con gli altri, la famiglia. ANCHE QUESTO E’ FARE POLITICA, nel senso che si mettono in pratica o ci si prova a farlo, gli ideali esplicitati sul web. Più rispetto per chi non conosciamo, quando non sappiamo che lavoro e quali attività sociali svolgono.

    • monica says:

      e se nei circoli ci fossimo stati per tanto tempo invece? tanto da stufarci di dinamiche che non rispecchiano il nostro reale pensiero di politica, intesa come tuela di interessi dei cittadini? di scuola, sanità, sociale, lavoro..etc? ti sembra così strano che una vera libertà di espressione si concretizzi nei blog dove chiunque può dire la sua? mai fatta una riflessione sul vero funzionamento dei circoli e sulla reale aderenza che questi hanno con la vita di tutti i giorni?
      anche attraverso una tastiera si fa politica, nell’esatto istante in cui posso sentirmi libera di esprimere il mio pensiero,cosa che nei circoli, avviene sempre più raramente….

    • Stefano says:

      E chi ti dice, caro Elia, che chi scrive non sia anche tesserato e non si impegni nei circoli?
      La notizia della candidatura di Cabras data per primo da Biolchini e poi dall’Unione (che non credo copi questo blog, ma abbia fonti proprie), ha provocato la reazione del diretto interessato, che ha inviato una mail di diniego motivata al segretario dell’Unione Comunale del Pd di Cagliari. A seguito di tutto questo, l’unica reazione di Marcialis è stata postare sulla pagina FB di Radio Press alcuni commenti, il primo con una simil smentita e gli altri al limite dell’insulto.
      Ti do pienamente ragione “non è spingendo tasti su una tastiera che si fa politica”.

    • Elia,il problema è che i politici giovani frequentano solo i circoli,gli organismi di partito,fanno politica esclusivamente all’interno delle strutture partitiche,risultando spesso estranei alla realtà cittadina,più larga di quella che conoscono loro.non conoscono gli studenti,non conoscono i commercianti,non vanno allo stadio(questine di passine,per carità),sono inesistenti nei quartieri popolari.anche la loro ascesa nel partito è molto discutibile,sai quanti giovani hanno abbandonato i ds e poi il pd?sei a conoscenza delle forze e delle energie presenti nei primi anni 2000 e bruciate dal rampantismo sterile di certi giovani dirigenti?
      Marcialis nella sua risposta è stato offensivo e molto superfiaciale,basta parlare con 4 dirigenti del pd per sapere il nome del prossimo candidato sindaco..il rsto son chiacchiere

  15. Dare una notizia e non rivelare le fonti è troppo facile. La deontologia diventa solo una scusa. Se non sono in grado o non voglio rivelare la fonte non divulgo la notizia e basta.

    • No scusami, non è per niente come dici tu. Le regole del giornalismo sono chiare. Le fonti possono essere riservate, ci mancherebbe altro!! Questo non vuol dire che la notizia non debba essere verificata, vuol dire solo che la fonte vuole restare riservata e chi legge deve fidarsi di chi scrive.

  16. monica says:

    per quanto mi riguarda, le persone si giudicano non da un singolo gesto ma dal loro percorso, che sia personale, professionale o politico, dalle azioni compiute nel tempo, dalla coerenza dimostrata, dalla capacità di valutare oggettivamente le situazioni e anche di chiedere scusa nel momento in cui commettono un errore.
    Vito gode della mia stima e ha per me credibilità, questo signore (come tanti altri del PD cagliaritano) no…

  17. barrosa says:

    Dio santo, il nostro (si fa per dire), assomiglia a Roberto Deriu. Un giovane vecchio

  18. Chi?!?!?!?

  19. Banana says:

    oh yuri, ajò che stai leggendo, e rispondi!

  20. Delatore says:

    Stiamo parlando di questo Yuri Marcialis???
    http://www.yurimarcialis.it/elettorale/index.html

  21. Mago Merlino says:

    Vito Biolchini nuovo segretario del PD!

  22. Monica says:

    Secondo te a cosa si può dare credito, tra quello che dice un giornalista non parte in causa e quello che dice un segretario di partito? Non c’è storia: Vito 1 Marcialis o

  23. Alessio Deiana says:

    Marcialis? Alla luce di queste reazioni, e dell’agire (si fa’ per dire) pregresso, il PD non poteva scegliere di meglio per rappresentare sè stesso, la propria inconsistenza, la propria stolida e vuota arroganza e, più in generale, il nulla che contraddistingue la sua azione politica.
    Tanto per parafrasare Moretti: noi con questi dirigenti non vinceremo mai. E, aggiungo io, noi questa gente non la voteremo MAI.

  24. Questo “giovane” fa parte di quei diessini,figli dei vecchi militanti,inseriti fin dall’infanzia nel circuito del partito,culla sicura per un sereno e ricco avvenir.il nostro eroe è diventato segretario cittadino,crede che la politica sia un rito immutabile alla quale si accede per successione ereditaria,nel suo caso sicuramente non per meriti.infatti oltre a non aver disturbato i grandi quando era nella sinistra giovanile,la sua biografia contiene azioni degne di nota,anzi una si la difesa del vecchio e decadente teatro Alfieri,sforzo comprensibile,difendeva un suo simile..per il resto solo sciatteria a garanzia per le future vittorie del centrodestra cagliaritano.
    Vito,mi pongo la tua stessa domanda,perchè i dirigenti del pd non si vanno allo stadio o ai mercati cittadini?

  25. Antonello Gregorini says:

    Secondo me di questo passo diventerai inviso a tutti quelli che, millantando o no, con poltrona sotto il culo o no, detengono un po’ di potere in questo territorio.
    Ti resteranno i tuoi ascoltatori e gli amici tra cui spero di essere annoverato.

  26. Yuri Marcialis è un democratico vero. Va beh, mi ha murato dalla sua bacheca perché avevo osato criticarlo, ma che sarà mai insomma. D’altronde io sono solo un cittadino elettore con la tessere del PD, mica che so… boh, va beh. http://massimomarini.blogspot.com/2010/07/murato-da-3-bacheche-di-giovani.html

  27. Ah, il segretario comunale si chiama Marcialis. Prendiamo nota, si vede cha aveva bisogno di visibilità.

  28. Massimo says:

    Marcialis chi?

  29. Mossad says:

    l’ho conosciuto tanti anni fa. sembrava una brava persona… e comunque è chiaro che tu, vito, cominci a dare fastidio. poi col blog la tua visibilità è aumentata più che con la radio, quindi aspettati di tutto, ne so qualcosa. infine il pd. se vuole ancora essere credibile, il fango se lo deve levare con atti concreti, non coi soliti rituali da vecchissima politica. io li voterei anche, ma poi come si fa di fronte a personaggi del genere? davvero, gli elettori del pd sono molto meglio del loro partito!

  30. Se Marcialis avesse ragione, che senso aveva la lettera di Cabras?
    E poi non capisco questa storia del fango e della frustrazione. Mi chiedo se abbia davvero letto il tuo blog o ne abbia solo sentito dire in maniera distorta. A proposito, la striscia di Banana su Cabras è sublime.

  31. Stefano says:

    “…coloro che hanno inventato tale candidatura (reale o immaginaria che fosse)”
    Inventare una candidatura reale? Cosa significa? Negare ma non troppo?
    Libero Manca sarebbe orgoglioso di questo giovane.

  32. Yuri Marcialis???? bah, io so soltanto che digitando questo nome su google il primo risultato mi rimanda ad un sito con Star Trek e la Federazione unita dei pianeti, vedete voi di chi stiamo parlando. Piuttosto – e non sto scherzando – se clicco sopra l’indirizzo del sito il mio antivirus (Avira) mi blocca l’accesso e mi avverte che contiene il malware “script ‘HTML/IFrame.PH.13’ [virus]”. Attenti quindi alle infezioni della Federazione unita dei pianeti guidata da Star Trek Marcialias.

  33. Banana says:

    marcialis chi, scusa?

Lascia un commento

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: